Visti e permessi di soggiorno per vivere negli USA

È la terra promessa per eccellenza, quella dove i sogni sono a portata di mano. Da sempre meta privilegiata di noi italiani, gli Stati Uniti continuano ad attrarre gli expat di casa nostra. La possibilità di realizzare i propri progetti, di trovare un lavoro e di vivere il cosiddetto “sogno americano” sono tra i motivi che spingono giovani e non a fare le valigie e partire per gli USA.

Se infatti 2,5 milioni di nostri connazionali espatriano in Europa, quasi due milioni vivono proprio in America.

Attraversare l’Oceano per trasferirsi nel paese a stelle e strisce rimane dunque il desiderio ancora per molte persone in cerca soprattutto di opportunità e di fortuna. Come raccontavamo un po’ di tempo fa in un altro nostro articolo, l’economia statunitense, evidenzia grande ottimismo e dinamismo occupazionale. Trovare una prima occupazione qui non è difficile. Più complicate le pratiche per i permessi di soggiorno che spesso scoraggiano in tanti.

✎ Scopri la nostra Guida per trovare lavoro negli Stati Uniti d'America

Vuoi investire
negli USA?

Scopri come aprire
un food truck in
franchising negli Stati Uniti!

In questo articolo faremo chiarezza sui diversi visti e i permessi di soggiorno necessari per vivere negli Stati Uniti.

CHE COS’È UN VISTO

Tutti gli stranieri non residenti che vogliano entrare negli USA necessitano di un visto, persino coloro che sono solo in transito per recarsi in un altro Stato. I visti si dividono in due categorie principali: quelli destinati a un soggiorno temporaneo negli Stati Uniti (i visti “non-immigranti”) e quelli richiesti invece da coloro che intendono trasferirsi permanentemente negli Stati Uniti (visti “immigranti”). All’interno di queste categorie principali, esistono molteplici tipi di visto, in funzione del motivo del viaggio.

I VISTI NON-IMMIGRANTI

I visti non-immigranti si rivolgono a coloro che desiderano recarsi negli Stati Uniti per un periodo di tempo limitato e poi rientrare in Italia o nel proprio paese di residenza. Si può andare per turismo, trattamenti medici, affari, lavoro temporaneo o studio. Qualunque sia la ragione, è necessario l’ottenimento del visto. Ogni caso è esaminato singolarmente in base alla legge e ai regolamenti in vigore sull’immigrazione americana. I vari tipi di visto: Visto d’affari (B1); Visto turistico (B2); Visti per studenti (F1, J1, M1); Visto di transito (C1); Visto per rappresentanti dell’informazione mediatica (I); Visto per lavoratore religioso (R); Visti di lavoro (H, L, O, P, Q).

Ecco come fare per andare a vivere in America: i documenti necessari e molto altro!

Di solito per i turisti e per chi viaggia per affari si richiede semplicemente l’autorizzazione elettronica al viaggio ESTA o Electronic System for Travel Authorization che serve per entrare negli Stati Uniti per un periodo inferiore ai 90 giorni. Il visto ESTA USA, in vigore dal 12 gennaio 2009, sostituisce altri tipi di permessi per l’America ed è un sistema creato dal governo statunitense per determinare l’idoneità a entrare negli USA dei cittadini che beneficiano del programma di esenzione dal visto, il Visa Waiver Program. Questo programma include i cittadini di 38 paesi, tra i quali compare anche l’Italia.

VISTI IMMIGRANTI

Sono destinati a coloro che vogliono risiedere permanentemente negli USA e riguardano l’immigrazione basata su una relazione familiare con un residente o cittadino americano, l’immigrazione attraverso un impiego lavorativo. Il Consolato Generale degli Stati Uniti di Napoli è l’unico consolato a rilasciare in Italia visti di immigrazione, visti fiancè e visti diversity.

GREEN CARD

Per stabilirsi definitivamente e avere la cittadinanza americana è necessario ottenere la Green Card. Si tratta del permesso di soggiorno permanente, concesso dal governo americano a cittadini stranieri per vivere e lavorare nel Nuovo Continente per un periodo illimitato di tempo. Viene rilasciata dallo U.S. Citizenship and Immigration Services. Tre sono le modalità per ottenerla:

❥ Vuoi partire a quasi costo zero per gli Stati Uniti? ❥ Scopri come diventare Au Pair in America!

1. Attraverso la “sponsorizzazione” di un datore di lavoro dentro i confini nazionali.

2. Per status familiare.

3. Grazie alla lotteria. L’Immigration Act del 1990 ha istituito il programma Diversity Visa (DV) che mette a disposizione 55mila visti di immigrazione in una lotteria annuale. Chi vuole tentare la sorte dovrà iscriversi dimostrando di essere cittadino di un Paese tra quelli ammessi al programma e possedere un diploma di scuola superiore o un attestato di impiego di almeno 2 anni svolto negli ultimi 5 anni. A questo punto basta inserire i propri dati e una foto sul sito del Diversity Visa Program, durante il periodo di apertura delle iscrizioni che dura circa un mese. Una volta compilato il modulo online viene rilasciato un codice, che vi permetterà di controllare se siete stati sorteggiati o no e, in caso positivo, di iniziare le pratiche per ottenere la Green Card.

Per ulteriori informazioni, per prendere visione di tutti i visti necessari per entrare negli USA si rimanda alla pagina ufficiale dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia: https://it.usembassy.gov/it/visti/iv/.