Cosa sapere se volete investire in Albania

a cura di Enza Petruzziello

Paese fino a un ventennio fa considerato tra i più difficili, l’Albania è riuscita a rinascere, cambiando pelle e offrendo molti vantaggi dal punto di vista economico. Ad oggi ci sono circa 20 mila italiani che vivono e lavorano a Tirana, capitale e principale città, o nei dintorni. Si tratta infatti di uno dei paesi meno costosi al mondo e di una destinazione che fa gola a molti.

Giovani, imprenditori e pensionati scelgono il paese come nuova patria alla ricerca di nuove opportunità, per godersi gli anni della pensione, oppure per investire.

Perché investire in Albania: i pro e i contro

Conviene davvero investire in Albania? Quali sono i motivi di questo crescente interesse per gli investimenti nel paese? Innanzitutto la vicinanza con l’Italia, poi la sua economia: il tenore di vita qui è aumentato vertiginosamente, gli stipendi si sono triplicati e trovare lavoro non è più una mission impossibile. E ancora: costo basso della manodopera, una tassazione vantaggiosa, la vicinanza all’Italia, la lingua e i costi di trasporto verso il nostro Paese.

【 Scopri i nostri consigli su come investire 10.000 euro

investire in albania

Senza dimenticare la burocrazia snella. In Albania è possibile aprire un’attività in una giornata. Un miraggio se paragonato ai tempi e ai costi italiani. È un Paese in espansione, dove la richiesta di personale qualificato è ancora alta, quindi è perfetto per chi vuole investire all’estero e diventare imprenditore.

E poi c’è il costo della vita, davvero molto conveniente soprattutto per i pensionati che in Albania, con il loro assegno pensionistico, possono condurre una vita agiata. Pur avendo un minore potere d’acquisto locale rispetto alla maggior parte dei Paesi in classifica, l’Albania offre prezzi bassi su generi alimentari, affitti e merci. Nella capitale, Tirana, per questi servizi si arriva a spendere appena 630 dollari al mese.

☛ Investire all'estero? Scopri tutto quello che devi sapere per evitare l'esterovestizione societaria

Tutte queste ragioni ci spiegano perché oggi è il momento giusto per investire in Albania. Diversi gli italiani che hanno avviato un business in una delle città principali: Tirana, Durazzo, Saranda, Shengjin e Valona che rappresentano anche gli ingressi principali al Paese.

Di contro, come in tutti i Paesi in via di sviluppo ci sono naturalmente dei rischi. I problemi maggiori sono rappresentati da un’alta corruzione, mappe del catasto non sempre aggiornate e modelli di sviluppo differenti tra diverse aree territoriali. Sono però dei rischi che possono essere affrontati e superati, e lo dimostrano le tante imprese italiane presenti nel paese.

Quante aziende italiane ci sono nel paese?

Secondo i dati di Infomercati, nel 2018 l’Italia è risultata detenere il 34,1% di share dell’interscambio commerciale complessivo dell’Albania, che nel 2017 ammontava a circa 2,6 miliardi di euro. L’Italia è nettamente il primo cliente, con il 48.2% di quota del volume delle esportazioni; è anche il primo fornitore dell’Albania con il 27,3% delle importazioni.

Secondo i dati del 2018, dopo l’Italia, primo partner commerciale, figurano la Grecia (6,9%), la Germania (6,6%) e la Cina (6,3%). La nostra presenza è assicurata da circa 1000 imprese piccole e medie, dal grande gruppo bancario Intesa San Paolo, e da alcuni gruppi industriali medio-grandi affermatisi principalmente nei settori del cemento, dell’agroalimentare e dell’energia. Sul totale delle imprese con capitale straniero e misto per paese di provenienza, l’Italia ha assorbito la quota maggiore dell’occupazione (49,6%) e del turnover (25,2%).

☛ Ecco tutto ciò che devi sapere per comprare casa all’estero

Ma gli investimenti non sono solo italiani. Tanti anche quelli stranieri ed europei che negli ultimi anni hanno portato introiti nelle casse del Paese, consentendo la sua lenta rinascita.

Pensiamo, ad esempio, agli investimenti cinesi. Sarebbero 90, infatti, le nuove società cinesi arrivate in Albania negli ultimi due anni, in particolare interessate dalle opportunità di cooperazione nel settore dell’energia, delle infrastrutture e dell’industria mineraria. Attualmente sono 150 le società cinesi attive nel paese.

Dove investire in Albania: i settori economici più redditizi

Le più grandi industrie dell’Albania si concentrano in questi ambiti:

  • Settore alimentare
  • Prodotti del tabacco
  • Tessile e abbigliamento
  • Fonti energetiche
  • Agricoltura
  • Turismo
  • Import/export
  • Investimenti immobiliari
  • Gestione dei rifiuti

Come sottolinea ancora Infomercati, sito della Farnesina, l’economia albanese offre buone prospettive di investimento in particolare nel settore energetico. Entro il 2020, l’Albania intende soddisfare il 38% del consumo interno con fonti rinnovabili. La legge per la “Promozione dell’uso di energia rinnovabile” Nr. 7/2017 prevede l’attuazione di un piano di incentivi per investire nella creazione di nuove fonti di energia eolica e solare.

Anche investire nell’agricoltura può risultare vantaggioso. Esistono, infatti, buone possibilità di inserimento per i fornitori italiani di macchine ed impianti relativi al settore agroalimentare ed in particolare impianti ad alto contenuto tecnologico per la lavorazione, trasformazione e conservazione dei prodotti carnei e vegetali, nonché macchinari per il settore enologico.

Per le aziende che vogliono investire in Albania, ci sono poi buone opportunità nel settore turistico: presenta grandi potenzialità soprattutto lungo le coste, che piacciono molto ai turisti di tutto il mondo. In fondo aprire un ristorante all’estero, oppure un bar, è il sogno di tanti italiani.

Ottime opportunità si riscontrano nel settore manifatturiero (calzature e tessile), alla luce delle competitive condizioni del mercato del lavoro albanese, della favorevole tassazione e dei tradizionali elementi di vantaggio per i nostri operatori economici.

Albania, Ksamil Beach

Leggi la nostra guida per trasferirsi a vivere in Albania

Infine per chi cerca investimenti sicuri in Albania, il settore immobiliare è quello su cui puntare. Si prevede che in un prossimo futuro il valore della terra aumenterà: se comprate un terreno oggi, tra qualche anno potreste venderlo ad un prezzo molto più alto.

Per quanto riguarda i costi, molto dipende dal tipo di investimento che si vuole fare. Molti preferiscono cercare un socio per un’attività all’estero, in modo da poter investire una cifra più consistente e dividere le spese e gli utili. Tuttavia, se volete investire in Albania, normalmente è sufficiente anche un piccolo capitale, dai 30mila euro in su.

Aprire un’azienda in Albania

Come abbiamo detto all’inizio di questo articolo, sono tante le imprese italiane in Albania. Aprire un’attività qui, che sia un bar piuttosto che un negozio oppure un’azienda è facile e veloce.

Gli imprenditori che desiderano investire in Albania possono scegliere tra

  1. Una società a responsabilità limitata (SHPK);
  2. una società pubblica (SA), che richiede però un capitale minimo di almeno 27.000 euro;
  3. società con capitale sociale comune (Sha);
  4. filiali di una società straniera.

Le società a responsabilità limitata (SHPK), che può essere costituita come una società anche da un singolo membro, cioè la stessa persona fisica o giuridica del suo azionista e amministratore, è più attraente e amichevole per gli investitori stranieri. La procedura di costituzione richiede la stesura e la firma di pochi documenti e può essere conclusa entro 10/15 giorni, compresa l’apertura del conto bancario.

Documenti necessari per aprire un’attività

Tutte le società, oppure chiunque abbia un’attività in Albania, devono registrarsi presso il Centro Nazionale di Registrazione. Il Centro Nazionale di Registrazione è l’ente pubblico responsabile per la registrazione e il mantenimento delle informazioni di registrazione di tutte le imprese e le attività del paese.

Una società è considerata ufficialmente registrata dal momento in cui la registrazione va a buon fine. I requisiti per la registrazione sono:

  • Avere un minimo di un socio e un amministratore. Una società può avere un socio che può essere una persona fisica o una persona giuridica.
  • Domiciliazione in Albania. Ogni azienda deve avere una sede legale nel Paese, alla quale poter inviare la corrispondenza.

Altri requisiti:

  • Nome della società.
  • Breve descrizione dell’attività commerciale.
  • I dati dei soci e la loro percentuale delle azioni.
  • I dati dell’amministratore.
  • Atto costitutivo e Statuto della società.

Tasse

Ma quanto costa aprire un società in Albania? Un aspetto importante, per quanto riguarda il rapporto con la burocrazia e l’aspetto economico, è quello sulla tassazione, che risulta piuttosto conveniente. Per un’impresa, la tassazione sugli utili è al 15%, estremamente bassa se confrontata con quella italiana, e arriva addirittura al 7,5% se l’attività fattura meno di 50.000 euro.

L’IVA è, sul commercio, al 20%, poco più bassa di quella italiana. Sono esentate invece dall’IVA le attività che fatturano meno di 36.000 euro.

Rilevare un’attività commerciale

Un’altra strada da percorrere per investire in Albania è comprare o prendere in gestione attività commerciali già avviate, magari su una delle bellissime spiagge della costa albanese.

Sul web ci sono numerosi annunci di attività in vendita o in cessione. Qua trovate alcuni dei più interessanti. Se invece siete interessati al cosiddetto bar sulla spiaggia, questo sito pubblica diverse offerte di attività in vendita a Saranda, la località sulla costa del sud tra le più gettonate dai turisti.

☆ Vuoi investire o trasferirti fuori dall'Italia? Scopri come inviare soldi all'estero legalmente! ✔

È possibile aprire un’azienda in Albania e lavorare in Italia? Si può, ma è sconsigliato. Con un partita IVA estera è infatti possibile operare in Italia, ma si è tenuti a pagare le imposte in Italia e all’estero.

Comprare casa in Albania

Tra i settori più sicuri dove investire c’è quello immobiliare. Per molti comprare casa all’estero rimane ancora una delle forme più redditizie di investimento.

A comprare casa – soprattutto sul mare – sono pensionati e imprenditori. Le principali agenzie immobiliari hanno registrato una forte crescita degli investimenti immobiliari in Albania fatti da cittadini stranieri in pensione.

Un’altra categoria di acquirenti è quella che vede come un potenziale investimento l’acquisto di immobili sulla costa, per beneficiare dell’aumento dei prezzi durante la stagione estiva. Per questo motivo, il turismo degli investimenti immobiliari non sta coinvolgendo soltanto le mete più ambite come Saranda o Himara, ma anche città come Durazzo o Dhermi.

Poi c’è la capitale Tirana, naturalmente. Città in continua crescita dove transitano molti turisti e un numero sempre maggiore di studenti e lavoratori, è il posto perfetto in terra albanese per comprare un alloggio, soprattutto in centro o in quartieri chiave.

Quanto costa comprare casa?

I prezzi per comprare casa in Albania sono molto competitivi, aggirandosi intorno ai 30-40mila euro.

A darci un quadro più dettagliato sui prezzi delle case e degli appartamenti in vendita è Forex Trading Italia , che analizza i costi della vita in Albania, compresi quelli per comprare o affittare casa.

Il costo medio di affitto di una casa in Albania è di 277,04 euro (33.826,16 ALL), 434 euro più basso rispetto a quello italiano. Invece, il costo medio per comprare casa è di 879,95 euro (107.442,70 ALL) al metro quadro, 1.712 euro al metro quadro più basso rispetto a quello italiano.

Nel dettaglio: un metro quadro a Tirana oscilla da 400 euro in periferia fino a 2.500-3.000 euro nella zona centrale. A Saranda, Durazzo e lungo la costa, i prezzi invece oscillano da 450 euro a mq fino a 650-750 euro in complessi residenziali di recente costruzione.

★ Curiosità! Scopri dove sono le case meno costose al mondo

Per quanto riguarda le case di lusso, le ville in vendita in posizioni privilegiate hanno un range di prezzi dai 130.000 ai 400.000 euro. Una proprietà in Valona di 1200 metri quadri, ad esempio, si aggira intorno ai 250.000 euro.

Poi c’è il capitolo tassazioni. L’imposta per il passaggio di proprietà infatti è pari al 3% del prezzo di acquisto dell’immobile. Altra spesa necessaria è la parcella da riconoscere al notaio al momento del rogito. Per investimenti immobiliari sul mare o a Tirana, le spese legali ammontano mediamente a non più di 2.000 euro.

La tassazione è conveniente anche dopo aver acquistato casa. In Albania infatti le spese di funzionamento della struttura sono piuttosto ragionevoli: le aliquote fiscali comunali variano a seconda della città, ma in genere sono di circa 0.25 euro al metro quadro l’anno nelle aree costiere.

Agenzie immobiliari dove cercare e comprare casa in Albania

Una risorsa preziosa per comprare un appartamento in Albania sono i siti web delle agenzie di real estate.

Di seguito un elenco dei principali siti:

  1. AlbRealProperty.com. In italiano, il portale è dedicato alla vendita e all’affitto di residenze e appartamenti a Tirana, Durazzo, Valona e Saranda.
  2. Irea Property. Agenzia immobiliare albanese, dispone di un’ampia offerta sia per tipo di immobili sia per numero di città. Il sito è in italiano ed è semplice da usare per cercare casa.
  3. Bora Property. È il portale dell’agenzia omonima di Saranda per comprare casa al mare in alcuni dei più bei residence dell’Albania.
  4. Albanian Real Estate. Fornisce ai clienti informazioni dettagliate su tutte le proprietà in vendita, come posizione, descrizione e immagini.
  5. HomeLand Real Estate. Intuitivo e semplice da utilizzare, nonostante sia in lingua inglese, il sito permette una ricerca veloce incrociando diverse informazioni come città e tipo di proprietà che si desidera acquistare o affittare.

Costo della vita basso, tassazione vantaggiosa, incentivi fiscali e un paese in forte rinascita fanno dunque dell’Albania uno dei Paesi a cui guardare per cambiare vita e reinventarsi, magari proprio da imprenditori. Un viaggio in questa bellissima terra potrebbe convincervi definitivamente a mollare tutto e sceglierla come nuova casa.