Investire in diamanti

Dal 2008 l’economia globale ha conosciuto molti alti e bassi, soprattutto bassi. È in periodi così difficili che le persone iniziano a stare attente ai loro soldi e cercano alternative reali per investire. Tra le materie prime per eccellenza, i diamanti rimangono ancora una delle forme più sicure di investimento. Sono considerati infatti, al pari dell’oro, un “bene rifugio”, su cui investire soprattutto nelle fasi che preludono a un’impennata dell’inflazione.

In realtà, il business del diamante ha sempre avuto un discreto seguito nel corso del tempo. Oltre a essere usato nel settore industriale, è infatti riserva delle banche centrali e ancora di più è una moneta, l’unica a non essere carta. In questa guida vogliamo darvi consigli e informazioni utili su come investire in diamanti, analizzando i pro e i contro e illustrando le diverse modalità di investimento.

Investire in diamanti

【 Scopri i nostri consigli su come investire 10.000 euro

Perché conviene investire in diamanti

L’uso dei diamanti come strumento di investimento e copertura finanziaria è cresciuto rapidamente negli ultimi anni. Le ragioni sono diverse, e spiegano perché oggi conviene investire in diamanti:

  • I diamanti sono sempre stati usati come un eccellente mezzo di trasferimento di valore. Il fatto che un oggetto così piccolo possa valere così tanti soldi è sorprendente. Potete facilmente conservare un diamante da un milione di euro in una piccola cassaforte!
  • Un diamante è per sempre: è resistente, non si rompe o si consuma. Tutto ciò che dovete fare è assicurarvi di non perderlo!
  • A prova di inflazione: questo è in realtà vero per la maggior parte delle materie prime fisiche: immobili, oro, argento e diamanti. A differenza degli altri, però, i diamanti sono più resistenti.
  • Possiamo goderceli: dal momento che i diamanti non si consumano ,possiamo indossarli e al tempo stesso continuare il nostro investimento. Possiamo tenerli, guardarli e indossarli e sentirci sicuri, a differenza di azioni o altri prodotti finanziari, che non sono tangibili se non sullo schermo di un computer.

I rischi di investire in diamanti

Come per ogni forma di investimento, anche investire in diamanti ha i suoi pro e contro. Finora abbiamo visto perché investire in diamanti conviene, adesso vediamo i rischi.

1. Trasparenza dei prezzi

Mentre altri prodotti come l’oro e l’argento hanno un indice dei prezzi, che può essere seguito e verificato in Borsa, i diamanti no. Per conoscere il valore dei diamanti esiste il Rapaport Diamond Report, listino internazionale dei diamanti in dollari pubblicato ogni settimana, che riporta le quotazioni rilevate alla borsa di New York dove sono presenti tutti i prezzi dei diamanti, calcolati in base a colore, dimensione e chiarezza.

L’elenco viene utilizzato come punto di riferimento, nonostante abbia diversi limiti. Tiene infatti conto solo dei fattori di base di peso in carati, chiarezza e colore.

Alla fine, il prezzo è determinato dal mercato: domanda e offerta. I commercianti acquistano determinati diamanti sopra il listino prezzi e anche sotto di esso. Una differenza del 10% significa molto. Inoltre, questo elenco si riferisce solo ai diamanti bianchi, e non esiste un elenco attuale per i diamanti colorati.

Investire in diamanti

2. Mancanza di commerciabilità

L’acquisto di un diamante è relativamente semplice. Se avete intenzione di investire 20mila euro o più, potrete comprarne uno senza problemi. Venderlo è però più complesso.

Ci sono alcune aziende che acquistano diamanti (così come quelle che acquistano oro), oppure è possibile provare a venderlo ad altri rivenditori, ma probabilmente saranno negoziatori difficili e bisognerà battere il loro fornitore nel prezzo o nella rarità della gemma. Ad ogni modo sugli acquisti dei diamanti vigila la CONSOB, che garantisce il corretto svolgimento del trading in diamanti.

 3. Bisogna aspettare (anche tanto)

I diamanti non sono azioni. Non c’è quasi nessuna possibilità che il valore del diamante acquistato aumenterà del 30% l’anno successivo. Considerate i diamanti acquistati come investimenti a lungo termine. Del resto le cose buone arrivano a chi sa aspettare.

 4. Rischio di imbattersi in diamanti sintetici

Al centro dello scandalo e delle truffe degli ultimi anni, i diamanti sintetici oggi vengono prodotti in modo che anche un esperto potrebbe non distinguerli dai diamanti veri, e ciò li rende particolarmente insidiosi. Ne parleremo approfonditamente in uno dei prossimi paragrafi.

Meglio investire in oro o in diamanti?

Quando si decide di investire i propri soldi in beni rifugio, uno dei dubbi più frequenti è se conviene investire in oro o in diamanti.

L’oro è perfetto per investire con piccoli capitali. Investire 10mila euro in oro permette di fare piccoli acquisti, anche ripetuti nel tempo, per accantonare un piccolo tesoretto.

Per i diamanti è necessario, invece, avere un buon capitale iniziale. È l’investimento ideale per chi, ad esempio, dispone di 300mila euro da investire. Se si ha intenzione di utilizzare i diamanti come diversificatori è necessario tenere conto dei prezzi elevatissimi di ogni pietra. Le quotazioni del diamante, vengono aggiornate solo ogni 3 mesi direttamente sul “Il Sole 24 Ore”, in quanto non è un bene che subisce pesanti oscillazioni. Sui diamanti, inoltre, viene applicata l’IVA al 22%, cosa che non accade con l’oro da investimento.

È più sicuro investire in diamanti o in oro? Per certi versi, meglio l’oro. Nel caso dei diamanti infatti non esiste uno scambio con quotazione in continua, come invece avviene per l’oro, che risulta molto più liquidabile in tempo reale. Rivendere una pietra preziosa, invece, può rivelarsi una situazione molto più complessa e problematica. Inoltre, come vedremo, le truffe nell’acquisto di diamanti sono piuttosto frequenti.

Come investire in diamanti: le cose da sapere

Una volta deciso se quello nei diamanti è l’investimento giusto, è importante conoscere i quattro fattori che determinano il valore finale del diamante, le cosiddette “quattro C”:

  1. Peso (Carat);
  2. Taglio (Cut);
  3. Purezza (Clarity);
  4. Colore (Color).

Investire in diamanti

A ciò si aggiunge anche il Certificato del Diamante, rilasciato da un laboratorio di gemmologia riconosciuto. Il certificato è necessario come prova di autenticità. I laboratori più importanti sono:

  • GIA (Istituto Gemmologico Americano): il laboratorio si occupa di analizzare la pietra e di marchiare il numero del certificato sulla cintura, ma non effettua il sigillo.
  • IGI (Istituto Gemmologico Italiano): prova l’autenticità del diamante. Un team di gemmologi ne analizza purezza, colore, taglio, brillantezza, forme e dimensioni. Il laboratorio sigilla i diamanti e non pone limiti di caratura.
  • HRD (Hoge Raad voor Diamant): con sede ad Anversa, l’Alto Consiglio dei Diamanti rilascia tre tipi di certificazione; uno che ne prova l’autenticità, uno che ne analizza il colore, analizzandone luminescenza e tipo di colore, ed il rapporto di identificazione HRD.

Vediamo adesso le diverse forme per investire in diamanti e pietre preziose.

Investire in diamanti in banca

Uno dei modi per investire in diamanti è farlo tramite una banca. Comprare diamanti in banca, però, è un’operazione da fare con estrema cautela per tutta una serie di ragioni. Intanto le banche devono sicuramente ricavare una commissione sull’investimento del cliente, quindi è possibile che vendano la singola pietra ad un prezzo maggiorato rispetto a quello reale di mercato.

Questo ne mina di molto le possibilità di rivendita, in quanto un diamante disponibile ad un prezzo molto più elevato rispetto a quello proposto dal libero mercato è sicuramente più difficile da piazzare.

Detto questo, i diamanti acquistati tramite la banca sono a pieno titolo contratti di investimento, posti in essere allo scopo di messa a frutto del risparmio o di collocazione di capitali.

Le aziende per investire in diamanti

Oltre che con le banche è possibile investire in diamanti acquistando i titoli di società appartenenti all’industria dei diamanti.

Più o meno il 70% dell’industria estrattiva di diamanti è in mano a quattro grandi società: De Beers, Alrosa la cui maggioranza è patrimonio del governo russo, Rio Tinto e BHP Billiton. Potreste pensare di comprare delle azioni e vedere maturare il capitale investito.

Approfondimento consigliato → Scopri come trovare l'oro in Italia

come investire in diamanti

Prima di procedere ad ogni tipo di investimento, è comunque sempre raccomandabile rivolgersi ad un’impresa di consulenza, che ha le conoscenze per potervi guidare meglio. Come infatti vedremo di seguito, la truffa è sempre dietro l’angolo.

 

☞ Approfondimento consigliato: scopri di più sugli investimenti in Svizzera

 

Investimenti in diamanti: come difendersi dalle truffe

Per quanto allettante possa essere l’idea di investire in diamanti, è facile incappare in truffe anche in questo settore. Ha fatto scalpore lo scandalo che ha colpito diverse banche nel 2019. Stiamo parlando di Banco Bpm, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Mps, Fineco e Banca Aletti, accusate di aver truffato i propri clienti insieme alle società di intermediazione Intermarket Diamond Business spa (IDB) e Diamond Private Investment spa (DPI).

L’accusa è stata quella di aver gonfiato i prezzi e aver vincolato l’investimento nel non rispetto della normativa. In altre parole, i diamanti sarebbero stati venduti a prezzi gonfiati rispetto al loro valore reale a centinaia di clienti ignari, con la presunta complicità delle banche che sarebbero state ripagate con regalie varie.

Decisamente grave, inoltre, l’operato dei consulenti interni alle banche che, secondo le testimonianze, avrebbero spinto a fare questo investimento diverse persone e celebrità, tra cui spiccano Vasco Rossi e altri VIP.

Della truffa dei diamanti se ne è parlato molto, anche in popolari trasmissioni televisive come Le Iene e Report. Proprio la trasmissione di Rai Tre ha dedicato agli investimenti nei diamanti un’interessante puntata, che è possibile trovare a questo link.

Conclusioni: consigli e opinioni

Conviene investire in diamanti? Le opinioni al riguardo sono discordanti. Come è possibile leggere nei diversi forum online, per molti l’investimento in diamanti conviene, per altri no. Di sicuro, la decisione più importante che un investitore di diamanti deve prendere è di chi fidarsi. Il mercato dei diamanti è infatti estremamente complesso.

È necessario affidarsi a un consulente specializzato in diamanti per gli investimenti, esperto sia nel capire il valore che nello stabilire il giusto prezzo.