Aprire una società nella splendida Malta

Di Enza Petruzziello

Clima mite, paesaggi mozzafiato e un sistema fiscale vantaggioso. Sono sempre più numerosi gli italiani che decidono di trasferirsi nell’isola di Malta. Da meta turistica, prediletta soprattutto dai più giovani per le loro vacanze studio estive, il piccolo arcipelago immerso nel Mediterraneo in pochissimi anni si è trasformato in terra promessa per coloro che decidono di dare una svolta alla loro vita. Non più solo Londra, il Nord Europa o gli Stati Uniti, dunque. Oggi il nuovo “paradiso”, dove inseguire i propri sogni e obiettivi professionali, è proprio Malta il cui volto sta velocemente cambiando: una vera e propria trasformazione capillare dell’economia che ha reso l’isola l’ultimo paradiso fiscale all’interno dell’Unione Europea.

☞ Potrebbe interessarti anche ☞ Come lavorare nel gaming a Malta

Membro della UE dal 2004 e dell’Eurozona dal 2008, Malta rappresenta un fondamentale centro affaristico, finanziario e marittimo a livello internazionale. Nonostante il suo sistema fiscale sia tra i più vantaggiosi, l’isola è entrata dal 2010 nella “white list” dei paesi mondiali che assicurano totale trasparenza e collaborazione con gli altri stati dell’Unione. Dettaglio questo, che rappresenta una garanzia di sicurezza e tutela per tutti coloro che scelgono l’isolotto per ricominciare a vivere e lavorare, e per dare avvio o dislocare le proprie attività imprenditoriali. Non solo. La possibilità di accedere in maniera molto più semplice e diretta al mercato internazionale e usufruire di una tassazione molto più favorevole che in Italia, sono tra le ragioni che spingono tanti investitori a fare business nel piccolo arcipelago grazie anche alla vicinanza con il Nord Africa e l’Europa continentale.

☞ Scopri la nostra Guida su come trasferirsi a vivere a Malta

trasferirsi sull'isola di malta

【 Scopri i nostri consigli su come investire 10.000 euro

Due i tipi di società che è possibile creare: Ltd (Private Limited Company) e Plc (Public Limited Company). Mentre la prima costituisce il tipo societario equivalente della società a responsabilità limitata di diritto italiano, con l’importante differenza che la partecipazione in una Ltd è rappresentata da azioni e non da quote; la Plc, viceversa, è l’equivalente della società per azioni di diritto italiano. Naturalmente prima di aprire una società Limited a Malta è indispensabile rivolgersi a un consulente professionista, non soltanto per valutare se la tua tipologia di attività è consona all’apertura di una società, ma soprattutto per essere certi che la nuova compagine aziendale non violi leggi e norme.

A Malta, infatti, le regole per le Private Limited Company sono molto snelle e permettono di intraprendere l’attività senza i tanti cavilli burocratici a cui siamo abituati, e senza costi particolarmente elevati. Basti pensare che per aprire una società occorrono solo 48 ore. Ecco perché si tende a privilegiare e scegliere questo tipo di Limited. Il capitale sociale minimo è di 1.665 euro e, per essere legittimamente registrata, occorre che sia versato almeno il 20 % corrispondente a 240 euro. Il capitale deve essere depositato in un conto bancario a nome della società costituenda. Una Ltd può avere anche un solo socio (persona fisica o giuridica) e un solo amministratore (conosciuta come “Single Member” Limited).

★ Non perderti la nostra guida completa per trovare lavoro a Malta

Un notevole vantaggio della Limited maltese è che la responsabilità dei soci è limitata al capitale sottoscritto e non versato, ovvero la parte di capitale della società non pagato rispetto alle azioni di ciascun socio. Da un punto di vista fiscale, le società maltesi sono assoggettate a un’aliquota fiscale del 35% che corrisponde anche all’aliquota massima della tassazione delle persone fisiche in Malta. Non è dovuta, dunque, alcuna imposta ulteriore dai destinatari dei dividendi e – cosa non da poco – l’azionista che sia assoggettato a un’aliquota inferiore potrà richiedere il rimborso per la parte eccedente versata dalla società dal medesimo partecipata. Sono quindi soggetti a tassazione, per le società residenti, i redditi ovunque prodotti e, per quelle non residenti, quelli prodotti nel territorio.

A partire dal 2007 le società maltesi, società “onshore” che pagano le proprie imposte globali a Malta, usufruiscono inoltre di significativi rimborsi d’imposta in base al regime fiscale di imputazione a prescindere dalla residenza dei soci. Il sistema di rimborso fiscale delle società maltesi è noto come “6/7th refund”: dopo aver pagato le tasse societarie al 35% e distribuito i dividendi ai soci, sono legittimate a richiedere un rimborso fiscale del 30% sul 35% versato. Il rimborso è del 25% sul 35% versato su royalties e altri diritti di proprietà intellettuale.

✔ Scoprite con noi come investire ed aprire una società all'estero ✔

Se non avete dimestichezza con numeri e aliquote, non spaventatevi. Molti gli studi legali che offrono assistenza per la costituzione di società all’estero, come ad esempio costituzionesocieta.it, portale italiano indirizzato a chi è pronto a diversificare le proprie scelte di investimento. Come abbiamo visto, infatti, la costituzione di una società a Malta (rappresenta un investimento molto remunerativo e tanti sono i vantaggi che ne derivano.

Senza dimenticare la possibilità di vivere in un posto caldo e accogliente a pochi passi dall’Italia. Insomma se siete stanchi di una burocrazia irritante e di un sistema fiscale esoso, prendete la vostra azienda e trasportala a Malta. Oppure ricominciate da zero e apritene una nuova.

☛ Società all'estero? Scopri tutto quello che devi sapere per evitare l'esterovestizione societaria

 

Info costituzione società all’estero