Trasloco all’estero: meglio affidarsi a dei professionisti

Trasferirsi definitivamente all’estero sta diventando un fenomeno sempre più diffuso, non solo tra i più giovani, ma anche tra i pensionati italiani che decidono di fuggire da un’Italia troppo costosa e con scarsi servizi.

Negli ultimi anni, infatti, le pensioni italiane hanno perso il 33% del loro potere d’acquisto e il loro valore è sceso in media del 5,1 per cento. Di fronte a questa situazione, i pensionati decidono di emigrare altrove, dove il costo della vita è nettamente inferiore, ma la qualità è di gran lunga superiore.

Tra le mete più gettonate ci sono le Canarie, perché a sole 4 ore di volo dall’Italia, con un clima mite tutto l’anno e un basso costo della vita.

Infatti, l’azzeramento dei costi di riscaldamento e il conseguente abbattimento dei costi del vestiario, il basso costo del carburante, il costo dei trasporti ridotto per i residenti del posto, e non per ultimo, anche il costo ridotto dei beni di prima necessità, la rendono una meta ideale per tutti coloro che percepiscono una pensione intorno ai mille euro.

Lo stesso discorso vale per la Repubblica Dominicana e per il Costa Rica, dove anche i costi degli affitti di piccoli appartamenti si rivelano alquanto bassi. Anche l’Argentina rappresenta un luogo ideale per i pensionati italiani, nonostante negli ultimi anni la microcriminalità sia aumentata.

Il Canada, nonostante non presenti un clima mite, offre numerosi servizi ed esercita, per questo, una grande attrattiva sui pensionati italiani: civiltà, felicità, onestà, sostenibilità ambientale e tanto altro ancora.

Tutte cose che nel corso degli anni hanno portato innumerevoli persone ad iniziare qui una nuova vita, senza tralasciare il fascino dei grandi paesaggi, dai laghi alle montagne.

Tra i Paesi con il miglior rapporto qualità/prezzo c’è la Thailandia, che permette a coloro che abbiano più di 50 anni, la fedina penale pulita e che abbiano un conto in banca di 20 mila euro, di potervi risiedere. Consultate la nostra guida per trasferirsi a vivere e lavorare in Thailandia.

Altri due Paesi che permettono ad un pensionato di poter vivere dignitosamente con la propria pensione sono la Tunisia dove, con una pensione di mille euro netti al mese si può vivere ben al di sopra degli standard del Paese e la Bulgaria, dove per vivere bene bastano anche solo 800 euro mensili.

Ma si sa, oltre alla difficoltà legata alla scelta del Paese, è necessario affrontare la difficoltà del trasferimento vero e proprio, con tutto ciò che questo implica, come il trasloco.

E’ quindi consigliabile affidarsi a professionisti del settore che si occupino di trasferire da un Paese all’altro tutti i propri effetti personali. Tra le aziende che offrono traslochi in tutto il mondo c’è la Traslocando.net, una realtà low-cost presente sul mercato da oltre 25 anni.

L’azienda cura le pratiche doganali di esportazione e mette a disposizione del cliente una rete di corrispondenti estremamente capillare ed affidabile.

Per informazioni e preventivi consultare il sito web: www.traslocando.net o mandare una mail a: [email protected]

Nicole Cascione