La Spagna più ricca dell’Italia

A cura di Enza Petruzziello

 

Eravamo abituati a vedere gli spagnoli come i cugini un po’ meno fortunati di noi. Questo almeno fino a dieci anni fa, quando la crisi economica aveva messo duramente in ginocchio la Spagna e l’Italia poteva ancora vantare un vantaggio economico consistente sugli spagnoli.

☆ Non perderti i nostri consigli per lavorare in Spagna

Adesso le prospettive, però, sono radicalmente cambiate. Secondo i dati sul reddito pubblicati dal World economic Outlook dell’Fmi e rielaborati dal Financial Times, la Penisola Iberica nel 2017 ha infatti sorpassato l’Italia per Pil procapite. E forse questo spiega come mai negli ultimi anni stiamo assistendo a una sempre più massiccia ondata migratoria dei nostri connazionali proprio verso la vicina Spagna.

✮ Se sogni la penisola iberica, scopri la nostra guida per vivere in Spagna! ✮

La tabella del Fondo Monetario mostra soltanto l’indicazione del ritmo di crescita del Pil pro capite che tuttavia non lascia spazio a dubbi: dal 2015 la Spagna ha segnato tassi di incremento superiori al 3%, più del doppio rispetto all’Italia.

Così nel 2017, dopo tre anni di incrementi più forti, è avvenuto il sorpasso: la Spagna ha raggiunto un reddito pro capite, calcolato secondo la tecnica della parità del potere d’acquisto, di 38.286 dollari contro i 38.140,3 dollari dell’Italia. Dunque una differenza di oltre 140 dollari.

✈ Vorresti investire i tuoi risparmi all'estero? Scopri come investire e aprire un'attività in Spagna! ✎

In pratica un cittadino spagnolo può comprare beni sul mercato interno per un valore del 3% superiore rispetto a ciò che può fare un italiano. Secondo il Financial Times le cose andranno peggio nei prossimi anni: nel 2022 la Spagna sarà il 7% più ricca dell’Italia.

E pensare che solo dieci anni fa, il nostro Paese era il 10% più ricco di Madrid.

☞ Tasse e IVA in Spagna: ecco quanto pagano pensionati, imprese e lavoratori ☜

Entrambi i Paesi, nota ancora il quotidiano, sono stati colpiti molto duramente dalla crisi economica dell’Eurozona. Tra i due però la Spagna è quella che è riuscita a rialzarsi meglio con un tasso di crescita tra i più importanti nell’Unione, tanto che in 18 anni ha visto un boom del 35%.

L’Italia invece è rimasta indietro. La colpa, secondo gli analisti, è dello stallo italiano e di un’economia che è cresciuta di appena il 2% dal 2008 ad oggi. Senza dimenticare l’instabilità politica che sta minando la fiducia degli investitori internazionali.

Il sorpasso degli spagnoli potrebbe però non essere l’unica beffa per noi. Secondo le stime del Fmi entro il 2023 potrebbero addirittura sorpassarci anche altri Paesi come Slovacchia e Repubblica Ceca. Staremo a vedere.

E ricordatevi: la città più felice del mondo è spagnola!