Consigli utili su come scrivere un curriculum semplice ed efficace

A cura di Enza Petruzziello

Cercare lavoro, si sa, è già un lavoro. Spulciare annunci sul web, iscriversi alle varie agenzie, inviare e-mail è un compito che richiede pazienza e grande costanza. Ma soprattutto determinazione e una buona dose di fortuna, inutile negarlo. Risposte non ricevute, lettere di presentazione cadute nel vuoto, l’attesa di una telefonata che non arriva mai, possono scoraggiare anche i più tenaci. Come riuscire a fare la differenza? Scrivendo un ottimo curriculum vitae.

E in un panorama occupazionale sempre più precario e competitivo, diventa fondamentale presentarsi al meglio. Questo vale in Italia, ma anche e soprattutto oltre confine. Per trovare lavoro all’estero, infatti, necessariamente servono doti e competenze linguistiche.

Occorre scrivere un cv in inglese piuttosto che un curriculum vitae in francese, e ancora un curriculum in spagnolo e un curriculum in tedesco, tanto per citare le lingue dei Paesi maggiormente battuti nella ricerca di un impiego.

Che sia in Italia o all’estero, insomma, il Cv sarà il nostro primo biglietto da visita quando cerchiamo lavoro. In tanti si chiedono come si scrive un curriculum vitae, ma soprattutto come scrivere un curriculum vitae perfetto. In questo articolo cercheremo di fornirvi utili informazioni e consigli su come scrivere un buon curriculum, come scrivere una lettera di presentazione e come fare un curriculum vitae in formato europeo, soprattutto per chi è alle prime armi oppure desidera lavorare all’estero.

Identifica tutti gli eventuali punti di debolezza del tuo CV con CVPRO: è GRATIS!  ✌

Come scrivere un curriculum di successo

Come fare un ottimo curriculum? In che modo attirare l’attenzione dei recruiter?

Semplice, immediato e accattivante: sono questi gli ingredienti per un curriculum vitae di sicuro successo. Spesso, purtroppo, quasi la totalità dei cv inoltrati alle aziende sono pieni di imprecisioni ed errori che, inutile dirlo, si traducono quasi sicuramente in un cestinamento automatico da parte dei datori di lavoro. A peggiorare la situazione, anche una veste grafica obsoleta o non adeguata alla posizione lavorativa ricercata, incapace quindi di attirare l’attenzione del recruiter.

La stesura del proprio curriculum vitae, nonché della lettera di presentazione, risulta dunque di vitale importanza per far colpo sui selezionatori. Dovremmo immediatamente catturare l’attenzione del recruiter, ma senza essere troppo dispersivi o autoreferenziali. Meglio un curriculum vitae semplice che uno troppo lungo e pieno di errori.

La parola d’ordine è sempre distinguersi. Se lo si scrive nel modo giusto, il curriculum vitae può aiutarci a differenziarci dalla massa usandolo come lasciapassare per l’ambito primo colloquio. Basti pensare che secondo una recente ricerca, i selezionatori impiegano mediamente 15 secondi per valutare un cv, ma allora come fare colpo in così poco tempo? Come riuscire a scrivere un curriculum che riesca a riassumere le nostre competenze e al tempo stesso a essere originale e unico? Insomma come si prepara un curriculum?

1) Prendersi del tempo. Innanzitutto evitare di farlo se non si ha voglia. Come abbiamo detto, trovare un lavoro è impegnativo, lo è altrettanto scrivere il curriculum. Farlo di fretta non è mai una buona idea, qualcosa potrebbe sfuggirci e gli errori dettati dall’urgenza sono dietro l’angolo. Meglio, piuttosto prendersi del tempo e iniziare a scrivere un curriculum vitae semplice e immediato, in questo modo siamo già a metà dell’opera.

2) Usare modelli precompilati. Online ci sono molti modelli su come impostare un curriculum vitae che è possibile scaricare. Dal curriculum vitae europeo da compilare alla lettera di presentazione. Utilizzare una grafica standard ci agevola il compito e ci evita il rischio di commettere errori grossolani. Limitarsi ad aprire un file Word e riempirlo di nostre competenze senza usare un ordine ben preciso non è una buona idea. Il risultato è un Cv confusionario che siamo certi non sarà apprezzato dai selezionatori che vogliono subito un quadro della situazione lavorativa e professionale nelle prime righe.

3) Sintetico e chiaro. Non dilunghiamoci in descrizioni troppo dettagliate, ci sarà il colloquio per quello e per approfondire le cose scritte. Una o due righe per raccontare la propria esperienza saranno più che sufficienti. Mai annoiare i selezionatori, a loro non interessa leggere la nostra autobiografia. Per quanto riguarda la lunghezza è consigliato non superare le tre o quattro pagine. Nessuno mai si metterà a leggere un curriculum di 10 pagine!

4) Fare elenchi puntati. Uno dei trucchi su come compilare un curriculum è quello di facilitare la lettura. Per raggiungere l’obiettivo (proprio come adesso stiamo facendo noi) si possono usare elenchi puntati per descrivere le nostre competenze e conoscenze. Anche in questo caso non fare elenchi lunghi, basteranno 5 punti che sintetizzano le nostre esperienze.

5) Foto. Allegare una propria foto non significa volersi autocelebrare, ma dare una prima immagine di noi. Quindi niente foto divertenti o fatte durante qualche vacanza, meglio scegliere invece una fotografia professionale.

6) Personalizzare la propria candidatura. Un altro buon consiglio su come preparare un curriculum vitae è di personalizzarlo in base all’azienda e alla posizione lavorativa per cui ci si vuole candidare. Modificarlo, dunque, per risultare coerente con quel ruolo, ma senza stravolgere o peggio inventare informazioni. Bisogna mettere semplicemente in risalto le proprie qualità professionali, sempre in funzione del ruolo che si andrà a ricoprire ovviamente. Allora si deve scrivere un curriculum vitae diverso per ogni azienda? No, semplicemente bisogna scrivere un curriculum di lavoro per ogni ruolo professionale che si è in grado di ricoprire.

➤ Invia il tuo Curriculum a CVPRO per un'analisi gratuita!

7) Usare il grassetto per mettere in risalto termini chiave del testo. Personalizzatelo con un font di vostro gradimento ma non usate mai il “Times New Roman”. Scegliete invece un font pulito, chiaro e semplice da leggere. Dividete il testo in sezioni e ogni sezione in paragrafi. Lasciate sempre uno spazio bianco tra il titolo di una sezione e i rispettivi paragrafi. Usate i punti elenco e numerati per facilitare la lettura e sintetizzare gli argomenti.

8) Rileggerlo con attenzione. Alla ricerca di errori di battitura, punteggiatura sbagliata, impaginazione. Si tratta di errori grossolani che però potrebbero compromettere tutto.

9) Seguire il giusto ordine cronologico. Molti spesso commettono l’errore di iniziare dalla prima esperienza lavorativa e poi proseguire con le altre. Al contrario, è necessario inserire prima l’ultimo ruolo ricoperto e poi andare a ritroso.

10) Mai mentire: essere sempre sinceri è fondamentale.

Come scrivere un curriculum se non ho mai lavorato?

Dopo questi consigli, veniamo ora alla struttura del CV, questo vale soprattutto per chi è alle prese con la stesura del primo curriculum. Ecco come si compone:

  • Dati anagrafici: scrivere in alto nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, mail, stato civile, codice fiscale, patente automobilistica o di altro tipo.
  • Studi: inserire il percorso formativo completo iniziando dalla scuola superiore ed includendo università ed eventuali Master o Dottorati. Per ognuno, è necessario indicare il nome dell’istituto, l’indirizzo, l’anno di inizio e di fine del percorso, il titolo della tesi e la votazione conseguita. Mai inserire in quest’area i corsi di specializzazione fatti dopo il Master o conseguiti durante gli anni di lavoro. Per quest’ultimi, infatti, va fatta un’altra sezione “Corsi e Specializzazioni”.
  • Esperienze lavorative: rappresentano la sintesi del percorso di carriera. È importante scriverle con chiarezza, specificando la durata e riportando le attività svolte. Se non abbiamo mai lavorato potremmo ad esempio inserire lavoretti minori come ripetizioni, esperienza da volontario o da camieriere, babysitter ecc, stage durante l’università. Così facendo, il selezionatore potrebbe pensare che ci siamo dati da fare durante gli studi, che abbiamo avuto la capacità di studiare e lavorare contemporaneamente e che, molto probabilmente, siamo volenterosi.
  • I Corsi di Formazione o gli Altri Corsi: in questa sezione inserire tutti i corsi extra scolastici ed universitari, post Master/Università (corsi di alta specializzazione, corsi di perfezionamento all’attività lavorativa svolta, e così via).
  • Le Capacità e Competenze relazionali: qui bisogna sottolineare le capacità e le competenze di relazione. Meglio non fare un sterile elenco, piuttosto prendersi qualche minuto in più e argomentare le attività che hanno fatto sviluppare tali capacità.
  • Le Capacità e Le Competenze tecniche: un altro step su come fare un ottimo curriculum è indicare le proprie conoscenze informatiche specificando sia i sistemi operativi come Windows o Macintosh che i programmi conosciuti ad esempio l’intero pacchetto Office o solamente Word, Excel, PowerPoint e così via. Se conosciamo specifici programmi o linguaggi relativi alla professione da svolgere (come CAD per i disegnatori, Spiga per i contabili, Java per i programmatori), inseriamolo in questa categoria soprattutto se abbiamo certificazioni o corsi professionali.
  • Competenze linguistiche: scrivere le lingue che si conoscono specificando il livello (scolastico, buono, ottimo o madrelingua) o utilizzando la classificazione europea (A1,A2,B1,B2,C1,C2).
  • Altre informazioni: siamo giunti all’ultima sezione del nostro esempio su come scrivere un curriculum di lavoro. Riguarda tutte le informazioni sui nostri hobby, interessi, attitudini e caratteristiche personali. Se svolgiamo attività di volontariato o pratichiamo sport inseriamo questi particolari, fanno sempre molto colpo sui recruiter.

Come inviare un curriculum via mail

Siamo pronti. Il curriculum è scritto ora non ci resta che candidarci. Sono tante le offerte di lavoro su diversi siti a cui è possibile attingere e iscriversi. Pensiamo a LinkedIn oppure a Indeed.com, Monster.it, Infojobs.it, Adecco, solo per citarne alcuni.

Questi portali mettono a disposizione degli utenti centinaia di annunci divisi per aziende, città, categorie, indicando tutte le posizioni lavorative aperte a cui è possibile candidarsi direttamente dal sito oppure inviando una mail. Come inviare un curriculum? Tutto parte dalla mail. In fondo siamo nell’era della globalizzazione ed è possibile raggiungere e contattare aziende in tutta Italia e all’estero grazie ad internet.

Sapevi che puoi farti analizzare il CV da professionisti gratuitamente? Clicca qui!

Oggi più che mai la mail rappresenta la vera lettera di presentazione. Non basta inviare il Cv in allegato, è necessario presentarsi e descrivere perché vogliamo proprio quel lavoro. Importante, dunque, sarà cosa scrivere nella mail per inviare un curriculum, il suo contenuto.

Come scrivere una email per inviare un curriculum

Si parte dall’oggetto. Se, infatti, si invia il curriculum in risposta ad un annuncio pubblicato è necessario inserire nell’oggetto la referenza dell’offerta di lavoro così come è scritta nell’inserzione. Se invece il curriculum è inviato di propria iniziativa si può digitare nell’oggetto «Curriculum Vitae per la posizione di…» inserendo la posizione desiderata.

Il corpo della mail non va mai lasciato vuoto, ma appunto deve essere sempre presente una lettera di presentazione. In questo modo si dimostrerà all’azienda contattata di aver speso del tempo nell’informarsi sul posto che si desidera ricoprire. Oltre alla presentazione di sé stessi e di alcune esperienze lavorative pregressa, sarà utile mostrare interesse nel lavoro e nella mission aziendale. Lo scopo è far aprire il proprio CV.

Basteranno dunque poche righe per suscitare interesse, presentandosi in maniera originale e spiegando perché siamo perfetti per quel ruolo. L’email per inviare il curriculum è fondamentale e anche in questo caso la fretta non è mai una buona consigliera. Ci sono diversi esempi di email di lavoro da cui attingere. Di seguito ve ne proponiamo due che possono andare bene sia per la risposta ad un annuncio che per una candidatura spontanea.

1º ESEMPIO DI MAIL PER L’INVIO DI UN CURRICULUM IN ALLEGATO

Gent.ma/mo (inserire nome e cognome della persona a cui è indirizzata la mail di solito il responsabile delle Risorse Umane),

Mi chiamo (il nostro Nome e Cognome) e attualmente lavoro come (posizione occupata) presso l’azienda (nome dell’azienda per la quale si sta lavorando). Con questa mia mail desidero manifestare il mio interesse per il posto di (posizione lavorativa per la quale ci candidiamo e riferimento), dal momento che corrisponde perfettamente agli incarichi da me svolti in precedenza e nel cui ambito mi piacerebbe approfondire le conoscenze.

Le riporto, qui di seguito, una breve sintesi del mio percorso professionale che potrebbe risultare di suo interesse:

  • La profonda conoscenza e l’esperienza da me maturata nel settore (Settore o settori in cui lavori), mi hanno permesso di avere un’ottima padronanza di (programmi o conoscenze acquisite).
  • Il mio lavoro al fianco di team internazionali [o altri reparti], mi ha aiutato a sviluppare nuove capacità nell’ambito del lavoro di squadra.
  • I miei (hobby, premi conseguiti, viaggi compiuti ecc), mi hanno permesso di essere a capo di progetti e mi hanno aiutato a non perdere mai l’entusiasmo di fronte a nuove sfide.

Mi permetto di allegare alla presente il mio Curriculum Vitae, nella speranza che il mio profilo possa rivelarsi utile per la realizzazione della mission proposta.

Ringrazio in anticipo per l’attenzione riservatami.

Cordiali saluti,

( Nome e Cognome)

2º ESEMPIO DI MAIL PER INVIARE UN CV IN ALLEGATO

Egregia/o dott.ssa/dr (nome e cognome del responsabile delle Risorse Umane dell’azienda),

La ringrazio innanzitutto per l’attenzione che mi sta riservando. Vorrei portare alla Sua attenzione la mia candidatura, illustrandole brevemente le ragioni per cui sono fortemente interessato a far parte della Vostra Azienda.

Lavoro da oltre (specificare anni) nel settore (scrivere quale settore) ricoprendo posizioni di responsabilità in area (specificare area se marketing, comunicazione, amministrazione, contabilità ecc). Ho acquisito una conoscenza approfondita delle dinamiche di quei mercati e di diverse tipologie di prodotti e sento ora il desiderio di portare queste conoscenze in settori differenti. Tra i settori per me interessanti e ai quali credo di poter portare il valore aggiunto della mia esperienza, ho individuato anche (indicare per quale settore si è interessati a lavorare nell’azienda).

☞ Analizza GRATIS il tuo Curriculum Vitae con CVPRO

Spero quindi che il mio Cv allegato alla presente possa essere di Vostro interesse e mi auguro di poterLa incontrare per un colloquio di reciproca conoscenza.

In attesa di un Suo cortese riscontro, Le porgo i miei cordiali saluti.

(Nome e Cognome)

 

Rivolgersi a dei professionisti per scrivere il curriculum

Se non si sa da che parte iniziare, una buona idea potrebbe essere quella di rivolgersi ad agenzie che scrivono curriculum. Tra queste c’è CVWizard, un tool per la creazione web di CV. Fondata da specialisti nel settore della redazione di CV e candidature, attiva in Olanda ormai da anni, CVWizard supporta le persone nella ricerca di un lavoro, offrendo una soluzione semplice, grazie alla quale tutti possono preparare un CV professionale in pochi passaggi.

Dopo aver seguito i passaggi e selezionato un template creato in modo professionale, il CV può essere scaricato subito, pronto per l’uso. Non solo. Oltre alla creazione di cv, CVWizard offre a tutti gli utenti gli strumenti essenziali per la creazione di lettere di presentazione convincenti, ricezione di offerte di lavoro per loro interessanti in base al CV creato e, infine, la possibilità di inviare candidature insieme ad una lettera di presentazione adatta tramite CV.nl, in modo da controllare con precisione se e quando una candidatura viene visualizzata dal datore di lavoro.

Con tutte le funzioni offerte e l’esperienza nel settore dei CV e delle candidature messe a disposizione degli utenti, CVWizard mira a facilitare il processo di candidatura per chi cerca lavoro, confermandosi la migliore piattaforma della sua categoria.

Oltre a CVWizard un’altra piattaforma di grande valore e reputazione è CVPRO, servizio online che offre una consulenza gratuita per individuare le lacune presenti nel vostro curriculum vitae e avere il massimo supporto per promuovere se stessi e attrarre nuove opportunità professionali. Fondato nel 2014 da Walter Sinigoi, giovane business manager, obiettivo di CVPRO è aiutare le persone a trovare lavoro, rivedendo e ottimizzando il curriculum professionale di quanti sono in cerca di nuove opportunità di carriera.

Un alleato, dunque, per poter avere un curriculum perfetto, e anche un supporto per chi è alla ricerca di lavoro e vuole posizionarsi al meglio sul mercato. Da pochissimo, inoltre, il servizio di analisi gratuita del Curriculum Vitae è disponibile anche per tutti gli utenti del nostro web magazine Voglio Vivere Così. La loro analisi vi permetterà di identificare immediatamente tutti gli eventuali punti di debolezza del vostre CV. L’obiettivo è quello di fornirvi tutti gli strumenti necessari per incrementare le possibilità di reperire una nuova occupazione. Il servizio è completamente gratuito, per provarlo potete collegarvi a questo link.