Bungalow o casa mobile? Il grande dilemma

Una volta era il camper. Adesso la nuova tendenza degli investimenti, da usare magari per le vacanze e affittare durante il resto dell’anno, è comprare un bungalow oppure una casa mobile! Sì, avete capito bene: una piccola casa che si sposta insieme a noi.

Due forme molto diverse di concepire le vacanze, ma che in qualche modo si somigliano almeno per dimensioni abitative. Piccole, accoglienti, perfette per ospitare dalle 2 alle 5 persone, costruite su un terreno agricolo oppure su uno ad alta concentrazione di attrazioni turistiche, si tratta di case prefabbricate, di solito realizzate in legno. Ma mentre nel caso dei bungalow si tratta di strutture fisse, le mobil home sono appunto mobili, ovvero con delle ruote. Vengono fissate all’automobile tramite dei cavi e si spostano insieme a noi.

Entrambe sono degli ottimi investimenti, soprattutto perché si può pensare di usarle per se stessi durante le proprie vacanze e poi di affittarle ai turisti il resto dell’anno.

I bungalow e le case mobili, infatti, sono una soluzione turistica che è possibile trovare in vari tipi di località: Toscana, Liguria, Puglia, Abruzzo, Veneto, Sardegna, Campania, Marche. E per diversi tipi di vacanza: mare, montagna, lago.

Basti pensare che secondo dati dell’Osservatorio sul turismo all’aria aperta, le prenotazioni di strutture outdoor, come i campeggi o resort con bungalow, sono cresciute lo scorso anno del 23% rispetto al 2016 e 2017, per un mercato che conta in Italia 9,6 milioni di turisti e un valore di quasi 5 milioni di euro.

Differenza tra bungalow e mobil-home

I bungalow differiscono dalle casette mobili per il fatto di avere delle fondamenta ancorate al terreno e, di conseguenza, una struttura più solida: dalle pareti in muratura a quelle in legno, tipiche degli chalet di montagna.

La mobil-home è al contrario una sistemazione che è possibile spostare con relativa facilità, quindi non fissata al terreno in modo permanente, e da ciò ne derivano caratteristiche come i materiali leggeri e l’assenza del bagno interno con allacci alla rete. Nel corso degli anni, però, le mobil home sono cambiate nell’aspetto e nell’offerta dei servizi, e oggi possono differire dai bungalow solo nei dettagli. È possibile trovare in alcune di esse tutti i comfort, come appunto anche il bagno.

★ Curiosità! Scopri dove sono le case meno costose al mondo

Vediamo ora nel dettaglio le due forme di investimento, iniziando dal bungalow.

Acquistare un bungalow

Per chi desidera una vacanza indimenticabile, il bungalow rappresenta sicuramente una scelta azzeccata per le famiglie o i gruppi numerosi, che anche in vacanza ricercano una certa tranquillità e privacy. È sostanzialmente una casetta ad un piano divisa in alcune stanze più grandi (un paio di camere da letto, il soggiorno, la cucina e il bagno) , che possono ospitare un numero maggiore di persone in camere comuni.

Si trovano normalmente all’interno di campeggi e in generale di strutture turistiche. Molto diversi dagli hotel e dalle tende, rappresentano un modo diverso di concepire la vacanza: più a contatto con la natura, ma con gli stessi comfort dei resort.

Comprarne uno per le proprie vacanze conviene, soprattutto se si vuole mettere a rendita questo investimento. Alcuni decidono di vivere in bungalow tutto l’anno, ma la maggior parte decide di trascorrerci solo il soggiorno estivo.

Di bungalow in vendita ce ne sono diversi, sia nuovi che usati. Comprarne uno al mare, in campeggio o in un villaggio turistico è di sicuro la scelta migliore, poiché non avremo difficoltà ad affittarlo quando non ci siamo.

Per quanto riguarda le normative, è importante sapere che la normativa nazionale consente di installare mobil home e bungalow, anche se in via soltanto occasionale, nei terreni non edificabili a destinazione turistica.

Quanto costa e dove conviene comprare un bungalow

I prezzi dei bungalow oscillano e vanno dai 10mila ai 30 mila euro a cui si aggiungono le spese di affitto della piazzola del camping. Si trovano comunque diverse occasioni più economiche, soprattutto per quelli usati.

Comprare un bungalow conviene soprattutto in quelle zone dove il turismo non manca mai: in questo modo potremo mettere a frutto il nostro investimento. In particolare, acquistarne uno è redditizio:

  • In campeggio
  • Al mare
  • In un resort
  • In un villaggio vacanze

Su questo sito trovate diversi annunci interessanti di bungalow in vendita, sia nuovi che usati.

Comprare una casa mobile

Comprare una mobil home può essere una valida alternativa per chi non ha un elevato budget ma vuole comunque un luogo dove trascorrere le proprie vacanze in tutta tranquillità. È un’ottima opzione per chi vuole investire 10000 euro o meno.

Le case su ruote infatti possiedono tutte le caratteristiche di una abitazione: sono realizzate con l’apporto delle più moderne tecnologie, e sono spesso dotate di cappotto termico, pareti e tetto coibentati, impianti elettrici, idraulici, di raffreddamento e sanitari.

Non esiste una sola tipologia di casa mobile o un unico materiale per la sua struttura, ma le più diffuse sono quelle in legno.

I prezzi delle mobil home

Quanto costa una casa mobile? I prezzi di una mobil home variano ovviamente dalla tipologia dell’unità abitativa, dalla metratura, dai servizi, dalla condizione, dall’arredamento e dalla marca. Solitamente le mobil home in vendita partono da circa 1.800 € per le soluzioni usate a poco prezzo, e possono arrivare a oltre 60.000 euro per soluzioni nuove e particolarmente lussuose. Molti addirittura le comprano per viverci stabilmente, anche se l’uso come casa vacanza è la soluzione preferita.

Quando la casa mobile è situata in campeggi o villaggi turistici vicino al mare i prezzi salgono, a causa dei servizi di intrattenimento offerti o dalla presenza della piscina. Una buona idea, dunque, è guardare tra gli annunci di case mobili usate in campeggio.

Nel prezzo, poi, bisogna considerare che la casa mobile non è soggetta al pagamento dell’IMU, un bel vantaggio se si pensa di comprarne una.

Comprare una mobil-home in Italia: le regole

Le mobile home rientrano tra quei prefabbricati e quelle strutture che non hanno base fissa e non sono perciò ancorate al terreno, risultando appunto “temporanee”. Le nuove norme sull’edilizia temporanea hanno portato benefici a coloro che ne possiedono una.

Secondo il Glossario unico per le opere di edilizia libera (DM 2 marzo 2018), l’installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, in strutture ricettive all’aperto per la sosta e il soggiorno dei turisti e le strutture temporanee, rientrano nelle opere realizzabili in edilizia libera e non necessitano di alcun titolo abilitativo.

Il Glossario precisa che l’installazione, la manutenzione e l’eventuale rimozione di manufatti leggeri in strutture ricettive all’aperto rientra nelle attività di edilizia libera, sempre che l’attività ricettiva sia stata già autorizzata sotto il profilo urbanistico, edilizio e, ove previsto, paesaggistico, in conformità alle normative regionali di settore.

Tra i manufatti leggeri elencati nella tabella ci sono: roulottes, campers, mobil home, imbarcazioni e assimilati. È importante sottolineare che questa tipologia di installazioni ricade nell’edilizia libera solo se si tratta di attività turistiche. Nel caso in cui le case mobili dovessero essere utilizzate per esigenze abitative o permanenti, sarà necessario richiedere il permesso di costruire.

Dove acquistare una casa mobile

La soluzione migliore, se si vuole fare un investimento, è comprare una mobile home in campeggio vicino al mare. Una di quelle casette in legno dove poter trascorrere vacanze a contatto con la natura, ma senza rinunciare ai comfort. I prezzi salgono, ma metterla in affitto non sarà un problema.

☛ Ecco tutto ciò che devi sapere per comprare casa all’estero

Ci sono sul web diverse agenzie e aziende che propongono la vendita di case mobili nei campeggi al mare e in generale di case su ruote in campeggio, sia nuove che usate. Tra le principali vi segnaliamo:

  • 4 Spring: l’azienda si caratterizza per la vendita di numerose tipologie di case mobili anche in con differenti prezzi e occasioni in base alla metratura, alla costruzione e alla tipologia di ambienti. Inoltre, offre una sezione del proprio sito per vendere la vostra mobil home.
  • Vpf Case Mobili : azienda che si occupa della costruzione di case mobili.
  • Sib Case: anche in questo caso si tratta di un’azienda che si occupa di realizzare case trasportabili su ruote di dimensioni variabili, dai 18 mq in su.
  • Case Mobili Usate: azienda specializzata nella vendita di case su ruote usate.
  • Holiday Van: sito per la vendita di case mobili nuove ed usate provenienti dai maggiori tour operator presenti in Europa occidentale.
  • Juliette Case Mobile: azienda italiana specializzata nella realizzazione, produzione e vendita di moduli abitativi su ruote.

Comprare case mobili o bungalow all’estero

Per quanti stanno pensando di investire all’estero, si può valutare l’acquisto di bungalow e case mobili fuori dall’Italia. Proprio quest’ultime sono sempre più gettonate oltre confine, anche per risiederci stabilmente.

Del resto è proprio all’estero che nasce la tendenza del “glamping”, ovvero di un campeggio di lusso. Il termine deriva dalla fusione di “glamour” e “camping”. Un concetto di vacanza caratterizzato dalla capacità di accontentare chi ama stare comodo, ma non vuole rinunciare alla vita all’aria aperta.

A ciò si unisce che comprare casa all’estero per affittarla rientra da sempre tra gli investimenti preferiti dai nostri connazionali.

Le mete preferite dove i bungalow e le mobil home vanno per la maggiore sono Francia e Spagna, in particolare alle Canarie, ma si trovano occasioni anche a Zanzibar e in Repubblica Dominicana.

Se vi interessa la Francia, su questo sito ci sono diversi annunci di chalet e case mobili in vendita. Se invece la vostra meta è la Penisola Iberica, qui trovate numerose offerte di bungalow e case mobili, sia nuove che usate.

Investire in un bungalow o una casa mobile può rappresentare un primo passo per fare affari nel settore immobiliare senza correre troppi rischi. Prima di comprare, soprattutto in campeggi e strutture turistiche, il consiglio è di andare sul posto per vedere le effettive condizioni dell’immobile.