Abitare al mare come scelta di vita

Di Enza Petruzziello

Rilassa, diminuisce l’ansia e ringiovanisce le menti stanche. No, non stiamo parlando di un nuovo farmaco miracoloso e nemmeno dell’ultima trovata pubblicitaria, bensì del mare. Un posto in cui rigenerarsi dallo stress e dal caos della città dopo un anno di duro lavoro, ma soprattutto un luogo che fa bene al cervello e rende felici. 

Non è un caso se molte delle persone che decidono di cambiare vita e trasferirsi all’estero scelgano proprio di andare a vivere al caldo e di abitare vicino al mare, privilegiando quei paesi dove è sempre estate.

D’altronde non è un segreto che la vita al mare ha molto da offrire. Splendidi panorami, strade panoramiche, attività divertenti. In questo articolo ti illustriamo proprio i vantaggi (ma anche gli svantaggi) di vivere al mare, con informazioni utili sui posti migliori dove trasferirsi.

Vivere al mare: pro e contro

“Voglio andare a vivere al mare”. Quante volte lo hai pensato? Tante, troppe. Trasferirsi ai Caraibi piuttosto che su un’isola del Mediterraneo è un sogno ricorrente, ed è difficile immaginare che vivere sul mare sia qualcosa di diverso da una vacanza permanente.

Tuttavia, vivere in riva al mare comporta una serie di sfide che è importante considerare prima di fare le valigie e dirigersi per sempre verso la costa.

Se stai valutando di vivere in una città di mare, ecco tutti i  pro e i contro di vivere vicino al mare! 

I vantaggi di vivere al mare 

Per alcuni, andare a vivere al mare è l’obiettivo di una vita. La vista sul mare, l’acqua salata e la spiaggia proprio fuori dalla porta sono allettanti, ma essere vicino all’acqua può anche avere benefici per la salute fisica e mentale. Vediamo i principali vantaggi di abitare al mare.

1. C’è sempre qualcosa da fare

Le persone che decidono di abitare al mare hanno maggiori probabilità di trascorrere del tempo all’aperto. In spiaggia non sarai mai a corto di attività da fare. Le passeggiate mattutine sulla spiaggia, le gite in bicicletta e le partite di golf e tennis con gli amici: al mare c’è sempre qualcosa che ti terrà occupato!

2. Bellezze naturali

Comunemente, vivere in riva al mare significa anche essere vicino a tante altre bellezze naturali come i mari più belli del mondo, fiumi e lagune. Vuol dire anche abitare in regioni dove la vegetazione è abbondante, il che a sua volta contribuisce notevolmente ad una migliore qualità dell’aria.

3. Migliora la salute 

Per secoli, i medici hanno raccomandato i viaggi dove il mare è caldo tutto l’anno come cura per molti disturbi e gli studi ora dimostrano che vivere vicino al mare fa bene davvero alla salute.

Ci sono più impatti positivi nel vivere vicino al mare di quanto potresti pensare. Al di fuori degli ovvi benefici, come la possibilità di abbronzarti ogni volta che vuoi, l’aria fresca e la vitamina D sono ottimi per la tua salute. Gli studi dimostrano anche che le persone che vivono vicino alla spiaggia sono spesso meno stressate e vivono una vita più felice!

Il mare rende felici: la ricerca

Insomma, il mare fa bene all’anima, al cervello e rilassa la mente. Ad avvalorare i benefici di vivere al mare ci ha pensato la scienza, grazie a una ricerca condotta qualche anno fa dal biologo marino Wallace J. Nichols, autore di “Blue mind”, secondo cui, appunto, vivere al mare fa bene alla salute e stare a contatto con l’acqua ci rende più felici e rilassati.

✎ Curiosità! Sai dove si trova il clima migliore dove vivere in Italia? Scoprilo! ☜

Per lo studioso, le evidenze neuroscientifiche dimostrano che a contatto con l’acqua si innescano una serie di processi fisiologici e cerebrali in grado di influenzare il corpo e la mente.

In particolare, secondo il ricercatore sono diversi i benefici che l’acqua porta al cervello per raggiungere la felicità. Innanzitutto il mare rilassa. Tutto merito del suo colore, il blu: una tonalità che a quanto pare dà sollievo e abbassa i livelli di ansia, infondendo un senso di calma e tranquillità.

vivere il cambio

Il secondo beneficio ha a che fare con le nostre origini. Nichols sostiene infatti che l’acqua ci riporta al nostro stato naturale. Tutti noi conosciamo il mito della fonte dell’eterna giovinezza, una leggendaria sorgente simbolo d’immortalità e di eterna gioventù presente nella mitologia medievale e classica di molte culture. Ebbene, anche se non esattamente in questi termini, l’acqua ha il “potere” di ringiovanire le menti stanche.

Per godere dei benefici dell’acqua, inoltre, non serve per forza bagnarsi. Basta anche solo trovarsi in prossimità per sentirsi più rilassati. Tra tutti i paesaggi naturali, quelli marittimi risultano i migliori per il nostro cervello. Il paesaggio marino ha l’effetto di una vera e propria medicina antistress: quando ci troviamo vicino all’acqua respiriamo meglio e l’organismo incamera ossigeno.

✍ Lettura consigliata: come combattere lo stress: cause, sintomi e rimedi ✍

Non è la prima volta che ricercatori e analisti studiano gli effetti benefici del mare. William Dorfman, professore di psicologia alla Nova Southeastern University, ha scoperto ad esempio che il rumore delle onde che si infrangono sul bagnasciuga rilassa il cervello ed equilibra i livelli di sostanze chimiche benefiche nel nostro organismo, come serotonina e dopamina.

E ancora, una ricerca del 2013 pubblicata sulla rivista scientifica The Lancet, prendendo in esame 1040 donne in gravidanza ha dimostrato, attraverso le analisi sulla concentrazione urinaria di iodio, che l’ambiente marino favorisce il benessere della donna e del bambino.

Gli svantaggi di vivere al mare 

Si fa presto a dire: “Vado a vivere al mare”. Prima di “tuffarti” in questa nuova vita, dai un’occhiata anche agli svantaggi del mare.

1. Tempo imprevedibile

Quando immagini una spiaggia, cosa ti viene in mente? Probabilmente un sole splendente, sabbia calda e onde tranquille. Altrettanto spesso, tuttavia, nelle località di mare ci sono forti piogge che spesso possono durare per giorni.

Tra i contro del mare ci sono purtroppo i disastri naturali, fonte di preoccupazione per gli abitanti delle città costiere. Le inondazioni, ad esempio, così come le forti piogge possono lasciare danni permanenti.

2. Costi di manutenzione

Una delle maggiori preoccupazioni tra i proprietari di case vicino al mare è il costo della manutenzione che deriva dal possedere una proprietà sulla spiaggia. La natura corrosiva dell’acqua salata e i potenziali danni provocati dalle inondazioni possono incidere molto sul budget.

3. Privacy

In estate, le località balneari possono aumentare la loro popolazione in modo esponenziale nel giro di poche settimane. Per coloro che amano la privacy, la confusione tipica del periodo estivo è uno dei più grandi svantaggi del mare.

Com’è la vita al mare? 

Per la maggior parte delle persone la spiaggia è un posto dove andare in vacanza o per una giornata occasionale. L’idea di vivere al mare tutto l’anno può sembrare un sogno, ma com’è veramente per chi ha la fortuna di vivere al mare ogni giorno?

Il ritmo di vita nelle grandi città è molto diverso da quello delle zone costiere. Le località di mare hanno caratteristiche uniche: qui si respira un’atmosfera molto più rilassata e con meno trambusto. La vita di mare regala pace e tranquillità, soprattutto durante i mesi di bassa stagione.

Questo non significa che manchino i vantaggi di altri posti, al contrario. Il fatto che molte città di mare siano luoghi turistici contribuisce a servizi e comfort di prima classe come: club, centri commerciali premium, vicinanza a internazionali aeroporti, ristoranti squisiti e una vita notturna con bar e club per tutti i gusti.

Meglio vivere al mare o in montagna? Se ami le temperature miti, allora meglio il mare. Vivere al caldo tutto l’anno è, infatti, un toccasana per l’umore e per la salute. Il clima delle località marittime, lontano dai grandi sbalzi di temperatura, e il fatto di vivere fuori dallo stress cittadino miglioreranno la qualità della tua vita.

☞ Approfondimento consigliato: scopri i paesi dove c’è il miglior clima al mondo

Vivere e lavorare al mare: che lavori si possono fare

Trasferirsi al mare è un’ottima opzione per gli over 65, per trascorrere gli anni del congedo lavorativo in un posto caldo e godersi la pensione in uno dei paesi dove la vita costa poco. Ma si tratta di una scelta molto popolare anche per coloro che sono ancora in attività.

Le località marittime, infatti, offrono diverse opportunità lavorative. Oltre ad aprire un chiringuito sulla spiaggia, le occupazioni da poter svolgere sono svariate. Vediamo le più interessanti.

1. Agente di viaggio e guida turistica

Chi meglio di chi abita al mare è in grado di promuovere la propria terra ai turisti? Inoltre anche gli abitanti del posto avranno bisogno di un agente di viaggio per organizzare spostamenti e vacanze. Un’ottima opzione è aprire un’agenzia di viaggi oppure proporti come guida turistica e accompagnare i turisti alla scoperta della città e delle sue bellezze.

2. Hotel manager, animatore, chef

Lavorare nel turismo è una delle scelte più ovvie per chi vive al mare. Le professioni legate a questo settore sono tantissime: dall’hotel manager all’animatore, dallo chef agli altri ruoli che è possibile coprire negli alberghi come camerieri e addetti alle pulizie.

3. Organizzatore di eventi

Ogni località di mare organizza eventi, grandi e piccoli. Feste e manifestazioni che richiamano turisti da ogni parte del mondo. L’organizzatore di eventi è un ottimo modo per lavorare da casa. Ti basterà infatti un pc e una connessione internet per organizzare l’evento dell’anno.

4. Travel blogger 

Chi ama scrivere di viaggi può aprire un proprio sito per offrire promozione alla località di mare che ha scelto come casa e ad altri operatori del turismo. Anche questo è un lavoro da poter svolgere tranquillamente da remoto.

5. Guardiano del faro

Tra i mestieri del mare più affascinanti, c’è il guardiano del faro. Fino al 1994 l’assunzione per questa figura, avveniva attraverso concorsi pubblicati. Adesso a occuparsene è la Marina Militare. Sono molti anni che non viene indetto un concorso ma sul sito della Marina è comunque possibile rimanere aggiornati nel caso ne venga bandito uno. Si può provare a rivolgersi anche all’Ispettorato Navale Logistico Piazzale della Marina 1 a Roma.

Qui di seguito alcuni siti dove poter trovare lavoro al mare:

I posti di mare dove vivere

Da mar dei Caraibi al mar Mediterraneo: i posti dove vivere al mare sono davvero tanti. E pensa, a volte non è necessario nemmeno disporre di un budget elevato.

Vivere al mare con pochi soldi, infatti, è fattibilissimo soprattutto se si scelgono destinazioni calde. Il risparmio sulle utenze e sui riscaldamenti è garantito.

Ma dove vivere al caldo con pochi soldi?

Per voi abbiamo selezionato i posti più interessanti ed economici dove andare a vivere al caldo. Iniziamo dalle mete oltre confine.

Dove vivere al mare all’estero

1. Algarve, Portogallo

È difficile credere che una regione con un centinaio di miglia di costa, strade acciottolate e più sole di qualsiasi altra parte d’Europa abbia un costo della vita così basso. L’Algarve in Portogallo ospita expat da tutto il mondo. E le città della regione sono tutte a buon mercato.

2. Spalato, Croazia

Nonostante le coste europee possano essere relativamente costose, ci sono ancora dei posti economici. Uno di questi è Spalato, in Croazia. Questa piccola città sul mare Adriatico ha spiagge incantevoli e si può affittare una casa nel centro della città per meno di  450 euro. La città è un perfetto equilibrio tra la ruggente città turistica internazionale in estate e la sonnolenta cittadina balneare in inverno, con un clima mediterraneo rigoglioso, gente amichevole e una grande storia.

☀☀ Sogni di vivere al caldo tutto l'anno? Ecco la Guida Definitiva per trasferirsi ai Caraibi! ☀☀

3. Playa del Carmen, Riviera Maya, Messico

Appena a sud di Cancun, in Messico, questa città è economica, facile da raggiungere ed è diventata veramente internazionale: molti nomadi digitali l’hanno capito e stanno facendo di Playa del Carmen la loro base. E grazie ad un’ottima ragione: le spiagge lungo questo tratto di costa sono meravigliose, da Playa del Carmen fino a Tulum. Inoltre è una bellissima zona dove comprare casa ai Caraibi.

4. Las Palmas, Gran Canaria, Spagna

Se hai visitato Las Palmas, nell’arcipelago delle Canarie, potresti essere sorpreso di vederlo in un elenco di posti economici al mare in cui vivere. Ma come tante città, visitare e vivere sono due mondi diversi. Il tempo è tra i migliori al mondo, con il sole praticamente tutto l’anno che bagna le spiagge lungo la costa.

La città ha un’atmosfera frenetica e urbana, con fughe veloci verso le spiagge, la campagna interna e molte persone amichevoli con cui stringere amicizia.

5. Canggu, Bali

Il costo della vita mensile a Canguu va dai 500 ai 900 euro. Questa località della Thailandia attira stormi di nomadi digitali. Artisti, designer, istruttori di yoga, guru di startup e altri stranieri conferiscono alla città un’atmosfera giovane.

Caffè, ristoranti e bancarelle di succhi fiancheggiano le strade e feste ed eventi scandiscono la settimana. Certo, alimenti come latte, vino e altri cibi importati costano un po’ di più qui. Ma con un affitto medio di circa 200 euro, puoi concederti il ​​lusso.

Vivere al mare in Italia con pochi soldi 

L’Italia è conosciuta in tutto il mondo per le sue bellezze paesaggistiche e costiere. Numerose le località dove trasferirsi al mare in Italia e proprio come all’estero, molte sono davvero convenienti.

Vediamo insieme dove andare a vivere al mare in Italia.

1. Toscana 

Vivere in Toscana vicino al mare significa poter godere della bellezza della Costa d’Argento del Giglio, della barriera all’isola d’Elba e della vasta bellezza della Maremma. Senza contare che scegliere la Toscana ti consente di vivere al mare vicino Roma.

Trasferirsi al mare in Toscana è possibile, la città portuale di Livorno ad esempio, ospita circa 158 mila abitanti ed è in continuo fervore grazie al commercio e al turismo. La città, inoltre, è il posto perfetto dove vivere con pochi soldi in Italia. Secondo l’Unione Nazionale Consumatori, Livorno ha subìto un abbassamento dei prezzi dello 0,3%.

2. Liguria 

Liguria – a poche ore da Milano – “ecco dov’è il mare più bello in assoluto”. A dirlo è Legambiente che pone la Liguria, Genova e Cinque terre comprese, nella top 15 dei migliori posti dove vivere sia per godere del mare, ma anche delle opportunità che la vita ha qui da offrire.

3. Marche

Le Marche sono una regione d’Italia in continuo sviluppo commerciale e turistico. Città come Ancona con i suoi circa 583 mila abitanti è tra le migliori scelte per vivere in una città portuale ricca di opportunità. Dista solo 8 chilometri da Portonovo, vero e proprio gioiello naturalistico della Costa Adriatica.

4. Abruzzo

Anche l’Abruzzo offre diverse località di mare dove vivere. A spiccare è Francavilla al Mare, piccola cittadina di 25mila abitanti in provincia di Chieti. Il mare e le attività balneari attirano non solo visitatori, ma anche i residenti che possono vivere la vacanza al mare per tutti i mesi estivi. La città non è solo un luogo fisico ma una comunità.

5. Calabria

Se quello che vuoi è la convenienza, allora la Calabria è la tua destinazione. Diverse le bellissime località dove comprare casa al mare a basso costo in Italia. Qui, infatti, gli immobili costano in media, meno che nel resto della penisola.

Inoltre è possibile vivere in uno dei meravigliosi borghi affacciati sul Tirreno. Tra questi spicca Tropea, da poco vincitrice dell’ottava edizione del concorso “Borgo dei Borghi”.

6. Sicilia 

Per quanto riguarda le città più economiche d’Italia, la soluzione migliore è andare in Sicilia. È la più grande isola del Mediterraneo, situata appena fuori dallo “stivale” d’Italia e offre un clima molto più caldo di quello che si troverà nel nord in una città come Torino.

Catania e Messina sono valide opzioni economiche per vivere sull’isola, ma la più grande città siciliana è Palermo. Il costo della vita a Palermo è appena il 57% dell’equivalente di Milano. Attenzione però, quelle siciliane sono anche tra le città più calde d’Italia. Inoltre, Catania ha anche il primato di città più umida d’Italia, quindi le estati nel capoluogo etneo possono essere davvero torride.

Scopri di più su dove si vive meglio in Italia 

7. Puglia

Un’altra delle città di mare più economiche d’Italia è Bari, situata sulla costa adriatica. Il capoluogo pugliese sta diventando una destinazione popolare per gli stranieri che cercano prezzi di affitto e costi della vita molto più economici di quelli che si trovano in città come Roma e Milano.

Nel complesso, un po’ come Palermo, è una buona opzione per tutti coloro che cercano un posto dove vivere al mare in Italia con pochi soldi.

Voglio vivere al mare: perché dovresti farlo davvero 

Vivere al mare è terapeutico per la mente, il corpo e l’anima. C’è una parola che meglio delle altre spiega gli effetti curativi del mare: “talassoterapia“. Non devi nemmeno entrare in acqua: basta guardare le onde per calmare anche le menti più irrequiete. E per di più, la sabbia è ottima per l’esfoliazione.

Ci sono molte altre ragioni per cui la vita vicino al mare aiuta la nostra salute, ma senza dubbio ciò che ci rende unici è il modo in cui la viviamo.