Trasferirsi in Norvegia per lavoro: una scelta conveniente

La Norvegia è una terra ricca e prospera, che offre ottime possibilità di lavoro per profili altamente specializzati. Per esempio, è uno dei migliori Paesi dove lavorare come ingegnere.

Una società in cui regna la democrazia, in cui il reddito pro capite è distribuito equamente e dove, secondo l’Indice di Sviluppo Umano (HDI), la qualità della vita è la più alta al Mondo. Basti infatti pensare che si trova al 4° posto nella classifica dei Paesi con la migliore qualità di vita.

La Norvegia è inoltre una delle migliori Nazioni al Mondo per parità tra i sessi: un diritto per le donne considerato inalienabile già dal 1978, ossia molto prima che in alcuni Paesi si cominciasse anche solo a parlare dell’argomento.

La maternità inoltre è fortemente rispettata e, secondo il Mothers’ Index di Save the Children, risulta anche essere il miglior Paese al Mondo per diventare mamma. Infatti, la Norvegia è una eccellenza anche dal punto di vista degli aiuti alla famiglia e, soprattutto, alle donne nel momento in cui decidono di avere figli nonostante il lavoro e la carriera.

La Norvegia fonda la sua ricchezza sui giacimenti petroliferi, le cui rendite però, a differenza di quanto è avvenuto negli Emirati Arabi, sono servite a migliorare e a sviluppare il settore pubblico e le energie alternative.

Infatti, è anche di fondamentale importanza pensare che questo sia il Paese europeo nº1 per auto elettriche. Inoltre, a partire dagli anni ’90, le notevoli entrate energetiche sono state investite nel Fondo Pensione Governativo Globale (SPU), il fondo mondiale più trasparente e meglio gestito.

mappa norvegia

Le rendite provenienti dall’oro nero, poi, sono servite anche per promuovere le industrie tradizionali, come la pesca e il trasporto marittimo. Un’ulteriore spinta all’aumento dell’occupazione è stata data anche dalle tante iniziative messe in atto dallo Stato norvegese, quali sgravi fiscali, formazione del lavoratore e programmi volti a favorire la mobilità di quest’ultimo.

Se poi si fosse alla ricerca di motivazioni sul perché vivere in Nord Europa ed andarci quindi a lavorare è sufficiente pensare che in questa parte di Mondo la settimana lavorativa dura mediamente 37,5 ore e che il lavoratore è garantito e tutelato molto di più che in Italia.

Perciò, se ti sei deciso e vuoi diventare anche tu il prossimo expat in Norvegia ecco ciò che dovresti sapere su quali documenti procurarti per lavorare in questo Paese, sui migliori motori di ricerca per trovare un impiego, sui settori più proficui a livello di stipendi, sui lavori più richiesti e su che città scegliere come meta del tuo trasferimento.

Documenti per lavorare in Norvegia

Come certamente moltissimi sapranno, la Norvegia fa parte dello spazio Schengen e quindi non è necessario alcun visto particolare o permesso di lavoro per trovare un impiego e svolgerlo in questo Paese da italiani o da cittadini europei.

Ad ogni modo, anche se per entrare nel Paese e lavorarci non è necessario alcun tipo di permesso ma solo il proprio documento di identità (passaporto o carta di identità), è però necessario registrarsi presso la polizia locale, soprattutto se si desidera rimanere a vivere in Norvegia per un periodo superiore ai tre mesi.

Prima di tutto, è quindi indispensabile registrarsi online nel sito dell’Immigrazione norvegese e, in un secondo momento, bisognerà poi recarsi all’Ufficio di Polizia responsabile dell’area di residenza per farsi rilasciare un certificato di registrazione. Tale certificato sarà molto utile perché si potrà poi accedere alla previdenza sociale, aprire un conto in banca acquistare una SIM norvegese e molto altro ancora.

Dissimile, infine, non è il caso di chi possiede una carta di soggiorno italiana e vorrebbe lavorare in Norvegia poiché sarà valido il permesso a livello UE per poter comunque fermarsi in questo Paese a lavorare.

Come trovare lavoro: offerte ed altri consigli

La Norvegia è un Paese molto attivo dal punto di vista del mercato del lavoro e, tra l’altro, sotto molti punti di vista e diversi settori di impiego. Infatti, avendo un tasso di disoccupazione di circa il 3.9% (febbraio 2020) è abbastanza facile intuire che il lavoro non sia uno dei maggiori problemi dell’economia di questa Nazione scandinava.

Passando poi alla ricerca delle offerte di lavoro o su come cercare lavoro in Norvegia, vi consigliamo i seguenti siti e motori di ricerca:

  • www.nav.no: sul sito, oltre ad un nutrito elenco di offerte lavorative, ci sono informazioni utili per i lavoratori stranieri che vogliono cercare un’occupazione in Norvegia ed anche una guida pratica (in inglese) su come vivere nel Paese;
  • EURES Norvegia: il portale europeo della mobilità professionale, in cui è possibile reperire informazioni e dati ufficiali sul mercato del lavoro norvegese;
  • http://unginfo.no: nel sito si possono reperire diverse informazioni utili per coloro che desiderano lavorare in Norvegia, oltre ad una serie di link delle principali agenzie di collocamento;
  • www.udi.no/en/: il punto di riferimento dell’Immigrazione norvegese e in cui trovare informazioni sul mercato del lavoro norvegese, su dove cercare un impiego e su come fare domanda per trovare un lavoro;
  • www.finn.no: enorme database con tantissimi annunci di lavoro in diversi settori e qualifiche;
  • www.jobbjakt.no: offerte di lavoro generiche e divise per settori di impiego;
  • https://www.manpower.no/en-no/: sito web di Manpower Norvegia;
  • https://www.adecco.no/: agenzia interinale attiva a livello internazionale;
  • https://ekstrahjelp.no: soprattutto offerte di lavoro riservate a giovani o a neolaureati.

Un secondo modo per entrare poi nel mercato del lavoro norvegese è quello di seguire un programma di tirocinio. Consultando il seguente sito www.trainee.no/information-in-english se ne possono trovare diversi, con le linee guida dei programmi. Importante è sapere che in Norvegia il tirocinio è riservato solo a giovani neolaureati, è retribuito e dura almeno 12 mesi. Normalmente, poi, alla fine del percorso garantisce un lavoro fisso di livello junior.

Venendo poi ai consigli utili per lavorare in Norvegia, segnaliamo inoltre che è bene sapere che non tutte le offerte di lavoro sono pubblicizzate sui siti specializzati per la ricerca di un’occupazione e che quindi è consigliabile consultare anche siti internet aziendali e le sedi stesse delle società presso cui si vorrebbe lavorare, proponendo la propria candidatura.

Parlando invece di agenzie specializzate per trovare lavoro, segnaliamo inoltre la possibilità di rivolgersi ad uno dei numerosi uffici di collocamento (Arbeidsformidling) presenti su tutto il territorio norvegese e che offrono un servizio di assistenza gratuito a tutti coloro che hanno bisogno di trovare opportunità di impiego in Norvegia.

Stipendi medi, lavori più pagati e impieghi maggiormente richiesti

Lo stipendio medio, in Norvegia, è di circa 2800 euro al mese e, nella città di Oslo, è anche un po’ più alto, circa 3000 euro. Chiaramente, essendo la capitale, si arriva a guadagnare di più ma anche a spendere maggiormente.

Inoltre, lo stipendio medio varia moltissimo a seconda dell’occupazione svolta, come è facile intuire, e un lavoro come pizzaiolo o come cuoco oppure ancora come autista, muratore o boscaiolo non arriverà mai a far guadagnare tanto quanto un lavoro come infermiere o medico oppure, pescatore o tecnico/ingegnere specializzato del settore petrolifero ed energetico.

norvegia

In tal senso, un pizzaiolo o un cuoco possono arrivare a guadagnare circa 30K o 35K euro massimo all’anno, ovvero una cifra molto diversa da chi lavorerà come pescatore nel settore del salmone o della pesca del granchio reale rosso che arriverà infatti a guadagnare anche più di 70K euro l’anno.

Ancora di più poi, a livello di salari, se guardiamo chi lavora sulle piattaforme petrolifere e che può arrivare a guadagnare anche più di 200K euro l’anno a seconda della specializzazione e del ruolo ovviamente.

Tornando invece al lavoro nei boschi della Norvegia, possiamo affermare che lavorare come boscaiolo in Scandinavia non sia così complicato (specialmente perché non sono quasi mai richieste conoscenze linguistiche). Un lavoro di questo tipo darà modo di guadagnare circa 40.000 euro annui o più; uno stipendio un po’ più basso rispetto a tanti nel Paese ma sicuramente più alto di quello italiano o di altri Paesi del Mondo. Un’avventura che potrebbe permettere a tanti di scoprire le foreste norvegesi e comunque svolgere un lavoro relativamente inusuale e comunque appagante.

Guardando poi ai settori lavorativi, vediamo alcuni stipendi mensili di riferimento:

  • Amministrativo 3400 euro;
  • Finanza e assicurazioni: 4900 euro;
  • Industria chimica: 4130 euro;
  • Industria automotive: 3900 euro;
  • Costruzioni ed edilizia: 4300 euro;
  • Customer care & support: 3400;
  • Educazione e ricerca: 3700 euro;
  • Risorse umane: 4600 euro;
  • IT: 6000 euro;
  • Giornalismo e Media: 3700 euro;
  • Marketing: 4500 euro;
  • Ingegneria meccanica: 4000 euro;
  • Industria farmaceutica: 4600 euro;
  • Health care: 5000 euro;
  • Turismo e ospitalità: 3000 euro.

Se invece si vuole fare una ricerca tra i lavori più richiesti in Norvegia, invece, è possibile segnalare queste professioni:

  • Infermieri specializzati;
  • Specialisti del settore petrolifero ed energetico;
  • Lavoratori più o meno qualificati nel settore delle costruzioni.

Infine, tornando agli stipendi, è possibile elencare i lavori più pagati della Norvegia:

  • Medico (120K euro annui);
  • Specialista dei servizi finanziari (100K euro annui);
  • Executive Manager (78K euro annui);
  • Specialista del marketing e della comunicazione (67K euro annui);
  • Specialista delle vendite e del business development (74K euro annui);
  • Ingegnere informatico (80K euro annui, ricordiamoci infatti che la Norvegia si trova anche al 2º posto nella classifica dei Paesi con gli stipendi più alti per un ingegnere informatico);
  • Specialista dei servizi ittici (fino a 167K euro annui, specialmente per via dell’industria relativa al salmone: “l’oro rosa della Norvegia”).

Lavoro in Norvegia per italiani

Gli italiani in Norvegia sono circa 6000 (secondo gli ultimi dati AIRE del 2016), ovvero una comunità abbastanza consistente se consideriamo che la popolazione totale del Paese è di circa 5.4 milioni di abitanti.

In linea di massima, quindi, è possibile trovare degli impieghi presso italiani che hanno aperto un business in questo Paese ma offerte specificatamente aperte ad italiani non sono presenti; questo è quindi un fattore da considerare nel momento in cui si decide di cercare lavoro in Norvegia direttamente dall’Italia.

✎ Tutto quello che c'è da sapere per trasferirsi a vivere in Norvegia

In tal senso, se si stanno cercando offerte di lavoro in questo Paese specifiche per italiani, è possibile sia tentare con alcune industrie ed aziende italiane in Norvegia (controllando ad esempio quali sono sul sito della Camera di Commercio italo-norvegese) oppure, specialmente per chi cerca lavoro ad Oslo, tentare con i diversi ristoranti, caffè e bar italiani che – potenzialmente – potrebbero voler assumere personale nostrano.

Altre possibilità possono poi essere quelle dell’insegnamento dell’italiano che, però, salvo le poche posizioni presenti (saltuariamente) sul sito dell’Istituto Italiano di Cultura ad Oslo, sono piuttosto difficili da riscontrare.

Due riferimenti utili per trovare posizioni riservate a italiani in questo Paese sono il gruppo Facebook Italiani in Norvegia ed Oslo ed anche l’Associazione italiani in Norvegia.

Lavori stagionali o in cambio di vitto e alloggio

Trovare un lavoro estivo o, comunque, stagionale in Norvegia non è complicato e – sempre facendo riferimento ai database elencati precedentemente – è possibile trovare una serie di annunci per diverse opportunità di lavoro anche temporanee o per pochi mesi.

Infatti, sono sempre abbastanza richiesti operatori dell’ospitalità (receptionist o personale delle pulizie) oppure personale specializzato nella ristorazione come cuochi, camerieri, barman, pizzaioli, etc. Tra l’altro, per questa tipologia di impieghi non è assolutamente necessario conoscere la lingua norvegese ma sarà sufficiente conoscere l’inglese e, ovviamente, un plus sarà quello di conoscere altre lingue straniere come francese, tedesco, spagnolo, etc.

Nello specifico dei lavori stagionali o temporanei, segnaliamo poi questi siti web specializzati:

Infine, un’altra possibilità per i ragazzi con un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, è quella offerta dall’associazione culturale Atlantis (https://atlantis.no/english/), un’associazione senza scopo di lucro che si occupa di scambio culturale giovanile in diversi Paesi del Mondo e che quindi include anche gli italiani. Il lavoro offerto è in genere di tipo stagionale, per esempio: au pair, assistenza agli eventi, hostess e steward, pulizie in un ostello, lavoro agricolo nelle fattorie ed altro ancora, quindi perfetto anche per chi cerca un lavoro stagionale o estivo.

Per chi invece è alla ricerca di un impiego in Norvegia in cambio di vitto ed alloggio, le soluzioni migliori sono quelle offerte dal sito web WorkAway e le opportunità di lavorare come ragazza alla pari. Per quest’ultima opzione consigliamo di consultare il sito web specializzato https://www.aupair.com.

Dove lavorare in Norvegia

In generale, la maggior parte degli expat, sceglie di trasferirsi a vivere e lavorare a Oslo quando opta per la Norvegia e, ovviamente, non solo perché si tratta di una ottima capitale dove vivere ma anche perché è dove risiede la maggiore concentrazione di offerte di lavoro e gli stipendi più alti.

Lavorare a Oslo significa infatti trovare davvero di tutto a livello di impiego e, tra le altre cose, vuole anche dire scegliere una delle località con il più basso tasso di disoccupazione del Paese che, comunque, è lo stesso molto ridotto rispetto a quello italiano.

Dopodiché, altre città abbastanza quotate dagli expat di tutto il Mondo sono quelle di Bergen, Tromso, Trondheim, Stavanger e Alesund.

Nello specifico, chi sceglie di lavorare a Bergen e Tromso opta soprattutto per un impiego nel settore del turismo; chi invece sceglie di lavorare a Trondheim normalmente lo fa per lavorare nel settore dei media e della filmografia e, infine, scegliendo Stavanger e Alesund lo si fa per trovare un impiego nel settore industriale e manifatturiero.

Esperienze e consigli degli italiani expat in Norvegia

Se, poi, stai cercando maggiori informazioni su come sia vivere e lavorare in Norvegia e su quali tipi di lavoro fanno gli italiani che già ci vivono, ti consigliamo di leggere le nostre interviste:

Lascia casa e lavoro e si trasferisce in Norvegia

Goffredo Attilio e la sua nuova vita in Norvegia