Investire in Messico: immobili e non solo

Sole, mare e un popolo tra i più accoglienti. Benvenuti in Messico, paese dell’America Latina diventato negli ultimi tempi meta privilegiata di chi vuole cambiare vita per ricominciare e investire all’estero. Non solo coppie in luna di miele, dunque, o turisti alla ricerca di un posto al sole, ma anche tanti expat pronti a vivere ed investire in Messico.

Numerosi gli italiani che lo hanno già fatto aprendo un B&B piuttosto che una guest house, una gelateria, un ristorante o altro ancora. Come moltissimi sono i pensionati che hanno scelto il Messico per trascorrere la loro seconda vita. Basti pensare, infatti, che qui i mille euro della pensione diventano ben 16mila pesos, cioè quanto in media prende un dirigente d’azienda.

In particolare ad attrarre gli imprenditori di casa nostra è l’idea di aprire un chiosco sulla spiaggia o comprare casa a Playa del Carmen o in altre località della Riviera Maya, zona perfetta per investire dal momento che è il settore turistico a farla da padrone.

Le opportunità di investimenti in Messico sono diverse, soprattutto nel settore immobiliare, tra i più convenienti e vivaci.

mappa cartina messico

☛ Investire all'estero? Scopri tutto quello che devi sapere per evitare l'esterovestizione societaria

Comprare casa in Messico: Playa del Carmen e non solo

Da sempre gli italiani scelgono di investire in immobili all’estero, per comprare una seconda casa da sfruttare magari durante l’estate, oppure da mettere in affitto per avere così una rendita piuttosto sicura. Investire in immobili in Messico è ultimamente diventato molto allettante.

L’area in cui si riscontra maggior interesse continua ad essere quella costiera o della capitale, Città del Messico, dove è presente un’elevata concentrazione di tipologie medio-usate. In Messico si considera usato un immobile costruito da più di 2 anni. I tempi di vendita si assestano sui 60 giorni. La maggior parte delle richieste è per l’acquisto, meno per l’affitto. Continua lo sviluppo immobiliare della città con nuovi progetti edilizi residenziali e centri commerciali.

Comprare casa da stranieri: cosa prevede la legge messicana?

Acquistare una casa in Messico non è un’operazione facile per gli stranieri, ma non è comunque impossibile. Secondo la Legge Messicana sugli Investimenti Esteri, le persone fisiche straniere non possano acquistare beni immobili destinati a uso abitativo situati nella zona “restringida”, vale a dire un’area situata in un raggio di 100 km dalle frontiere e di 50 km dalle coste.

In pratica tutte le zone turistiche più apprezzate del paese, come Playa del Carmen, Riviera Maya, Tulum, Cancun, Puerto Vallalta sono sottoposte per legge a una tutela speciale. Tuttavia esiste uno strumento giuridico che consente di ovviare al divieto: è il Fideicomiso o fedecommesso in italiano, molto simile all’istituto del negozio fiduciario.

☆ Vuoi investire o trasferirti fuori dall'Italia? Scopri i migliori metodi per trasferire soldi all'estero! ✔

Il Governo messicano ha infatti concesso ad alcuni specifici enti, come gli istituti finanziari messicani, di fare da tramite fra investitori esteri e Stato messicano, autorizzandoli a stipulare contratti con l’acquirente per mezzo del Fideicomiso.

In pratica agli istituti finanziari resta la proprietà vera dell’immobile, mentre agli acquirenti stranieri passano tutti i diritti sul bene. Pertanto chi acquista una casa o appartamento nella suddetta zona avrà diritto di viverci, utilizzarlo come casa vacanze, lo potrà affittare a terzi; qualora si trattasse di un terreno potrà costruirvi. In entrambi i casi può rivenderlo e rientrerà nella successione ereditaria.

Nel resto del Messico potrete comprare esibendo il semplice passaporto, senza bisogno di un visto o altri documenti: è il caso di San Miguel del Allende, e Città del Messico per esempio.

Quanto costa acquistare casa in Messico?

In Messico esistono aree dove è possibile acquisire una casa di 200 metri quadrati per 60mila dollari, ma si tratta di zone non turistiche e quindi meno vivibili. In generale i costi nelle aree molto turistiche sono alti, ma sono ancora piuttosto bassi rispetto al ritorno dell’investimento.

Comprare casa a Playa del Carmen è sicuramente dispendioso, ma essendo tra le città più visitate del Messico affittare la proprietà e rientrare dell’investimento iniziale non sarà un problema. Secondo un recente studio di Tecnocasa, agenzia immobiliare italiana presente a Città del Messico con 90 agenzie Tecnocasa e 14 punti vendita Kìron (mediazione creditizia) i prezzi delle abitazioni sono leggermente aumentati durante il 2018, le nuove proprietà sono passate da 1.708 Euro a 1.789 euro al mq in media, mentre gli immobili usati sono passate da 1.234 Euro a 1.351 Euro al mq nel corso dell’anno.

Al prezzo dell’immobile si dovrà aggiungere anche il costo relativo alle tasse. La tassa di proprietà è una tariffa che viene applicata a qualsiasi proprietà o possesso immobiliare, vale a dire a case, appartamenti, attività.

Risorse per comprare casa

Di case in vendita in Messico ce ne sono tantissime, In particolare nella Riviera Maya e principalmente a Playa del Carmen. È possibile farsi una prima idea attraverso diversi siti e agenzie immobiliari. Ecco i principali:

【 Scopri i nostri consigli su come investire 10.000 euro

  1. Tecnocasa: conta oltre 90 agenzie nella sola Città del Messico. Attraverso il motore di ricerca è possibile cercare casa a Playa del Carmen e in Riviera Maya.
  2. Tu Inmueble Playa del Carmen, agenzia di real estate di Playa del Carmen, specializzata nell’investimento immobiliare.
  3. Holprop: dagli appartamenti ai terreni in vendita, qui troverete diverse occasioni.
  4. Messico.realigro.it: anche qui è possibile trovare diversi appartamenti, ville e casa in vendita a Playa del Carmen, Cancun e Tulum.

Aprire un’attività in Messico

Una delle modalità più vantaggiose per fare business in Messico è rappresentata sicuramente dall’apertura di un’attività, Investire nella ristorazione, ad esempio, potrebbe essere un’idea alquanto interessante. Tanti quelli che sognano di trasferirsi in Messico per aprire una gelateria artigianale, un chiosco, un chiringuito, un bar, una caffetteria italiana, eccetera.

La disciplina societaria messicana è simile a quella italiana. Anche in Messico, come in Italia, esistono società di capitali e società di persone che offrono all’investitore straniero diverse forme legali. Uno degli aspetti più interessanti è che qualsiasi tipo di società può costituirsi con capitali praticamente irrilevanti, poiché non è necessario un capitale minimo.

Questo vale anche per l’equivalente messicano della società per azioni italiana, che è la “sociedad anónima“, e per la “sociedad de responsabilidad limitada“, equivalente alla Srl italiana, che sono i veicoli legali più comuni per la realizzazione di attività commerciali in Messico.

Le procedure per aprire una società in Messico sono agili e veloci. Deve essere sempre coinvolto un notaio ed è anche opportuno avvalersi di un avvocato. Può dirsi che nel giro di una settimana la società possa già essere operativa. Un’impresa straniera può legalmente operare in Messico anche attraverso una succursale.

Migliori attività da aprire in Messico

Tante le attività commerciali che è possibile avviare. Sicuramente il settore più promettente e anche il più gettonato dagli expat italiani è quello ricettivo.

Aprire un b&b all’estero fa gola a molti, meglio ancora se in uno dei paradisi caraibici del Messico. L’iter burocratico prevede la registrazione della società presso il notaio e la richiesta da parte di quest’ultimo di 5 nomi possibili per l’impresa. Saranno necessari approssimativamente 600 euro per le pratiche notarili.

Costituita la società, con i documenti che ci avrà consegnato in mano il notaio, potremo andare a registrare l’impresa nell’ufficio del SAT, chiamato “Secretaria de Hacienda y Credito Publico”. Successivamente sarà necessario recarsi alla camera a cui compete la nostra attività.

Bisognerà poi andare dall’ufficio per lo sviluppo urbano e consegnare tutta la documentazione, compreso l’atto costitutivo del nuovo locale e il relativo materiale fotografico. Infine è necessario registrarsi anche all’ufficio del governo dello stato, a seconda dello stato in cui ci troviamo ovviamente. Solo così infatti riceveremo anche la licenza di funzionamento statale necessaria per aprire un b&b in Messico.

Un’analoga procedura è richiesta anche per aprire un ristorante e in generale per le attività legate al settore del turismo.

In conclusione

Comprare casa o aprire un’attività commerciale in Messico non sono operazioni particolarmente facili, soprattutto dal punto dei vista dei permessi e dell’iter burocratico. Il consiglio è di recarvi personalmente nel Paese e prendere contatti con dei professionisti del posto, avvocati e commercialisti, per farvi seguire in tutte le pratiche.