Sognando una nuova vita alle Maldive

Da sempre, nell’immaginario collettivo, le Maldive rappresentano il luogo ideale per mollare tutto e aprire un’attività turistica. Spiagge, mare, clima unico e stile di vita rilassato fanno di questo arcipelago immerso nell’Oceano Indiano una delle destinazioni preferite per una splendida vacanza certo, ma anche per ricominciare daccapo, per investire e aprire un’attività.

Le imprese legate al settore del turismo naturalmente sono le favorite, dal momento che le Maldive vivono di turismo tutto l’anno. Sono molti gli italiani che, dopo averle visitate ed essersi innamorati del posto, hanno deciso di trasferirsi definitivamente di trasferirsi e aprire un chiringuito o una guest house.

In questa guida vi parleremo dei vantaggi di investire alle Maldive fornendovi preziosi consigli su come aprire una guest house o altre attività.

Come aprire un’attività

In general, se si desidera investire all’estero, le Maldive offrono grandi possibilità di investimenti nel settore del turismo alberghiero, con resort e guest House, ma non solo: altri settori conveniente sono quello delle costruzioni, del food and beverage e della ristorazione, nell’esportazione del tonno, della costituzione di partnership in loco nel settore dei servizi e del commercio, nonché dell’esportazione nell’arcipelago di prodotti di qualsiasi settore merceologico.

Inoltre, contrariamente a molti altri paesi del mondo, investire nelle Maldive e in particolare nel settore turistico, è relativamente semplice. Tanto che, nel 2006, la Banca Mondiale ha classificato le Maldive tra le migliori zone dell’Asia meridionale nel suo indice “Facilità di fare affari”.

Come aprire una guest house alle Maldive

Rispetto a dieci anni fa, l’arcipelago – fin ad ora appannaggio esclusivo di ricchi – si sta lentamente aprendo all’esterno e il nuovo presidente vuole trasformare il paese un punto di riferimento per le vacanze «della classe media». Tra le altre cose, ha promesso di sostenere finanziariamente i residenti che vorranno aprire una pensione o altri servizi utili a raggiungere questo obiettivo, portando così al paese un nuovo flusso di denaro dall’estero con ricadute positive sugli abitanti, e non solo sui proprietari dei grandi resort.

☛ Investire all'estero? Scopri tutto quello che devi sapere per evitare l'esterovestizione societaria

MALDIVE

Appare chiaro dunque che, proprio per la loro anima turistica, alle Maldive le attività legate alla ristorazione o all’ospitalità sono le favorite. È possibile ad esempio pensare di aprire un ristorante italiano, dal momento che la nostra cucina viene sempre molto apprezzata, oppure un resort o una guest house. Quest’ultima in particolare è una delle opzioni preferite da quanti decidono di trasferirsi in questo paradiso tropicale.

Senza contare che l’arcipelago, composto da 26 atolli e 1.200 isole, è una destinazione molto favorevole agli investimenti esteri. Aprire una guest house alle Maldive, su uno degli atolli meravigliosi e lontani dalle città principali, ormai occidentalizzate, è un’ottima idea per attirare tutti coloro che vogliono passare le proprie vacanze all’insegna della tranquillità.

★ Scopri le nostre TOP 10 destinazioni per mollare tutto e cambiare vita ★

Quando parliamo di guest house ci riferiamo a una tipica casa maldiviana, quindi a piccole strutture a gestione familiare con 4/5 camere da letto, presenti di solito nelle isole dei pescatori abitate dai maldiviani. Questo tipo di vacanze è ideale per coloro che cercano un soggiorno semplice alla scoperta della cultura del paese, e possono rinunciare a qualche comodità tipica dei villaggi gestiti da multinazionali.

Attualmente le Maldive hanno 8 mila posti letto nelle pensioni, contro i 30.500 dei grandi alberghi. Entrare in questo settore ancora “scoperto” può essere dunque redditizio. Se non te la senti di fare da solo, potresti cercare un socio con cui iniziare questa nuova avventura.

Ad ogni modo, il primo passo è quello di comprare una casa alle Maldive, da adibire poi a guest house.

nuova vita alle maldive

Il settore immobiliare alle Maldive

Il settore immobiliare alle Maldive è legato soprattutto alle case di lusso. Comprare casa qui è dispendioso e richiede solitamente alti capitali (parliamo di cifre milionarie). Come potrete voi stessi vedere, molte agenzie di real estate alle Maldive non riportano i prezzi. La maggior parte delle transazioni è infatti privata.

Diverse anche le isole in vendita nell’arcipelago, ma anche qui parliamo di costi davvero importanti. Per dare un’occhiata potete collegarvi al sito di quest’agenzia di real estate, che oltre a isole e case ha diversi annunci di attività in vendita alle Maldive.

Ma quanto costa comprare casa alle Maldive? In generale, per la sottoscrizione di un contratto di compravendita, i prezzi partono da 3700 euro a metro quadro. Diversa è la situazione per i contratti di locazione, con una base mensile di 532 euro.

Inoltre, è importante sapere che solo di recente agli stranieri è permesso acquistare proprietà alle Maldive. Per molto tempo, a chi veniva da fuori non è stato permesso di possedere proprietà nella nazione insulare: la situazione è cambiata di recente, quando sono state introdotte nuove leggi per aiutare gli stranieri ad acquistare proprietà qui.

Quindi, una volta comprata casa la proprietà sarà realmente tua, ne sarai il proprietario e potrai trasformarla in una guest house.

In conclusione

Aprire un’attività nell’arcipelago non è semplice, soprattutto da un punto di vista economico. Investire alle Maldive richiede un grande capitale iniziale: per questo è meglio affidarsi a un consulente legale per aiutarvi in tutte le procedure.

Prima di buttarsi, inoltre, è sempre meglio visitare il posto e rimanerci per un po’, così da essere sicuri della vostra scelta, e magari parlando con altri italiani che sono riusciti nel loro intento.