Una nuova vita a Santo Domingo

Andare a vivere a Santo Domingo è possibile oppure si tratta solo di un sogno irraggiungibile? Per molti, purtroppo, rimane solo un sogno ma, tantissimi altri, tra cui molti italiani, lo hanno già fatto e con successo.

Perciò, per tutti coloro che sognano uno stile di vita completamente diverso da quello italiano, cercano spiagge incontaminate e la vitalità dei Caraibi, ecco quello che dovete sapere su com’è la vita a Santo Domingo e quali sono le informazioni maggiormente utili di cui avrete bisogno per il vostro trasferimento.

Trasferirsi a Santo Domingo: clima e lingue parlate

Santo Domingo è la capitale della Repubblica Dominicana, uno Stato indipendente che conta una popolazione di circa 10 milioni di abitanti, e si trova proprio affacciata sul Mar dei Caraibi. Come capitale conta una popolazione di quasi un milione di abitanti, ossia circa un decimo della popolazione totale del Paese. La città si trova nell’isola Hispaniola, dove ha sede anche un altro stato caraibico, Haiti.

La zona di Santo Domingo è, in particolare, connotata da una natura incontaminata ma non si tratta di una località “selvaggia”, anzi, poiché – come capitale – possiede tutte le tipologie di servizi necessari (alberghi, ristoranti, quartieri residenziali, una ridente e vivace vita notturna, servizi sanitari, etc.).

Lo stile architettonico di Santo Domingo e, specialmente di alcuni suoi quartieri, è per lo più europeo, il che rende questa capitale familiare anche a cittadini italiani. Questo è dovuto principalmente al fatto che la città di Santo Domingo fu fondata da una colonia di ebrei tedeschi rifugiatisi in Repubblica Dominicana durante la seconda guerra mondiale.

MAPPA REPUBBLICA DOMINICANA

☀ Sogni di vivere al caldo tutto l’anno? Ecco la Guida Definitiva per vivere ai Caraibi! ☀

A Santo Domingo la moneta in circolazione è il peso dominicano e, nella Repubblica Dominicana, si parla in grande maggioranza lo spagnolo. Sull’isola si parla anche creolo ma la lingua ufficiale è comunque lo spagnolo.

Chi sceglie di andare a vivere a Santo Domingo deve quindi certamente fare i conti con una lingua straniera e, inoltre, anche con un clima totalmente diverso da quello italiano, ossia il clima tropicale e le temperature alte tutto l’anno (difficilmente si scende sotto i 30°C).

Inoltre, le stagioni sull’isola sono essenzialmente due: una piuttosto calda ed afosa (da maggio ad ottobre) ed una più secca che va da novembre ad aprile. Nella stagione afosa l’umidità può davvero raggiungere percentuali molto alte e le temperature arrivano a sfiorare tranquillamente i 40°C. La stagione afosa è anche quella delle piogge dove gli uragani possono non essere così inconsueti.

A livello naturalistico però, Santo Domingo e la Repubblica Dominicana non offrono solo spiagge ma bensì anche montagne e, in particolare, per gli amanti delle alte cime, sicuramente Pico Duarte, la vetta più alta dei Caraibi con i suoi 3000 metri, una goduria per gli occhi e per gli appassionati escursionisti.

Vivere a Santo Domingo: documenti necessari

I documenti necessari per scegliere di andare a vivere a Santo Domingo sono: il visto per entrare nel Paese e, ovviamente, una residenza temporanea. In tal senso, è importante sapere che – prima di far partire l’iter burocratico – è necessario recarsi presso l’Ambasciata Dominicana in Italia e chiedere il visto per la residenza.

Le informazioni utili possono essere rintracciate direttamente a questo link: www.consuladordroma.com.

La residenza, come documento, può essere richiesto sia da chi lavora in Repubblica Dominicana sia da chi ha investito a Santo Domingo e, infine, per chiunque possa dimostrare di essere in possesso dei mezzi economici necessari per vivere a Santo Domingo (di rendita).

Inoltre, un altro requisito importante per richiedere una residenza temporanea è quello di essere in buona saluta e di non avere la fedina penale sporca.

Dopo un’attesa di circa 3-4 mesi, se si soddisfano tutti i requisiti, arriverà la residenza provvisoria con validità un anno.

Terminato l’anno, si può richiedere il visto di residenza permanente che, nonostante sia classificato come permanente, deve comunque essere obbligatoriamente rinnovato ogni due anni.

Costo della vita

Quanto costa vivere a Santo Domingo?

Nell’isola in cui risiede la Repubblica Dominicana, la vita costa circa il 25-30% in meno rispetto all’Italia ma, vista la grossa leva del turismo, esistono comunque delle località che, specialmente negli ultimi anni, sono diventate piuttosto care.

Ad esempio, Las Terranas è proprio una di queste, dove affittare una casa costa 400-500 euro al mese, mentre per comprarla ce ne vogliono almeno 100mila.

Purtroppo, lo stesso vale per Santo Domingo che, oltre ad essere molto turistica è la capitale del Paese e quindi raccoglie la maggior parte della popolazione e degli expat. Qui, per un appartamento in centro si spendono anche 700 euro al mese, mentre per affittare in una zona più lontana dal centro città si arriva anche a 400 euro/mese.

Una cittadina molto più economica, invece, alle porte di Santo Domingo, è Sosùa, dove gli affitti costano 250-300 euro e, in generale, i prezzi sono più bassi del 20% rispetto alla capitale.

In tal senso, la scelta di vivere a Sosùa diventa perfetta per tutti coloro che vorrebbero vivere a Santo Domingo con 1000 euro al mese e, magari, vorrebbero farlo vivendo di rendita.

Per quanto riguarda la vita quotidiana, il costo medio della vita è più o meno questo:

  • il prezzo della benzina equivale a circa 1,12 euro al litro (1,03 il diesel);
  • mangiare fuori costa relativamente poco, circa 5-6 euro a testa;
  • fare la spesa conviene se si acquistano i prodotti locali;
  • l’assicurazione medica annuale parte da 350 euro a persona ma si risparmia stipulando un’assicurazione familiare;
  • l’energia elettrica a Santo Domingo è quasi stracciata come prezzo perché è statale, ma purtroppo non è garantita per tutto il giorno e quindi molti cittadini ricorrono a fornitori privati che costano circa 0,40 euro a kw;
  • personale di servizio: il costo di una persona di servizio o giardiniere è di circa 50 euro al mese;

In conclusione, si può affermare che – per vivere bene a Santo Domingo – servono circa 700/900 euro al mese, mentre per vivere nel lusso poco più di 1500 euro al mese.

Lavorare ed investire a Santo Domingo

Se tra i tuoi sogni nel cassetto c’è quello di investire in Repubblica Dominicana siamo abbastanza certi che l’idea di aprire un business, proprio a Santo Domingo, potrebbe essere la scelta vincente.

L’economia dominicana è, infatti, molto in crescita e – ad oggi – è una delle più forti della zona caraibica. I settori trainanti dell’economia di Santo Domingo e della sua Nazione sono il turismo e l’edilizia che, ogni anno, crescono di circa il 7%. Alcune possibilità sono presenti anche in agricoltura e, da diversi anni, nel mondo della finanza (specialmente nella capitale del Paese).

☞ Cerchi un lavoro a Santo Domingo? Ecco i consigli! ☜

Tra le professioni più richieste a Santo Domingo: guida turistica e interprete, ma anche gli insegnanti possono trovare lavoro (specialmente se conoscono molto l’inglese).

Tornando invece agli investimenti nel Paese: coloro che sognano di aprire un bar, un ristorante o un B&B dovrebbero pensarci molto bene poiché l’isola, sotto questo punto di vista, comincia ad essere piuttosto satura, specialmente per quelli aperti proprio dagli italiani che vivono a Santo Domingo o dintorni.

Perciò, per tutti coloro che vorrebbero vivere e lavorare a Santo Domingo, forse, una delle scelte più azzeccate è proprio quella di aprire una propria attività ma farlo esplorando nuovi settori come, ad esempio, scegliere di puntare sull’allevamento ed aprire una attività inerente alla produzione gastronomica.

O ancora, investire nell’agricoltura, un settore che occupa circa il 6% del PIL della Repubblica Dominicana. Ricordiamoci inoltre che la Repubblica Dominicana è anche uno dei maggiori produttori ed esportatori di prodotti biologici, con una forte domanda che proviene dall’Europa ma soprattutto dagli Stati Uniti.

Infine, dal lato della tassazione, Santo Domingo non è un paradiso fiscale ma le tasse sono comunque più basse rispetto all’Italia con, ad esempio, un’aliquota pari al 16% e l’imposta sulle persone giuridiche del 25%.

Dove vivere a Santo Domingo

Come descritto anche nei paragrafi precedenti, Santo Domingo non è tra le città più economiche della Repubblica Dominicana, specialmente perché si tratta della capitale e poi per via del turismo che spesso affolla la città.

Ad ogni modo, evitando le zone limitrofe a Las Terrenas, molto belle e ricche di servizi ma anche molto care, una delle zone migliori in cui cercare una casa (sia in vendita sia in affitto) è sicuramente quella di Sosùa.

dove vivere in repubblica dominicana

Scegliere di vivere a Sosùa è infatti una scelta più economica e votata ad una maggiore tranquillità e quiete rispetto a quella di optare per Santo Domingo centro o zone molto popolari e turistiche come Punta Cana o Bayahibe.

Queste ultime località sono meravigliose dal punto di vista paesaggistico e turistico, poiché offrono molti servizi e sono certamente punti marittimi privilegiati ma, dovendo scegliere di vivere per un lungo periodo in Repubblica Dominicana, il posto migliore di certo non ricadrebbe su queste località che, tra l’altro, fuori dalle zone turistiche possono essere potenzialmente più pericolose.

Comprare casa a Santo Domingo

Trovare case in vendita a Santo Domingo non è troppo complicato e, sicuramente, si tratta di un passo decisivo nell’idea di trasferirsi a vivere in questa parte di Mondo.

Perciò, se da una parte potrebbe essere una scelta saggia per tutti coloro che hanno intenzione di venire a vivere in Repubblica Dominicana, dall’altro lato si tratta anche di un ottimo investimento per chiunque abbia il desiderio di comprare casa all’estero. Questo perché proprio Santo Domingo possiede un mercato immobiliare piuttosto attivo in questo momento e, in parte, paragonabile a quello dell’Italia di quasi 50 anni fa.

Unito a questo, scegliere di acquistare casa in questa Nazione è conveniente anche dal punto di vista fiscale, in quanto i costi di trasferimento e pagamento delle tasse di una proprietà immobiliare si pagano una volta sola.

Passando poi al maggiore punto di forza del mercato immobiliare della Repubblica Dominicana, possiamo affermare che i prezzi non siano chiaramente stracciati ma sicuramente abbordabili. I costi per gli acquisti dei terreni sono infatti ancora contenuti e, con un investimento non troppo invasivo, ci si può davvero permettere case o ville da sogno. Ad esempio, le case in vendita a Santo Domingo possono costare da 25.000 euro fino a 130.000 euro per una villa nuova con piscina.

Infine, avere una casa in Repubblica Dominicana permette di potersi spostare e visitare in maniera approfondita Cuba, Panama, Bahamas, Miami ed altri meravigliosi posti. Questo vale specialmente per tutti coloro che vorranno trasferirsi a Santo Domingo, ad esempio, con la famiglia ed i bambini e quindi sfruttare poi la possibilità di mandarli in un college americano per una migliore e più internazionale istruzione superiore.

La compravendita immobiliare a Santo Domingo non è nulla di impossibile però, come spesso accade, il consiglio è quello di fare molta attenzione in fase di acquisto e di affidarsi sempre ad un partner in loco che possa guidarvi adeguatamente durante la ricerca e l’acquisto.

In tal senso, alcuni indirizzi utili di agenzie per l’acquisto di case a Santo Domingo, sono:

Vivere di rendita a Santo Domingo

È davvero possibile vivere di rendita a Santo Domingo? La riposta è sì e, la cosa interessante, è che non si tratta di nulla di particolarmente complicato, anzi.

In Repubblica Dominicana è infatti ancora possibile vivere di rendita, soprattutto perché il Paese prevede ancora dei visti specifici per chi, per l’appunto, possiede una rendita o un capitale dimostrabile e con il quale possa quindi sostenere le proprie spese anche vivendo fuori dall’Italia.

Chiaramente si tratta anche di una possibilità da cogliere piuttosto velocemente, più che altro perché il Paese potrebbe ben presto decidere di chiudere maggiormente i portoni a expat stranieri che si recano a Santo Domingo o nella Repubblica Dominicana senza – effettivamente – avviare un investimento o lavorare, ma soltanto sfruttando uno stile di vita più sano, una natura imperdibile, della spiagge da sogno ed un clima caldo tutto l’anno.

Vivere a Santo Domingo: sicurezza e criminalità

Qual è la situazione riguardo alla sicurezza a Santo Domingo?

Chiaramente, bisogna specificare che Santo Domingo non è solo mare caraibico e sole tutto l’anno, ma bensì anche una città capitale di una Nazione con le sue problematiche come tutti gli altri Paesi del Mondo. Ciò significa che anche a Santo Domingo possono verificarsi episodi di microcriminalità e non solo.

In linea di massima si può infatti affermare che Santo Domingo non sia una città idilliaca e che, vivere a Santo Domingo ha i suoi pro e i suoi contro. Spesso infatti, a livello di criminalità, i problemi sono legati alla prostituzione, alla corruzione, alle dinamiche culturali spesso non semplici e, a volte, anche all’incomprensione possibile tra expat e locali.

Vivere a Santo Domingo da pensionato

Sono sempre di più i pensionati (specialmente italiani) a Santo Domingo e, proprio per tale motivo, già da diversi anni il Governo della Repubblica Dominicana ha promulgato una legge (la 171-07) che prevede per i pensionati la possibilità di ottenere in un solo mese la residenza definitiva.

Questo in aggiunta ad un altro fattore molto importante per i pensionati in Repubblica Dominicana, ossia il fatto che la legge esenti i pensionati dal pagare imposte sui beni personali e (parzialmente) sui veicoli, qualora decidano di portarseli dal loro Paese.

Andare a vivere da pensionato a Santo Domingo non è quindi né una soluzione così complicata dal punto di vista burocratico e né una scelta cara, visto il minore costo della vita con cui si può certamente ottenere una migliore qualità della vita.

A Santo Domingo, da pensionati, si può vivere molto bene e – soprattutto – in maniera tranquilla. Con poco più di 1000 euro al mese (o meno, a seconda del proprio stile di vita), infatti, si potrà sfruttare un clima incredibile e una modalità molto slow.

Infine, dal punto di vista sanitario, bisogna ammettere che il livello non è come quello italiano o europeo in genere però, stipulando una buona assicurazione, si può comunque ottenere un buon livello di cure e farsi assistere anche da cliniche private.

Opinioni e recensioni degli italiani che vivono a Santo Domingo

Com’è vivere in Repubblica Dominicana dal punto di vista di chi lo ha già fatto? Leggi tutte le nostre interviste e scopri com’è vivere a Santo Domingo e quali possono essere i suoi pro e contro.

10 anni a Santo Domingo

Un ex poliziotto a Santo Domingo

Una famiglia in Repubblica Dominicana

Edoardo: uno stage e adesso lavoro in Repubblica Dominicana

Roberta e Aldo: da 8 anni in Repubblica Dominicana