Perché conviene investire in Svizzera?

La Svizzera è uno dei business center più competitivi al mondo. Dalla sua neutralità politica al suo segreto bancario, il paese ha una forte reputazione per ciò che concerne la protezione degli oggetti di valore. La sua economia forte, il basso debito pubblico, la bassa inflazione e la bassa disoccupazione ne fanno una destinazione sicura per gli investimenti all’estero.

Vi sono numerose buone ragioni per le quali investire in Svizzera conviene: innovazione e tecnologia di prim’ordine, un sistema economico liberale, stabilità politica, stretti legami con i mercati esteri, eccellenti sistemi di istruzione e assistenza sanitaria, infrastrutture eccezionali, un sistema fiscale competitivo e elevato standard di vita. Non a caso oggi come in passato molti italiani hanno deciso di vivere in Svizzera.

Investire capitale in Svizzera: come fare?

Come investire oggi in Svizzera? Questa è una domanda la cui risposta è naturalmente soggettiva. Certo, molto dipende dal mercato, ma anche dalle circostanze personali. È importante capire, infatti, che i vostri soldi potrebbero non essere disponibili per un lungo periodo di tempo. Anche se iniziate con una piccola quantità, ad esempio decidendo di investire 10000 euro, bisognerà aspettare per vedere gli interessi aumentare nel tempo.

▶▶ Ecco la Guida Definitiva per cercare e trovare lavoro in Svizzera ◀◀

In questa guida vi spieghiamo come investire legalmente in Svizzera, i vari tipi di investimento possibili, i rendimenti, i rischi e molto altro. Prima di iniziare, infatti, è necessario innanzitutti avere le idee chiare sul tipo di investimento: immobili, oro, argento, azioni, obbligazioni, conto deposito, eccetera.

Portare soldi in Svizzera legalmente

Da sempre, i nostri connazionali decidono di portare soldi nella Confederazione Elvetica. E non solo per aprire una società in Svizzera. Perché lo fanno? Innanzitutto, a causa dell’incertezza economica e politica del nostro Paese, dell’Europa e della sua moneta, l’euro. In Svizzera c’è il franco svizzero, una delle monete più solide e sicure al mondo, e un sistema di tutela più affidabile del nostro.

In caso di crisi, infatti, il fondo svizzero dispone in anticipo della liquidità per intervenire e può farlo liberamente, tutelando anche correntisti e obbligazionisti. Da qui una grande esportazione della valuta in Svizzera.

ZURIGO

Aprire legalmente un conto

Inoltre, per aprire un conto corrente in Svizzera non serve violare la legge. Pur conservando la residenza fiscale e personale in Italia, è infatti un’operazione piuttosto semplice. La fanno spesso anche i cosiddetti transfrontalieri, cioè i nostri connazionali che abitano nelle regioni del Nord ma lavorano in Svizzera.

☛ Investire all'estero? Scopri tutto quello che devi sapere per evitare l'esterovestizione societaria

Basta recarsi in una banca elvetica e consegnare i propri documenti d’identità. Il conto corrente non può esser anonimo e, per chi abita lontano dal confine, può essere aperto anche in qualche filiale italiana di un istituto di credito elvetico, effettuando il trasferimento di denaro all’estero con un bonifico.

Per fare tutto senza violare la legge, è necessario ricordarsi di riportare le somme possedute fuori dall’Italia nel quadro Rw della dichiarazione dei redditi. Non va dimenticato che le attività finanziarie detenute oltreconfine sono soggette a una tassa che si chiama Ivafe, ed è l’equivalente dell’imposta di bollo applicata in Italia.

È pari al 2 per mille del capitale, anche se per i soli conti correnti è pari a 34,2 euro con esenzione totale per i depositi sotto i 5mila euro. Di solito, per l’apertura di un conto le banche svizzere chiedono a qualsiasi cliente una cifra minima in giacenza. Ma sono ovviamente pronte ad accogliere chi ha molte disponibilità di denaro.

Come investire soldi in Svizzera: il sistema bancario

È dunque legalmente possibile per un cittadino italiano investire denaro in Svizzera, dato che aprire un conto rappresenta già di per sé un investimento bancario. Se si decide di depositare soldi in una banca svizzera, essa mette a disposizione due diverse formule di investimento:

  1. La gestione professionale dei capitali: sarà la banca stessa ad amministrare e investire il nostro denaro.
  2. La gestione autonoma: prevede il semplice deposito dei capitali lasciando all’investitore l’autonomia di decidere come meglio investirli.

Vediamo entrambe, scendendo nel dettaglio anche sui diversi tipi di investimento possibili.

Consulenza da parte della banca

Affidarsi ai consulenti della banca svizzera è un’idea molto utile, visto il loro approccio vincente all’investimento e al profitto. Sono tante le banche che propongono soluzioni di investimento che si adattano ad ogni profilo di investitore: da quello piccolo, con disponibilità di poche migliaia di euro, fino a quello più grande che decide di investire 300000 euro o più.

Inoltre, le soluzioni di rischio sono adatte sia per profili di basso rischio che di alto. Una della banche più importanti, la UBS (United Bank of Switzerland), propone fondi strategici di vario genere: conti, fondi e deposito titoli, il tutto con un approccio di analisi, strategia e disciplina molto precisi e puntuali. Basti pensare che il sito dell’azienda ha un’apposita sezione dedicata ai tassi di interesse delle banche svizzere attuali.

Aprire un conto deposito

Un altro modo di investire soldi in una banca svizzera è aprire un conto deposito, ovvero depositare i soldi in banca percependo degli interessi. Questa formula è la preferita da molti per tutelare i propri risparmi, grazie all’alto livello di privacy garantito.

Il conto deposito è un contratto bancario, che si differenzia dal conto corrente tradizionale per il fatto di assicurare ai depositanti rendimenti più elevati. I soldi, infatti, resteranno in banca maturando interessi negli anni. Ovviamente, più alto è il tasso di interesse proposto dalla banca, più frutteranno i nostri soldi. Si tratta di un investimento a lungo termine, perché per vedere maturare gli interessi di una banca svizzera ci vorrà del tempo. Ogni banca è però diversa, e offre tassi più o meno vantaggiosi.

Le due banche svizzere più note che offrono conti deposito standard sono la UBS e il Credit Suisse Group. Ma in ognuna delle altre 24 banche cantonali è possibile aprire dei conti deposito. Non è però possibile aprire un conto deposito online: è necessario recarsi personalmente presso la banca prescelta per farlo.

Requisiti e documenti

In generale, per aprire un conto deposito, le banche svizzere richiedono ai clienti alcune informazioni concernenti l’identità, l’attività svolta e l’entità della somma da depositare, l’origine dei fondi e la natura delle transazioni monetarie più frequenti per il cliente.

Bisogna aver raggiunto la maggiore età e non essere politicamente o pubblicamente esposti. Le banche rifiutano l’apertura di un conto deposito in Svizzera quando esiste il sospetto che il denaro del richiedente possa provenire da attività illecite, o quando la cattiva fama del cliente possa ledere alla reputazione della banca.

Investire soldi in maniera autonoma

Le banche elvetiche mettono solitamente a disposizione dei clienti piattaforme per accedere ai mercati azionari ed obbligazionari di tutto il mondo ed investire in maniera totalmente autonoma. Tanti scelgono le banche svizzere proprio perché è possibile diversificare e scegliere tra diversi tipi di investimento, come azioni, oro, diamanti e platino.

Investire in Borsa svizzera: azioni

L’acquisto di azioni in borsa vi dà l’opportunità di partecipare al successo di un’azienda. Un titolo vi trasforma in comproprietari della società in cui investite. Grazie alla digitalizzazione, il mercato azionario è diventato più facile ed economico per i piccoli investitori.

Investire in azioni è una modalità molto interessante. È vero che sono soggette a oscillazioni maggiori rispetto ad altri titoli, ma si distinguono per maggiori opportunità di rendimento sul lungo periodo.

La Borsa di Zurigo e la quotazione di diverse società multinazionali sono in grado di offrire agli investitori esteri discrete opportunità. A fronte delle commissioni bancarie e delle spese, i fondi di risparmio non otterranno immediati vantaggi, questo in correlazione alla sicurezza offerta dal metodo elvetico. Un’alternativa di investimento è quella di acquisire dei titoli azionari presso un istituto bancario italiano, ottenendo le medesime garanzie svizzere, ma riducendo i costi di tassazione.

Investire in obbligazioni

Un’altra possibilità è quella di investire in titoli di stato o obbligazioni societarie. In breve, le obbligazioni sono obbligazioni di debito. Effettivamente, si “presta” denaro a una società o al governo che acconsentono a rimborsarci (con gli interessi) entro un periodo di tempo prestabilito. La differenza tra un prestito e un’obbligazione è che si possono vendere e acquistare obbligazioni sui mercati finanziari. Se vendete le vostre obbligazioni, l’acquirente riceverà tutti i pagamenti di interessi futuri e il rimborso finale della somma iniziale prestata.

In genere le obbligazioni sono piuttosto stabili e presentano meno movimenti “su e giù” rispetto ad altri investimenti. Gli investimenti in obbligazioni e in particolare in titoli di Stato svizzeri sono generalmente considerati a basso rischio, poiché la Svizzera ha una solida tradizione di pagamento dei suoi debiti.

Approfondimento consigliato → Scopri come cercare oro in Italia e nel mondo ✩

Titoli di Stato svizzeri

I titoli di Stato svizzeri sono delle obbligazioni che vengono emesse dalla Banca Centrale Svizzera. Il loro valore è espresso in franchi svizzeri, e possono essere sottoscritti anche da cittadini di altri paesi.

Rappresentano uno strumento finanziario che permette a chi li compra di ottenere un rendimento sui propri risparmi, correndo pochissimi rischi. Si tratta di obbligazioni emesse da uno Stato, in questo caso la Svizzera, quindi l’unico motivo per cui avviene una perdita è il fallimento dello Stato.

La loro durata, però, è spesso molto lunga. Inoltre non consentono di guadagnare cifre eccessive, in quanto i tassi di interesse offerti negli ultimi anni sono molto bassi. Quindi è sì poco rischioso, ma è anche meno vantaggioso di altri tipi di investimenti finanziari più rischiosi.

Il guadagno maggiore che si potrebbe ottenere è riferito alla possibilità che il franco svizzero acquisti valore rispetto all’euro. In questo caso è possibile quindi sfruttare il cambio vantaggioso. Per comprare titoli di Stato svizzeri, l’idea migliore è quella di rivolgersi ad un istituto bancario elvetico.

Comprare oro

Le persone investono in metalli preziosi sin dai tempi antichi, e questa rimane una formula popolare per quanti cercano protezione dall’inflazione, deflazione e iperinflazione. Oro e argento sono ampiamente conosciuti come una buona opzione per un investimento sicuro, dal momento che prevedono un rischio relativamente basso di perdere denaro. Comprare oro in Svizzera, dunque, conviene soprattutto quando non si vogliono correre rischi e non ci si preoccupa troppo del ritorno economico, che dipende semplicemente dalla speranza di un aumento dei prezzi.

Conto deposito in posta svizzera

Una alternativa alle banche è l’apertura di un conto deposito alle Poste svizzere, le PostFinance. A partire da un patrimonio pari a 500000 franchi (45 mila euro) depositato su conti privati o conti di risparmio in franchi o euro, PostFinance riscuote in genere una commissione sull’avere disponibile pari all’1% sull’importo eccedente.

Per i clienti che dispongono di un patrimonio elevato, che non si avvalgono di altri servizi (prodotti bancari, come fondi d’investimento o ipoteche) e che utilizzano poco il traffico dei pagamenti, la commissione dell’1% sull’avere disponibile verrà applicata a partire da 250000 franchi. Collegandovi a questa pagina potete vedere tutti i dettagli dei tassi di interesse del conto deposito di PosteFinance.

Investire in Franchi svizzeri

Considerato un bene rifugio per la solidità economica e politica del Paese, il franco svizzero è la valuta dove si rifugiano, appunto, i risparmiatori italiani e di tutto il mondo.

La decisione di comprare franchi svizzeri è perfetta non solo per chi decide di spostare i propri soldi oltre confine, ma anche per chi rimane in Italia e vuole fare tutto online.

È possibile investire in franchi svizzeri in diversi modi:

  1. Un primo modo consiste nel comprare presso una banca di fiducia direttamente la valuta svizzera. In questo caso il guadagno è dato dall’apprezzamento del franco svizzero. Tuttavia, per avere un buon guadagno è necessario comprarne un’ingente quantità, ed inoltre le commissioni sono abbastanza alte. Bisogna valutare accuratamente la situazione e ipotizzare se si avrà o no un nuovo apprezzamento del franco svizzero, per considerare se fare o no questo tipo di investimento.
  2. Il secondo modo per investire in franchi svizzeri, più conveniente e sicuramente meno rischioso, consiste nel comprare obbligazioni in franchi svizzeri, così che il guadagno è dato dalla cedola corrisposta, oltre che dall’eventuale apprezzamento della valuta svizzera.

Investire in fondi svizzeri

Prima di scegliere i fondi di investimento in Svizzera per far fruttare il proprio capitale, è necessario comprendere come funzionano. Un fondo è un investimento collettivo, in cui i vostri fondi vengono riuniti insieme ai fondi di altri investitori e gestiti attivamente per vostro conto. Un gestore di fondi e un numero elevato di altri intermediari sono coinvolti nel vostro investimento, e prendono decisioni di acquisto e vendita per voi.

☞ Hai un bel gruzzolo e vuoi farlo fruttare? Leggi la nostra guida su come investire 300000 euro! ♕

Diversi i vantaggi dei fondi di investimento in franchi svizzeri:

  1. Il rischio di investimento è suddiviso in un pool di singoli investimenti, il che riduce al minimo il rischio di perdere denaro.
  2. Liquidità: molti fondi ti consentono di ritirare il tuo denaro e di richiederlo entro pochi giorni.

Investire in immobili in Svizzera

Con i prezzi degli affitti in aumento, non sorprende che molte persone in Svizzera stiano pensando di mettere a reddito il proprio immobile.

Attualmente, però, è meglio comprare una casa per se stessi piuttosto che trattarla come un investimento. Dato che negli ultimi anni è diventato molto costoso acquistare una casa, il ritorno dagli investimenti immobiliari in Svizzera è piuttosto basso.

Altri tipi di investimento

Ci sono infine altri tipi di investimento che è possibile fare in Svizzera:

  1. Investire in una startup: se si ha un capitale da parte, si potrebbe scegliere di diventare uno dei business angels elvetici, ossia di quegli investitori che provvidenzialmente aiutano le piccole aziende appena avviate. C’è un grande fermento in Svizzera soprattutto per le startup legate all’informatica. Investendo in una di queste potreste trarre numerosi vantaggi e, perché no, contribuire alla nascita di un futuro gigante dell’ITC.
  2. Investire in RSA, ovvero in Residenze Sanitarie Assistenziali. Magari in Canton Ticino, dove molti pensionati italiani decidono di andare a vivere ogni anno.

Inconvenienti e rischi di investire in Svizzera

Per quanto si possa essere cauti nell’investire i propri risparmi in Svizzera, anche solo attraverso un conto deposito, i rischi ci sono (come per tutti gli investimenti all’estero).

Uno dei fattori di rischio principali per gli investimenti in Svizzera è il tasso di cambio elevato. L’economia svizzera, inoltre, dipende fortemente dal commercio, dai servizi finanziari e dalla presenza di multinazionali, e le aziende devono far fronte a norme e leggi molto severe.

Senza contare che la sopravvalutazione del franco svizzero e il segreto bancario, che possono fungere da rifugio economico, rendono il paese sensibile agli affari economici globali e attirano di tanto in tanto gli occhi di tutto il mondo, rallentando altre iniziative economiche.

Meglio dunque affidarsi a dei consulenti esperti e che conoscano il territorio, in grado di guidarvi e supportarvi.