Il mercato immobiliare del sud est asiatico

 

Agente immobiliare dal 1995, oggi Salvatore Parisi opera nel mercato immobiliare del sud est asiatico dal 2009. Nella sua esperienza lavorativa in Italia, nel campo dell’intermediazione immobiliare, ha fatto parte di gruppi leader tra cui Tecnocasa, Gabetti, IRA. Salvatore è da un anno circa socio di  Italnova che ha sede a Bangkok e che offre diversi servizi in campo immobiliare grazie ai professionisti di cui si avvale.

Salvatore Parisi thailandia

 

Salvatore, raccontaci come, quando nasce e di cosa si occupa Italnova:

La Società ITALNOVA è stata fondata nel 1993. Inizialmente ha effettuato degli studi atti a valutare, e quindi a considerare, la possibilità di avviare relazioni commerciali tra l’Italia e la Thailandia.

Con il trascorrere degli anni il numero di cittadini e di aziende occidentali interessate ad investire in Oriente nei settori più diversificati è generosamente aumentato per cui, in base a questa evoluzione, ITALNOVA ha predisposto un programma di servizi atti a trattare, sviluppare e portare a termine le proposte che di volta in volta vengono presentate.

L’interagire con un Paese e un mercato assai diverso dal modello occidentale e sconosciuto alla maggior parte degli italiani richiede una certa esperienza e una buona conoscenza della struttura sociale ed economica, tale da comprenderne in modo chiaro ed inequivocabile i segreti e i meccanismi che ne regolano il funzionamento.

Come è organizzata l’attività, chi c’è dietro?

La società ha sede a Bangkok con l’ufficio sito al 48° piano del grattacielo Jewelry trade center in silom. Fanno parte della società: la segretaria Dr.ssa Apinya Manprasitkul che svolge il lavoro di segreteria e mantiene i rapporti con la nostra clientela, organizzando l’agenda e il lavoro settimanale; il mio socio la Dr.ssa Sumalai Pasanai, che si occupa prevalentemente degli aspetti legali, burocratici, amministravi, mantenendo i rapporti con gli enti governativi e le istituzioni del paese; e io che mi occupo del mercato immobiliare commerciale.

Dr.ssa Apinya Manprasitkul

 

Dr.ssa Sumalai Pasanai

Quali sono i servizi offerti?

Al fine di offrire alla nostra clientela la consulenza e l’assistenza necessaria per provvedere all’assolvimento di ogni tipo di operazione richiesta, ITALNOVA si avvale del prezioso contributo di professionisti competenti in materia legislativa ed economico-finanziaria, in grado di risolvere in maniera efficiente e sbrigativa ogni problematica, tra i nostri servizi:

  1. Consulenza Professionale: Indagini di mercato personalizzate, verifica di contratti in essere, valutazione di proposte, analisi dell’investimento,
  2. Settore Commerciale: Valutazioni stipula di contratti, partecipazioni in attività, rilevamento di attività, proposte di franchising, import-export, marketing.
  3. Settore Immobiliare: Valutazioni, stipula di contratti, supporto nella compra-vendita, operazioni di rogito.

Com’è la situazione attuale nel mercato immobiliare a Bangkok e più in generale in Thailandia?

La situazione del mercato immobiliare a Bangkok è anomala e non deve essere presa di riferimento per il mercato generale, in quanto Bangkok è un mercato a sé, in continuo sviluppo. Aumentano di anno in anno le richieste di acquisto e di conseguenza le offerte con diversi progetti di nuova costruzione, il mercato nella capitale offre diverse possibilità di acquisto e ci sono possibilità con diverse fasce di prezzo: media, alta e di lusso, con prezzi che partono da 70/80 mila euro in su. Diverso invece è il mercato immobiliare nelle piazze di Phuket, Pattaya, Koh samui, dove si registra, rispetto agli anni passati, un calo, non sull’offerta che continua a crescere, bensì sulla richiesta.

In quale campo conviene investire e perché?

Il campo dove, dal mio punto di vista, conviene investire di più è quello finanziario. Oggi abbiamo diversi progetti, dove l’acquirente può investire garantendosi un’ottima resa annuale, potendo usufruire dell’appartamento acquistato per il suo periodo di vacanza e senza nessuna spesa di manutenzione o costi fissi. Ci tengo inoltre a precisare che investire in Thailandia è sicuro, specialmente per le piazze più gettonate come Bangkok, dove il mercato del Bayer è superiore a quello locale. Questo dà un’ulteriore garanzia all’investimento, in quanto anche se il Paese per qualsiasi motivo dovesse attraversare un periodo di crisi, questo non andrebbe a toccare in alcun modo il proprio investimento, grazie alla presenza del Bayer internazionale.

Come e in cosa supportate il cliente?

I nostri clienti variano a seconda delle loro esigenze, noi applichiamo i nostri servizi. Per quanto riguarda le aziende che vogliono trasferire la propria attività oppure entrare nel mercato asiatico con i loro prodotti, consigliamo di effettuare prima di tutto un’indagine di mercato, al termine della quale non è detto che il risultato sia positivo. In molti casi abbiamo evitato all’azienda di subire delle perdite economiche oppure dei fallimenti. Per il cliente privato ritiriamo una richiesta completa e molto dettagliata, che ci permette di conoscere il profilo del cliente, dopodiché siamo in grado di proporgli l’investimento adatto a lui. La nostra struttura collabora con i più importanti studi professionali presenti da molti anni sul territorio thailandese. Questo ci permette di offrire servizi a 360 gradi.

Oltre che al privato, vi rivolgete anche alle aziende italiane che intendono internazionalizzarsi?

Sì, il 70% dei nostri clienti sono aziende che intendono internazionalizzarsi, le domande più frequenti che ci rivolgono sono legate ai costi, alle tasse, ai competitor e agli aspetti fiscali e burocratici. Sono diverse le indagini di mercato che rilasciamo, da quella base, dove vengono indicato prevalentemente le fattibilità e i presupposti per svolgere quel tipo di attività; all’indagine più approfondita che richiede minimo 30 giorni per realizzarla, accompagnata da un business plan. Oggi entrare in Thailandia vuol dire avere rapporti commerciali con tutto il sud est asiatico in quanto Bangkok è la capitale dell’ASEAN (Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico) di cui fanno parte i seguenti paesi: Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia, Brunei Darussalam, Cambodia, Lao PDR, Myanmar, Viet Nam.

A chi si approccia per la prima volta ad un investimento sul territorio, qual è il tuo consiglio a riguardo?

Sono molti i clienti che si affacciano al mercato asiatico: quelli che vengono in vacanza da molti anni ma non hanno mai investito nulla, quelli che non sono mai venuti in Thailandia, ma sono spinti da un forte interesse verso il mercato asiatico.

I miei consigli per trasferirsi a vivere in Thailandia sono quelli di farsi una vacanza, possibilmente in più località, per capire quella più adatta alle proprie esigenze. A quelli che invece vengono da anni e già conoscono la Thailandia, consiglio comunque di rivolgersi a studi professionali, andando direttamente presso l’ufficio del professionista, verificare da quanti anni opera nel mercato thailandese, conoscere di persona il professionista.

Email: parisi@italnova.com

Contatto Skype italnova.thai

www.italnova.com

A cura di Nicole Cascione