La scelta di trasferirsi in Svezia per lavoro

Perché trasferirsi in Nord Europa e proprio in Svezia?

Prima di tutto, perché questo Paese si trova nella classifica dei Paesi con la migliore qualità di vita del Mondo e, secondo, perché si tratta anche di una delle migliori Nazioni in cui trovare offerte di lavoro in Nord Europa e quindi nella zona della scandinavia in generale.

Lavorare in Svezia significa infatti avere accesso a una serie di diritti, dalla maternità al congedo parentale e per malattia, fino a un’assicurazione contro la disoccupazione.

Un altro plus per decidere di andare a lavorare in Svezia è la giornata lavorativa. Infatti, anche se non è così per tutte le realtà lavorative, alcune società hanno testato già con successo le giornate di lavoro di 6 ore. Secondo gli svedesi, infatti, questo sarebbe un modo per aumentare la produttività dei dipendenti, assicurando una migliore qualità della concentrazione e un maggiore sviluppo personale.

Ovviamente questo non significa che in Svezia sia mal visto lavorare fino a tardi ma piuttosto che si tratta di un popolo che mette al primo posto la produttività genuina e il tempo libero o da dedicare alla famiglia.

lavorare in svezia

Rispetto ad altre nazioni, come Spagna o Inghilterra, trovare lavoro in Svezia non è semplicissimo ma parliamo soprattutto di quei lavoretti generici in attesa di trovare di meglio. In Svezia, infatti, occorre un’alta specializzazione e, molto spesso, una conoscenza dell’inglese impeccabile.

Perciò, sapendo che trovare lavoro in Svezia potrebbe non essere immediato, ecco tutto quello che devi sapere per non perdere tempo e muoverti nel modo giusto: documenti necessari, dove cercare lavoro, come trovare offerte di impiego, su quali professioni puntare e quanto chiedere di stipendio in base ai salari medi e molto altro ancora.

Documenti necessari

Come cittadini europei, gli italiani non hanno bisogno di visti per trasferirsi a vivere in Svezia, ma se si intende trattenersi per più di tre mesi, è indispensabile registrarsi presso l’Ufficio dell’Immigrazione svedese, il quale si occupa anche di gestire la richiesta di permessi di lavoro.

Tali permessi hanno un costo che si aggira intorno alle 2 mila corone svedesi (circa 200 euro). Mentre, per ricongiungersi con i propri familiari, è necessario pagare mille corone per il partner e 500 corone (circa 50 euro) per ogni figlio. Trascorsi quattro anni, non è più necessario richiedere ulteriori permessi di soggiorno.

In linea di massima, poi, per lavorare in Svezia non servono documenti particolari, dal momento che fa parte dell’Unione Europea, anche se si è possessori di un permesso di soggiorno italiano. Ciò però non significa che sia sufficiente la carta di identità per ottenere automaticamente la residenza svedese e tutti i vantaggi che essa comporta.

Quindi, chi vuole vivere e lavorare in Svezia deve sbrigare alcune importanti formalità.

Innanzitutto, richiedere il Personnummer presso lo Skatteverket, ovvero l’Agenzia delle Entrate svedese. Questo documento è l’equivalente del nostro codice fiscale ed è obbligatorio se si intende risiedere qui almeno un anno.

Il Personnummer consente infatti di fare praticamente tutto: dall’apertura di un conto in banca al contratto di affitto di un appartamento, dall’iscrizione alla sanità alla partecipazione ai corsi di lingua gratuiti per stranieri.

Bisogna quindi registrarsi all’Agenzia delle Entrate svedese ed al Registro dei residenti, una sorta di INPS svedese con cui si ha diritto ad un’assicurazione generale che dà accesso all’assistenza sanitaria di base, ai congedi parentali, assegni per i figli, alla copertura di invalidità ed ad altri contributi assicurativi.

Infine, si dovrà richiedere la carta di identità svedese e infine aprire un conto in banca.

Ulteriori informazioni sono disponibili anche sul sito dell’Ambasciata svedese in Italia.

LAVORO SVEZIA

Come cercare lavoro in Svezia

La Svezia gode di un mercato del lavoro dinamico, vivace e multiculturale, con un tasso di disoccupazione attestato al 8.4% (nel maggio 2020). Dunque, andare a lavorare in Svezia non è di certo impossibile, l’importante però è seguire alcuni semplici ma fondamentali passi.

In ogni contea svedese c’è un Ufficio del Lavoro della Contea che gestisce i servizi pubblici di collocamento del territorio, che hanno lo scopo di fornire assistenza nella ricerca del lavoro (anche temporaneo) e offrono anche un servizio di selezione e mediazione con i datori di lavoro.

Prima di tutto, per trovare un lavoro in Svezia è quindi necessario iscriversi all’ufficio di collocamento nazionale Arbetsförmedligen, una sorta di agenzia per il lavoro del Paese, e poter così accedere alle molteplici opportunità lavorative e per poter ottenere il permesso di soggiorno.

Proseguendo, uno dei requisiti fondamentali per riuscire a trovare lavoro in Svezia come stranieri, è certamente la conoscenza di una lingua scandinava. Ovvero, a parte di una buona conoscenza della lingua inglese, è richiesta una discreta conoscenza dello svedese.

In virtù del fatto che lavorare in Svezia senza sapere lo svedese non è molto semplice, il Paese ha messo a punto programmi formativi linguistici gratuiti, attraverso gli uffici pubblici di collocamento e gli enti comunali.

Per trovare invece le migliori offerte di lavoro e le opportunità d’impiego in questo Paese si può percorrere la strada offerta dal sito Workinginsweden, dove è possibile trovare annunci lavorativi. O ancora, consultare il quotidiano svedese in lingua inglese The Local.

Ecco poi anche una serie di riferimenti utili per trovare offerte di lavoro in Svezia e per le quali candidarsi anche dall’Italia:

Infine, lo sai che puoi usare anche Facebook per cercare lavoro? Ti basterà cercare in alcune pagine o gruppi Facebook come Jobb i Stockholm, Jobb och Bostad, Jobbtips inom kommunikation e presentarti alla community ed al gruppo e, se non sarà un lavoro quello che troverai, sicuramente potrai conoscere nuove persone e crearti una rete di contatti nel tuo nuovo Paese.

È importante sottolineare che, sia in caso di candidatura spontanea sia in caso di risposta ad un’offerta di lavoro specifica, è preferibile allegare al proprio CV una lettera di presentazione che permetta al futuro datore di lavoro di avere una prima impressione del candidato.

 Occupazione femminile

Rispetto al nostro Paese, il mondo del lavoro è decisamente al femminile in Svezia e, infatti, la condizione di lavoro delle donne in questa Nazione è ottima e rispecchia davvero una parità di diritti fra uomo e donna, basti infatti pensare che oltre la metà delle donne svedesi ha un impiego e di buon livello.

In tal senso, i lavori più pagati per le donne sono gli stessi degli uomini, vista la grande parità di sesso, ed i settori in cui lavorano prevalentemente le donne in Svezia sono gli stessi che danno maggiore occupazione anche al pubblico maschile.

Per l’appunto, la Svezia è tra i Paesi del nord Europa quello che spicca maggiormente per efficienza e parità di genere. Qui le donne sono infatti “coccolate” sia quando sono manager in carriera sia quando sono mamme da prima linea.

Stoccolma, la capitale, spicca poi nell’equità tra uomo e donna ed è la città con più chance lavorative.

In generale, infine, nel Paese scandinavo la percentuale di occupazione femminile ammonta ad un’incredibile 70,3% contro il quasi 44% dell’Italia. A ciò si aggiunge l’impegno per i diritti umani, il servizio pubblico e la sostenibilità che hanno contribuito a rendere la nazione leader negli affari internazionali.

Lo stipendio medio svedese

Molti si chiedono quanto si guadagna se si sceglie di lavorare in questo Paese. Lo stipendio medio in Svezia si aggira intorno alle 26mila corone svedesi, pari a 2.400/2.500 euro, ma bisogna anche tenere presente che il costo della vita è molto alto e le tasse gravano non poco sulle spalle dei cittadini svedesi.

Infatti, a differenza dell’Italia, il versamento delle tasse è alto ma corrisponde a migliori servizi. Inoltre, ogni lavoratore ha diritto ad almeno cinque settimane di ferie retribuite l’anno e alle giovani coppie con figli neonati spettano 480 giorni di ferie retribuite in più.

Stipendi medi per categorie professionali

Come si diceva in precedenza, lo stipendio minimo in Svezia non è basso ma, ovviamente, il costo della vita incide molto e – per avere un buon stile di vita – bisogna anche saper spendere con criterio il proprio denaro oppure avere la possibilità di svolgere una professione ben pagata.

Ad ogni modo, partiamo dal vedere quanto guadagnano alcune categorie professionali legate, ad esempio alla ristorazione o all’ospitalità e che – a volte – guadagnano anche meno dello stipendio medio.

Infatti, ad esempio, se si desidera lavorare come pizzaiolo all’estero questo Paese potrebbe dare ottimi stipendi comparati all’Italia ma di certo non i più alti della Nazione.

COME TROVARE LAVORO IN SVEZIA

Facciamo qualche esempio:

  • stipendio medio pizzaiolo: 2000/2100 euro al mese;
  • stipendio medio cuoco: 2400/2500 euro al mese;
  • stipendio medio cameriere: 1500/2400 euro al mese;
  • stipendio medio barman: 7000 euro al mese;
  • stipendio medio receptionist: 6700 euro al mese.

Proseguendo, arriviamo invece ai lavori più pagati in Svezia, ovvero quelli legati all’ingegneria ed al campo medico.

Vediamone alcuni:

Infine, rimanendo sempre nella categoria di lavori più pagati in Svezia, ecco una utile classifica offerta dal sito web Salary Explorer:

  1. Medico/Chirurgo: fino a 25000 euro al mese;
  2. Giudice: fino a 23000 euro al mese;
  3. Avvocato: fino a 16000 euro al mese;
  4. Bank Manager: fino a 16000 euro al mese;
  5. Chief Executive Officers: fino a 15000 euro al mese;
  6. Chief Financial Officers: fino a 13000 euro al mese;
  7. Dentista: fino a 12000 euro al mese;
  8. Professore universitario: fino a 11000 euro al mese;
  9. Pilota: fino a 9700 euro al mese;
  10. Direttore marketing: fino a 8000 euro al mese.

Lavori più richiesti

In Svezia, i lavori maggiormente ricercati sono soprattutto destinati ai laureati (lavorare in Svezia senza diploma infatti non è semplicissimo) e sono legati ad alte specializzazioni come professioni nell’IT, ingegneri civili, medici, farmacisti, insegnanti e psicologi, ma vi è anche richiesta di lavori più manuali come, ad esempio, cuochi, camerieri, muratori, artigiani, autisti o meccanici.

➤ Approfondimento consigliato: i lavori che si possono fare senza diploma (in Italia e all’estero)

Ad ogni modo, i settori che certamente vanno per la maggiore sono:

Per quanto riguarda le professioni più ricercate in Svezia, troviamo:

  • ingegneri civili e tecnici;
  • professionisti dell’IT;
  • addetti alla vendita;
  • meccanici;
  • artigiani;
  • medici e tutte le professioni legate al settore sanitario come farmacisti, infermieri e psicologici.

Nello specifico, poi, per chi desidera lavorare come medico all’estero, scegliere di esercitare la professione medica in Svezia è perfetto perché non sono richieste certificazioni specifiche poiché, se si è stati formati nell’area della UE, i titoli universitari vengono riconosciuti di default dal futuro datore di lavoro svedese.

LAVORO IN SVEZIA - LAGO SVEDESE

→→→ Scopri come trasferirsi a vivere in Svezia: costo della vita, pro e contro ed altri consigli ✌

Proseguendo, alcune possibilità interessanti sono riservate anche a coloro che desiderano lavorare in campo agricolo (specialmente durante la raccolta dei piselli, dei cetrioli e degli spinaci, ovvero per il periodo che va da giugno ad agosto) o che comunque cercano un lavoro stagionale in Svezia. Per questo tipo di settore, poi, non è inusuale trovare anche impieghi in cambio di vitto ed alloggio, ad esempio tramite le piattaforme di WorkAway e Woofing.

Infine, anche per chi desidera lavorare nel mondo del fitness all’estero, diverse possibilità sono offerte dalla Svezia che – oltre a moltissimi centri dedicati all’attività fisica ed allo sport – gode anche di una popolazione molto attenta allo stato di salute ed all’attività motoria.

Lavoro in Svezia per italiani

Un altro piccolo capitolo a parte, poi, è riservato anche al tipo di lavori che possono svolgere gli italiani in questo Paese.

Nelle scuole, in particolare nella scuola dell’infanzia, gli insegnanti del Bel Paese possono arrivare a trovare un impiego come insegnante di italiano.

In Svezia, inoltre, sono attivi numerosi corsi di italiano per gli svedesi, che adorano il nostro Paese e la nostra lingua e che quindi ricercano spesso corsi tenuti dagli Istituti Italiani in Svezia oppure dalla stessa Ambasciata o dall’Istituto di Cultura Italiana.

Dopodiché, per tutti coloro che non possiedono una specifica qualifica e non conoscono bene le lingue, una possibilità viene offerta dai ristoranti italiani che si trovano in Svezia e che – a volte – cercano personale nostrano per la cucina.

Infine, per chi invece volesse cercare un lavoro in tutte quelle Aziende italiane che si trovano nel Paese e che offrono lavoro a conterranei, allora consigliamo di controllare periodicamente il sito della Camera di Commercio italiana in Svezia – alla sezione Soci – ed inviare la propria candidatura spontanea.

Dove lavorare in Svezia

Lavorare a Stoccolma

La capitale della Svezia è una città moderna, accogliente e multietnica (un quinto degli abitanti sono stranieri) e perfetta per trovare lavoro. Qui, infatti, vivono tantissimi expat, e moltissimi sono gli italiani che hanno scelto di vivere a Stoccolma poiché molti di questi sono ingegneri arrivati durante il boom industriale.

LAVORO SVEZIA MAPPA SVEZIA

La città offre buone possibilità di trovare un impiego ma soprattutto a chi ha una specializzazione e soprattutto nel settore energetico, IT e dei media (grafici e tecnici per internet, tv e carta stampata) che però è un’esclusiva di chi conosce bene anche lo svedese. Ricordiamoci infatti che Stoccolma è una delle città con i maggiori Startup Hub d’Europa.

Gli stipendi medi a Stoccolma sono di circa 2500 euro al mese.

Lavorare a Goteborg

Come Stoccolma, anche Goteborg è una città che ha saputo trasformare l’integrazione di razze in un’opportunità ed è famosa soprattutto come polo universitario. Ricordiamoci infatti che Göteborg è una delle 10 migliori città dove trasferirsi in Europa.

Anche qui le possibilità di lavoro sono abbastanza elevate ma, anche in questo caso, specialmente per chi è specializzato. L’inglese è diffusissimo e potrebbe non essere impossibile trovare un buon lavoro anche senza conoscere lo svedese.

Gli stipendi medi a Goteborg sono di circa 2300 euro al mese.

Lavorare a Malmö

Si tratta della terza città più grande di Svezia. Qui si trovano molte industrie, potrebbe essere quindi una meta interessante per i professionisti delle industrie pesanti, soprattutto nel settore marittimo ed energetico.

Gli stipendi medi a Goteborg sono di circa 2150 euro al mese.

Lavorare a Kiruna

Si tratta della città più settentrionale della Svezia ed ha più o meno 20.000 abitanti. Si trova a nord del circolo polare artico ed è lavorativamente famosa per le sue miniere di ferro.

Esperienze ed altri consigli utili

Ancora non sei deciso? Prova a leggere le nostre interviste degli italiani in Svezia che hanno già scelto di lavorare in questa parte del Nord Europa, prediligendo tra i vari Paesi scandinavi come Danimarca, Finlandia o Norvegia, proprio la Svezia.

Leggi le loro esperienze di lavoro qui sotto:

Lavorare come Medico in Svezia: la storia di Mario

Tracciare la rotta delle navi in Svezia

Silvia e la sua vita in Svezia

Anche Mara ha scelto la Svezia seguendo il suo intuito