Consigli utili per lavorare all’estero con il tuo e-commerce

Sembra così facile la vita del nomade digitale che viene da chiedersi perché molti di noi non abbiano già fatto valigie e aperto la propria attività in una delle tante città europee oppure negli angoli più remoti del globo.

Il fatto è che lavorare dall’estero con il proprio e-commerce richiede disciplina, determinazione e pazienza. Qualità ancora più necessarie per il nomade digitale di quanto non lo siano per chi abbia intenzione di aprire un commercio fisico. Alcuni semplici consigli vi saranno utili per intraprendere il sogno di molti, ma che in pochi riescono a realizzare e vi dará un’idea di come guadagnare con internet.

Scegli bene la tua “casa”

Una sperduta isola della Polinesia? Le spiagge del Vietnam o quelle della Thailandia (qui la guida per trasferirsi a lavorare in Thailandia)? O perché no, un villaggio della Patagonia? Basta che ci sia una connessione internet e il gioco è fatto. Eppure quando scegliete la vostra casa, il luogo da cui dare avvio al vostro business online l’Europa per quanto costosa offre opportunità da non sottovalutare.

Ambientarsi al clima dei tropici e al cibo locale potrebbe essere piuttosto difficile, visto che non stiamo parlando di una vacanza di qualche settimana o di un mese. Ma di una base in cui trascorrere molto tempo. Perciò l’Europa con le sue connessioni ultra veloci, le ottime infrastrutture e una cultura che ben conosciamo può essere un punto di partenza ideale per iniziare la nostra attività.

Successivamente potremmo anche valutare spostamenti più impegnativi, ma all’inizio, fidatevi, Lisbona, le Canarie o la Grecia di per sé economiche sono soluzioni perfette per dare avvio al nostro e-commerce.

Consigli utili per lavorare all’estero con il tuo e-commerce

Crea un sito web che ti rappresenti

Sarà la tua vetrina online. Il primo passo per farti conoscere dai tuoi potenziali clienti. Per questa ragione il tuo sito dovrà rappresentare al meglio ciò che sei e i prodotti o servizi che vuoi vendere. Se hai già dimestichezza su internet strumenti come WordPress costituiscono una soluzione economica per costruire il tuo sito.

✎ Scopri come organizzare il tuo tempo al lavoro le migliori tecniche di time management!⌛

Altrimenti affidati a professionisti con cui dialogare per costruire la tua brand identity. Un marchio riconoscibile e rappresentativo di te sé stesso. Integra il tuo sito con una sezione blog in cui inserire articoli specifici sui prodotti o servizi che andrai a vendere. Renditi anche visibile sui social in modo tale da creare una community virtuale che farà per te il lavoro di promozione. Per ottimizzare le spese in questa prima fase il consiglio è di concentrarti su uno di questi strumenti.

I tuoi prodotti devono arrivare in tempo

Questo è un aspetto dell’e-commerce che spesso viene trascurato, se non addirittura lasciato in ultima posizione. E invece una delle lamentale più comuni tra i clienti è proprio quella che riguarda i ritardi nelle spedizioni, i danni ai prodotti e i costi elevati.

Se hai scelto di commercializzare prodotti artigianali di tua creazione la soluzione ideale è affidarti a piattaforme di spedizione come Packlink, che confrontano le tariffe dei principali corrieri espressi, italiani e internazionali. Ad esempio le tariffe di Poste Italiane con Packlink si dimostrano molto vantaggiose con servizi ad hoc per l’estero come Crono Internazionale. In questa maniera potrai tracciare in qualunque momento la spedizione, oltre a monitorare l’orario preciso di recapito a destinazione. E questo rappresenta una risorsa in più per creare una relazione di fiducia, fondamentale, tra te e i tuoi clienti.

Individua il target e lavora sulle nicchie

In un mercato ormai saturo di prodotti e servizi, con la competizione serrata e pervasiva dei grandi marketplace, individuare una nicchia è fondamentale per il successo del tuo e-commerce. Non perdere tempo a competere con loro.

La creazione di prodotti artigianali ad esempio realizzati in maniera autonoma e dalla forte componente creativa è sempre più ricercata. Potresti, dopo aver stabilito il luogo che diventerà la tua casa, affidarti ad artigiani locali per la realizzazione di prodotti sconosciuti nel tuo Paese e aprire la strada a qualcosa di nuovo. Valuta comunque sempre e con estrema precisione il tuo target di riferimento. Una volta stabilito a chi vuoi vendere i tuoi prodotti diventerà tutto più semplice.

Fissa gli obiettivi per il tuo e-commerce

Un business plan è fondamentale per capire gli step che ti occorreranno e per evitare inutili frustrazioni. Stabilisci una tabella di marcia con step progressivi. Puntare subito sul successo è di fatto piuttosto utopistico. Questo ti servirà anche a dare valore alle priorità e a non lasciarti trasportare né da facili entusiasmi e neppure da false aspettative.

Certo l’e-commerce non ha bisogno di uno spazio fisico come il negozio tradizionale e neppure di un ufficio visto che la tua nuova casa servirà allo scopo. Ma i costi per la realizzazione del sito web o per la creazione dei prodotti hanno bisogno di essere ammortizzati nel tempo.

Potresti inizialmente monetizzare la tua attività affiliandoti ad Amazon o a eBay così da avere un piccolo, ma significativo cuscinetto che ti permetterà di guadagnare qualcosa nella prima fase.

Disciplina, determinazione e pazienza

La fiducia da sola in quello che fai non è sufficiente. Occorrono determinazione, disciplina e pazienza. Rispetta gli impegni e gli orari di lavoro per non perderti in inutili fantasticherie. Perché sia che tu trovi alle Canarie, in Cambogia o in Islanda sei lì per lavoro e non per vacanza.

Solo così potrai goderti appieno la libertà che questo lavoro ti offre.