Paesi più economici dove trasferirsi

A cura di Enza Petruzziello

 

Alzi la mano chi non ha mai desiderato di lasciare il proprio lavoro e rifugiarsi in un posto caldo dove poter vivere con poco. Ammettiamolo, a tutti almeno una volta è sfiorata l’idea di fare le valigie e trasferirsi all’estero per fuggire dalle tasse e dai costi troppo alti dell’Italia. Ebbene, quello che di solito è nella lista dei buoni propositi per il nuovo anno, potrebbe in realtà essere più realizzabile del previsto.

E se il Portogallo è, ormai da qualche anno, il rifugio preferito dei pensionati italiani, grazie al clima mite e un costo della vita inferiore a quello italiano, ci sono anche altre mete nel mondo in cui poter vivere senza spendere una fortuna.

A stilare una classifica ci ha pensato, come ogni anno, il magazine International Living che ha pubblicato la “World’s Best Places to Retire in 2020” indicando i posti migliori dove ritirarsi e godersi la pensione. Conquistano il podio: Panama, Messico e Costa Rica. Attenzione: questa lista non è solo per i pensionati, è pensata anche per le persone che desiderano vivere in un posto economico.

«L’indice è stato progettato per essere una sorta di cheat-sheet con l’obiettivo di aiutare le persone a orientarsi verso i luoghi che potrebbero avere più senso per loro all’estero», afferma la direttrice esecutiva di International Living, Jennifer Stevens.

Insomma destinazioni dove il costo della vita è più basso e la qualità più alta. Fra i tredici parametri esaminati, infatti, ci sono anche la stabilità economica e politica del paese, la qualità delle infrastrutture, la possibilità di connettersi a Internet. Quest’anno inoltre è stata inserita un’altra categoria, quella che riguarda le opportunità.

«L’abbiamo aggiunta perché sappiamo che molte persone sono interessate a lavorare in remoto o a iniziare qualcosa di nuovo in pensione», afferma Stevens. Oltre ai dati, International Living ha preso in considerazione il giudizio e l’esperienza di altri expat, ad esempio sul costo per affittare un appartamento in una zona sicura di una città, oppure su quale città raccomandano così da avere un quadro completo e consigliare i Paesi in cui trasferirsi.

E allora vediamo insieme i dieci posti al mondo in cui vivere risparmiando si può

1. Panama. È questo piccolo Paese tra l’America centrale e l’America meridionale a conquistare la medaglia d’oro. Qui il sole splende sempre, è caldo e si trova al di sotto della cintura degli uragani. La valuta è il dollaro USA, le cure mediche sono a basso costo e di alta qualità con molti medici di lingua inglese.

Le infrastrutture sono di prim’ordine, l’accesso a Internet è buono, inoltre è facile entrare ed uscire e, grazie al suo governo stabile e favorevole alle imprese, rappresenta una scelta intelligente a tutto tondo. Un altro vantaggio è che Panama sta attivamente incoraggiando gli stranieri con agevolazioni fiscali e altri incentivi.

«Non pagherete le imposte sul reddito per i fondi guadagnati al di fuori di Panama», afferma Stevens. Ottenere un visto non è complicato come ad esempio i visti Friendly Nations e Pensionado, che forniscono entrambi la residenza senza troppi intoppi. Le tasse immobiliari sono veramente basse e alcune proprietà hanno un’esenzione fiscale di 5-20 anni. Le città dove trasferirsi? Panama City, vibrante e multietnica; Boquete, situata in collina, il cui centro offre il fascino di una piccola città con chalet in stile svizzero e una varietà di negozi, ristoranti e hotel; se amate le spiagge la meta migliore è Coronado, che dista solo un’ora dalla capitale.

 ✈ Vuoi investire nell'Est Europeo? Scopri come aprire un'attività o comprare casa in Moldavia ◀

Per quanto riguarda il costo della vita, secondo International Living un espatriato che possiede una casa, e quindi non ha spese di alloggio, potrebbe vivere comodamente con meno di mille dollari al mese. Le spese giornaliere ovunque a Panama sono basse, così come il costo per le cure mediche.

2. Costa Rica. Non c’è da meravigliarsi se il motto del Paese è “Pura Vida”. La Costa Rica è, infatti, un luogo dove la vita è vissuta all’aperto.

Si può pescare, giocare a golf, cavalcare, fare surf ed escursioni, praticare yoga. È caldo e soleggiato, i mercati sono pieni di frutta e verdura fresca. La democrazia, sicura e di lunga data, da generazioni accoglie gli espatriati. Ha generalmente un clima mite che spazia dalle zone calde della spiaggia alle più fresche città di montagna.

Un’area che International Living raccomanda è la Central Valley, dove ci sono molte case in offerta per meno di 200mila dollari e gli affitti partono da 500 dollari al mese. Il budget mensile per un singolo si aggira intorno ai 1.585 e i 2.960 dollari, mentre una coppia può vivere comodamente con 2.500 al mese. Si può mangiare in un piccolo ristorante del posto per soli 4 o 5 dollari. Una donna delle pulizie verrà a pulire una volta a settimana per 50 dollari, lo stesso prezzo di una visita dal medico.

3. Messico. Le persone spesso associano il Messico a una vacanza al mare . Ma c’è molto di più in questo paese culturalmente ricco e magnifico. Al di là di quelle spiagge da cartolina, le città coloniali sono piene di case colorate, arte, musica e teatro. Il budget mensile per una persona è compreso tra 1.500/2.250 dollari, mentre una coppia può vivere bene qui a 1.500/3000 dollari al mese.

4. Ecuador. L’Ecuador ha un fascino da vecchio mondo che sembra richiamare gli anni ‘50. Vita pulita, residenti amichevoli, ottimo servizio e città moderne (prime fra tutte Quito e Cuenca) fanno di questo paese il quarto posto migliore della classifica. Una persona sola può vivere in Ecuador spendendo al massimo 1.200 dollari al mese, mentre le coppie ci riescono con appena 400 dollari in più. Gli affitti partono da circa 400 dollari al mese.

5. Malesia. Dei paesi del Sud Est Asiatico, la Malesia è il migliore. Ex colonia britannica, qui l’inglese è la prima lingua non ufficiale, che rende molto più facile ambientarsi. Un altro vantaggio riguarda gli affitti delle case davvero bassi, il trasporto pubblico è economico, facile ed efficiente. È anche un’ottima base per esplorare il resto dell’Asia: Thailandia, Bali, Cambogia e Vietnam sono molto vicini. Una persona sola vive comodamente con circa mille dollari al mese.

6. Colombia. Accesso a cure mediche di livello mondiale e a prezzi accessibili. Uno stile di vita più semplice. Una popolazione calda e accogliente. E, naturalmente, uno stile di vita economico fanno della Colombia la sesta destinazione migliore dove trasferirsi spendendo poco. Inoltre qui è primavera tutto l’anno con verde ovunque.

Le città consigliate sono Medellin, ma anche Pereira, Armenia e Manizales che formano il cosiddetto Triangolo del Caffè. Il costo della vita? Dipende dalle esigenze. Si vive lussuosamente con poco più di duemila dollari al mese per le coppie e con circa 1.200/1.600 da soli. Gustare un tipico piatto locale in un ristorante costa tra i 2 e i 3 dollari.

7. Portogallo. Primo paese europeo della classifica, in Portogallo la vita quotidiana è lenta, i locali sono eccezionalmente accoglienti, l’assistenza sanitaria è buona. Ed è innegabilmente bello, dai siti storici alle spiagge dell’Algarve. Non è un caso se proprio questa regione viene scelta da tantissimi pensionati italiani come buen retiro. E poi per vivere qui si spende circa un terzo di quello che si spende negli Stati Uniti. Vivere da pensionati in Portogallo è davvero conveniente.

8. Perù. Se il rapporto qualità/prezzo è una priorità per voi, allora il Perù è il posto giusto. Oltre Machu Pichu, il paese offre tantissimo: chilometri di spiagge, una cucina deliziosa e alcuni dei prezzi più bassi per uno stile di vita di alta qualità. Un appartamento confortevole a Miraflores, raffinato quartiere di Lima, parte da circa 800 dollari al mese, ma si possono trovare alloggi a molto meno nel resto del Perù. Anche i costi delle utenze sono ragionevoli: l’elettricità è sui 50-60 dollari mensili, l’acqua si attesta sui 10 dollari al mese e Internet/TV via cavo sono tuoi per 70 dollari. Andare al ristorante e mangiare un piatto tipico costa solo 2 o 3 dollari, mentre per 10 dollari si può mangiare in un locale di lusso. Con circa 1.000 dollari, un single vive comodamente, mentre una coppia ha bisogno del doppio per vivere con tutti i comfort.

☞ Vuoi investire all'estero i tuoi risparmi? Scopri perché investire in Ungheria conviene! ◀

9. Thailandia. È un posto dove annoiarsi è piuttosto difficile. Offre comunità balneari vivaci, grandi città frenetiche, città universitarie piene di cose da fare. Trasferirsi a vivere e lavorare in Thailandia è davvero economico, si spende un po’ di più a Bangkok, ma per il resto i prezzi sono davvero contenuti. Le cure mediche sono di altissimo livello e costano circa 10 dollari per una visita specialistica. Si affittano case sulla spiaggia già a partire da 500 euro al mese. Con 1.000 euro mensili una persona può vivere godendo di tutti gli agi.

10 Spagna. La penisola iberica è una delle destinazioni preferite in Europa. Splende il sole, le spiagge sono dorate e poiché la qualità della vita è elevata, è un posto davvero comodo in cui stabilirsi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità classifica il sistema sanitario spagnolo come uno dei migliori al mondo. Secondo International Living, la Spagna è un paradiso per i buongustai ed è anche poco costoso mangiare bene sia a casa che nei ristoranti. Ovunque un single potrebbe vivere comodamente a 2.000 dollari al mese o anche meno.

♦ Approfondimento consigliato: scopri dove sono le case meno costose al mondo