Ecco come cercare (e trovare) lavoro a Malta

Scegliere di trovare lavoro sull’isola di Malta non solo è una scelta che, per moltissimi italiani, potrebbe rappresentare un netto cambio e miglioramento di vita e stile di vita, ma anche una perfetta opzione per chi sta cercando un lavoro all’estero, in una Nazione non tanta lontana dall’Italia, da un clima molto gradevole e piacevole e, per molti aspetti, potenzialmente più economica rispetto all’Italia. Infatti, parlando proprio di costi, il costo della vita a Malta è spesso inferiore rispetto al Bel Paese e, in percentuale, circa il 10% o più in meno.

Inoltre, se la tua idea non solo è quella di trovare un nuovo impiego a Malta ma anche fare business, sappi che scegliere di investire a Malta è una scelta molto popolare tra gli expat di tutto il Mondo proprio perché Malta è tra le isole con regime fiscale agevolato per fare impresa, ossia – specialmente per certe categorie di business (ma non solo) – applica una fiscalità ed una tassazione molto vantaggiosa.

Ad ogni modo, in linea di massima, scegliere di andare a lavorare all’estero non è una decisione che va presa a cuor leggero, ecco perché è importante cercare di raccogliere il più informazioni possibili, prima di partire, ed anche prima di compiere la propria scelta.

Per tale motivo, in questa guida troverai sia consigli su come e dove cercare lavoro sia una descrizione delle pratiche burocratiche da sbrigare e, infine, alcuni consigli utili su pro e contro dello scegliere di andare a vivere e lavorare sulle isole maltesi di Malta, Gozo e Comino.

Vivere e lavorare a Malta conviene?

Trasferirsi a vivere a Malta pro e contro

Tra i pro dello scegliere di andare a lavorare e vivere a Malta vediamo:

☞ Scopri la nostra Guida su come trasferirsi a vivere a Malta

  • Il clima: un fattore che incide molto quando valutiamo un posto nuovo. Il clima a Malta è stupendo e con temperature miti praticamente tutto l’anno;
  • Fiscalità: Malta è uno dei Paesi dell’Unione Europea che offre maggiori vantaggi a livello fiscale, infatti, è una meta ambita da pensionati, imprenditori e nomadi digitali;
  • Turismo: se ami conoscere culture diverse e la calca non ti infastidisce, può essere un posto interessante in cui vivere;
  • Burocrazia snella: per i cittadini europei che decidono di cercare lavoro a Malta non è necessario il visto;
  • Sicurezza: il tasso di criminalità è molto basso;
  • Costo della vita: il costo della vita a Malta non è drasticamente più basso rispetto all’Italia ma, sicuramente, anche vivendo a La Valletta potrete spendere il 10-15% in meno rispetto a una città come Milano, Firenze, Roma o Torino.

Parlando invece dei contro, vediamo:

  • Spostamenti interni: i trasporti pubblici non sono efficientissimi sulle isole e, spesso, il traffico può essere davvero congestionato;
  • Meglio avere un piano preciso di trasferimento a Malta: a meno che non si rientri in una delle categorie professionali molto richieste a Malta (IT, marketing, customer care, specialisti della finanza e altro) o si decida di fare impresa, sarà difficile trovare un lavoro a lungo termine, quindi potrebbe essere una perdita di tempo;
  • Gli stipendi medi: per i lavori non specializzati, gli stipendi medi a Malta sono molto bassi, più bassi che in Italia (ad esempio ristorazione, edilizia, manifattura, etc.).

Documenti per lavorare a Malta

Per andare a lavorare a Malta non c’è bisogno di permessi particolari se si è cittadini UE o italiani. Infatti, per i primi tre mesi, non è necessario alcun documento particolare. Dopo questi 90 giorni, molto probabilmente, il datore di lavoro dovrà richiedere un permesso al Direttore del Lavoro che, solitamente, è valido un anno, ma ne esistono anche di tre anni, sempre prorogabili.

Chi invece desidera essere freelance, ossia aprire una Partita IVA a Malta e lavorare in Italia oppure sull’isola stessa o, ancora, aprire una società a Malta e lavorare però in Italia, il processo è un po’ diverso.

Infatti, chi volesse lavorare a Malta come libero professionista (una categoria che l’isola accoglie a braccia aperte e che può contare su connessioni internet veloci, hotspot gratuiti sparsi per tutta l’isola e una tassazione amica) può aprire Partita IVA oppure costituire una società LTD (che corrisponde alla SRL italiana).

Per aprire la Partita IVA occorre, prima di tutto, richiedere il numero di social security (una sorta di codice fiscale) e quello relativo all’income tax, registrarsi poi all’ETC (Employment & Training Corporation) e – infine – fare richiesta del numero VAT, il numero di Partita IVA maltese. In ultima istanza, per costituire una società LTD, occorre invece inviare comunicazione ufficiale al Registrar of Companies e redarre il Memorandum of Association con la lista dei soci fondatori e dei ruoli aziendali.

Chiaramente, sfruttare la fiscalità agevolata di Malta permette di costituire una società che sarà a tutti gli effetti maltese, pagare le tasse dell’isola e però lavorare in Italia oppure con clienti italiani abbattendo quindi l’IVA e pagando meno in contributi e tasse di quanto si pagherebbe in Italia.

MAPPA DI MALTA

Infatti, tra i punti di forza del sistema fiscale maltese vediamo:

  • aliquota d’imposta progressiva per le persone fisiche(fino a un massimo del 35%);
  • aliquota d’imposta per le società del 35%;
  • Procedure burocratiche semplici e veloci;
  • nessuna tassa patrimoniale;
  • nessuna imposta di proprietà;
  • nessuna trattenuta fiscale;
  • IVA, ossia l’imposta sul valore aggiunto, VAT del 18%;
  • sistema previdenziale equo

Come trovare lavoro a Malta

Lavorare a Malta senza sapere l’inglese è pressoché impossibile. Infatti, non importa molto se il tuo datore di lavoro è italiano o se i tuoi stessi colleghi sono italiani o, ancora, se la comunità di italiani è molto estesa, perché – comunque – ti verrà richiesto di sapere questa lingua. Chiaramente, per alcuni impieghi, di livello medio-basso ad esempio, potrebbe esserti richiesto un livello standard di conoscenza dell’inglese ma, in linea di massima, almeno un livello discreto è richiesto.

Per tale motivo, un consiglio che spesso viene dato a chi cerca lavoro a Malta, è quello di recarsi sull’isola e, prima o mentre si cerca lavoro, di frequentare uno dei tanti corsi di inglese a Malta e quindi essere agevolati nell’ottenimento di un nuovo impiego.

Infatti, una opzione molto quotata tra i tanti italiani che vogliono recarsi sull’isola solo per perfezionare la lingua, è quella di lavorare e studiare inglese a Malta, specialmente durante l’estate o la stagione turistica, in cui le offerte di lavoro sono maggiori.

In secondo luogo, ovviamente, un curriculum vitae in inglese sarà imprescindibile per la vostra ricerca di lavoro a Malta ma considerate sempre che, poi, ad un buon curriculum deve seguire un buon livello di inglese poiché raramente verrete assunti se non sarete capaci di sostenere un colloquio in lingua inglese.

Al contrario, nonostante Malta sia un Paese bilingue, molto raramente vi verrà chiesto di sapere entrambe le lingue parlate (inglese e maltese) ma, quasi certamente, dovrete trasferirvi sull’isola sapendo l’inglese. La lingua Italiana, infatti, verrà certamente considerata un plus (come la conoscenza di altre lingue straniere) ma non un requisito essenziale.

Un’altra componente da tenere bene in considerazione nel momento in cui si desidera trovare un lavoro a Malta è quella di programmare la ricerca del lavoro direttamente in loco. Infatti, scegliere di trovare lavoro a distanza potrebbe non essere così semplice. Le opportunità di lavoro non mancano ma è molto importante inviare il proprio CV direttamente quando si sarà sull’isola, specialmente per essere immediatamente disponibili ad eventuali colloqui.

☞ Potrebbe interessarti anche ☞ Come lavorare nel gaming a Malta

Offerte di lavoro a Malta

Le offerte di lavoro vengono rintracciate, solitamente, online oppure controllando i quotidiani. Chiaramente, questa seconda possibilità, è un po’ meno smart rispetto a quella di guardare gli annunci di lavoro su portali specializzati ma, in certi casi, ancora molto valida.

Alcuni riferimenti che consigliamo sono:

Dopodiché, una volta consultate queste risorse online, potrete cominciare a cercare direttamente sui siti web specializzati, sui portali di agenzie di lavoro a Malta, sugli aggregatori di offerte di lavoro online oppure su siti web di attività e servizi piuttosto redditizi e sempre alla ricerca di personale come, ad esempio, il settore del betting e gaming online.

Lavorare nel gaming a Malta è infatti una scelta molto popolare tra gli expat di tutto il Mondo e, ancora di più, per chi svolge attività lavorative di customer care, marketing, accounting, amministrative o finanziarie.

Alcuni siti web per la ricerca di annunci di lavoro a Malta sono:

Richieste di lavoro a Malta: in che settori si trova lavoro con più successo?

Oltre ai portali web, per cercare lavoro è bene anche focalizzarsi sulle categorie professionali più richieste a Malta e prendere informazioni anche sugli stipendi medi, in modo da avere il giusto potere contrattuale quando si sosterrà un colloquio o si parteciperà ad una selezione.

Categorie professionali più richieste

Settore informatico e IT: molti sono i posti di lavoro a Malta riservati agli specialisti di questo settore. Ogni mese, alcuni siti specializzati nelle offerte di lavoro IT e del gioco/scommesse online come, ad esempio, Pentasia o iGaming Elite, pubblicano tantissimi annunci di lavoro per programmatori, web designer, sistemisti, esperti di sicurezza informatica, esperti di web marketing e di SEO, e di tutte quelle figure connesse al mondo dei professionisti del Web. Un settore molto interessante non solo dal punto di vista lavorativo ma anche per lo stipendio che, mediamente, è più alto a Malta che in Italia.

Lavorare in Banca – lavorare nel settore finanziario: in questo settore ci sono ottime possibilità di inserimento un po’ per tutti, italiani e non. Infatti, stando alle recenti statistiche, gli “asset” bancari maltesi oggi valgono circa otto volte il PIL del Paese.

LAVORARE A MALTA

Lavoro nei Casinò, settore del gioco d’azzardo e del betting professionale: Malta è un luogo molto interessante per i giocatori professionisti e per tutti coloro che desiderano lavorare come croupier a Malta e nei suoi Casinò rinomati in tutto il Mondo. Infatti, questa isola, oltre ad essere l’unica sede europea con una legislazione specifica per il remote gaming, ospita anche degli importanti e proficui, dal punto di vista lavorativo, Casinò.

☞ Approfondimento: Vuoi cercare lavoro nei casinò esteri? ☜

Lavorare nell’edilizia – settore immobiliare: molto forte e produttivo è anche il settore immobiliare che, ad oggi, rappresenta una preziosa risorsa per il Paese nonché un vero e proprio bacino di investimento che sta interessando buona parte dell’Europa. Tantissimi sono infatti anche gli investitori stranieri del “mattone maltese”. Purtroppo però non si può dire lo stesso dei lavori del settore edilizio che non produce offerte di lavoro allettanti come quelle dell’immobiliare ed ha anche stipendi di riferimento molto più bassi.

Lavorare nei customer care, settore di assistenza ed help-desk: le strutture che si occupano di customer care per chi gioca online offrono moltissime opportunità lavorative e, sebbene gli stipendi non siano altissimi, sono un ottimo punto di partenza, specialmente se non si ha ancora un buon livello di lingua inglese.

Lavorare in un ristorante, nel settore turistico – lavori estivi a Malta: il settore turistico e della ristorazione a Malta è una risorsa per moltissimi ma, allo stesso tempo, si tratta anche di uno dei meno vantaggiosi. Infatti, si è un settore dalla concorrenza spietata, dagli stipendi bassi e dai contratti decisamente instabili. Se però si vuole fare una esperienza di lavoro all’estero o recarsi sull’isola e fare una vacanza lavoro a Malta allora questo settore è perfetto, specialmente anche per chi cerca un lavoro con vitto e alloggio. Lavorare a Malta come cameriere/cameriera o barman non è affatto complicato, infatti, tanti sono i ristoranti italiani a Malta che offrono lavoro e che cercano personale italiano (con però la conoscenza dell’inglese e/o di altre lingue straniere) o gli Hotel e B&B in cui fare richiesta, specialmente in estate o durante la stagione turistica.

Categorie professionali meno richieste

Tra le categorie meno richieste, o meglio, a volte più svantaggiate, vediamo coloro che scelgono di lavorare come dentista, ingegnere, architetto, avvocato, insegnante, bracciante, operaio edile od operaio specializzato (a meno che non si rientri nel settore manifatturiero elettronico).

Inoltre, in certi casi, scegliere di lavorare a Malta d’inverno, a meno che non si opti per uno dei settori ad alta richiesta, potrebbe essere molto complicato.

VIVERE A LAVORARE A MALTA

Gli stipendi medi a Malta

Ecco una lista di lavori che si possono trovare a Malta e gli stipendi medi annui di riferimento:

  • Tecnico di Laboratorio – Settore Medico – € 48.000
  • Account Manager – Settore Finanziario – € 45.000
  • Manager Finanziario – Management Aziendale – € 36.000
  • Progettista Software – IT – € 35.000
  • Responsabile Marketing di Prodotto – Marketing – € 32.000
  • Analista Sistemista – IT –€ 28.000
  • Programmatore – IT – € 25.000
  • Frontend Developer – IT – € 24.000
  • Graphic Designer – IT – € 24.000
  • Ingegnere Meccanico – Ingegneria – € 24.000
  • Project Manager – IT – € 22.000
  • Technical Consultant – IT – € 21.000
  • Web Designer – IT – € 20.000
  • Customer Service – Call Center – € 15.000
  • Chef / Kitchen Manager – Ristorazione e Turismo – € 14.000
  • Receptionist – Turismo – € 14.000
  • Security Guard – Sicurezza – € 13.000
  • Cameriere – Ristorazione – € 11.000

Grafico del salario minimo a Malta

E, per concludere, vi offriamo un grafico di riferimento molto interessante e aggiornato con l’evoluzione del salario minimo a Malta:

Ancora dubbi sul tuo trasferimento? Eccoti i 10 motivi per scegliere Malta.