Davide Spada, 46 anni, pavese, è un vero e proprio self -made man. Le sue esperienze di studio e lavoro lasciano a bocca aperta. Con una laurea di economia in tasca, inizia a lavorare molto presto in una prestigiosa azienda di abbigliamento, passa alla new economy e inizia a viaggiare e fare carriera in una multinazionale svedese che si occupa di ristrutturazioni aziendali. Davide approda, così, a Stoccolma, dove raggiunge le sfere più alte della gerarchia: Vicepresidente per lo sviluppo internazionale. La crisi del 2009 lo porta ad affrontare realtà molto dure e, contemporaneamente, a porsi la domanda che, almeno una vola nella vita, tutti si pongono: “che cosa voglio fare da grande?”.  Ricordando un gradevole passaggio per lavoro a Barcellona nel 2004, Davide decide di fare il salto: lascia il posto di lavoro sicuro e si trasferiste con la moglie Didi in Catalogna dove, in poco tempo, diventa uno dei principali fornitori di pasta fresca di ristoranti italiani e catalani.

✍ La guida per trovare lavoro in Svezia: stipendio medio, professioni più richieste e molto altro! ✍

Davide Spada

Davide, perché la Spagna e nel 2009, poi, in piena crisi economica?

Mi ricordavo che la Spagna, per quanto in crisi, fosse comunque un paese con delle aspettative molto grandi e con margini di crescita assolutamente interessanti.

☞ Ecco tutto quello che devi sapere per trovare lavoro in Spagna

Anche oggi?

Io penso di sì. La Spagna ha, tutto sommato, finito da poco di essere un paese in via di sviluppo; è, per certi aspetti, un paese ancora giovane e per questo ha margini di crescita incredibili.

Perché hai lasciato un posto di lavoro al top della tua carriera per metterti in proprio aprendo “Pasta Spada” a Barcellona?

Quando lavoravo in azienda ho sempre ammirato gli imprenditori capaci che avevano visione e fiuto e riuscivano a fare qualcosa di nuovo. Ho voluto provarci anch’io con la pasta.

Perché la pasta?

Perché, da buon italiano che risiede all’estero e che ha una profonda nostalgia di casa, mi mancava molto la buona pasta (piatto che sempre devo avere in tavola). Non trovando la qualità che cercavo a Barcellona, ho deciso di mettermi a farla.

Com’è iniziata la tua impresa?

Dalla Svezia sono passato per Genova che è una città con un’antichissima tradizione – forse la più antica – di cultura pastaia. Data del 1500, proprio a Genova, la prima associazione di pastai italiani. Ti ricordo che sono 3 le capitali della pasta fresca in Italia: Torino per gli agnolotti, Bologna per i tortellini e Genova per i ravioli. A Genova, ho avuto l’opportunità di imparare a fare la pasta con uno dei più importanti maestri pastai italiani: Danilo Curotto, detto Mister Pasta, conosciutissimo in tutto il mondo. Da lì, la passione è diventata la mia professione.

Davide Spada mastro pastaio a Barcellona

Però il tuo non è solo un negozio che vende pasta.

► Leggi la Guida Definitiva per trasferirti a vivere a Barcellona! ◀

No, il negozio, dove vendiamo pasta, pane, focaccia alla genovese al pubblico, rappresenta una minima parte della nostra attività. Il grosso dell’attività è dietro, nel laboratorio, dove produciamo tonnellate di pasta con cui riformiamo numerosi ristoranti. A me piace definirmi come un artigiano della pasta che è riuscito a trasformare in professione una passione.

Tra i vostri clienti c’è il fiore all’occhiello della ristorazione italiana e catalana della città, vero?

Direi proprio di sì. Riforniamo la “Creme dell’hostelleria” italiana di Barcellona: Il Xemei, famosissimo locale specializzato nella cucina veneziana; Piazze d’Italia, che offre una cucina italiana tipica e tradizionale; Gusto, la cui carta è tipicamente partenopea; il Margherita con cucina italiana e internazionale; il BellBuon, ristorante/trattoria dove si gustano specialità avellinesi…per poi passare ai ristoranti catalani veri e propri: il gruppo di Carles Abellan, Costa Este e molti Hotel di prestigio. Lavoriamo con il gruppo Moritz e riforniamo anche numerosi mercati.

Si può dire che siete artigiani della pasta con una produzione industriale. Qual è il segreto di un successo così strepitoso ottenuto in pochi anni?

✎ Leggi la nostra guida e scopri come aprire un pastificio in Italia o all'estero ✓

Sì, siamo degli artigiani con un’attività a livello industriale. Il segreto consiste, innanzitutto, nel fare un buon prodotto ma questo non basta. La differenza arriva con il servizio che si dà al cliente. Oltre a dare un prodotto sempre fresco, siamo in grado di evadere gli ordini nel più breve tempo possibile e facciamo in modo di essere sempre all’altezza della qualità del ristorante con cui entriamo in contatto.

Davide Spada: pastaio

Come si vive in questo momento storico (leggi tendenze secessioniste) in Catalogna?

Noi tentiamo di non giudicare, non spetta a noi. Siamo qui per fare impresa e la stiamo facendo. Siamo grati a questa terra che ci ha accolto e ci ha dato l’opportunità di creare qualcosa ex novo, opportunità che difficilmente avremmo avuto in Italia. Contemporaneamente, stiamo molto attenti a rispettare questa terra. Se la situazione cambierà a livello socio-politico, cercheremo di adattarci alla nuova situazione. Staremo a vedere.

☞ Vuoi investire in Spagna? Ti spieghiamo come aprire un'attività a Barcellona! ☜

Perché hai scelto di vivere a Barcellona?

Perché è una città culturalmente effervescente, molto interessante e combattuta, forse proprio a causa di questo dissidio socio-politico interno, sempre più palpabile. Barcellona è eclettica, aperta, evolve ogni giorno. È una città predisposta ad accogliere chi viene da fuori e, grazie anche alle ottime infrastrutture, è perfetta per le famiglie. Certo, architettonicamente non si può dire che sia come Roma, Milano o Venezia. Qualcuno dice che, negli ultimi anni, si sia trasformata un po’ troppo in un parco tematico … io dico che resta comunque a misura d’uomo. Barcellona è la mia città.

Per contattare Davide:

www.pastaspada.com

davide.spada@pastaspada.com

Di Paola Grieco

Davide Spada mastro pastaio a Barcellona