Trovare lavoro all’estero: le professioni più ricercate

A cura di Enza Petruzziello

Trasferirsi all’estero per cercare fortuna – ma soprattutto un lavoro – è diventata ormai negli anni una consuetudine per molti giovani italiani e non solo. D’altronde in un contesto nazionale ancora difficile e incerto, non stupisce che tanti ragazzi preparino le valigie per tentare la sorte oltre frontiera alla ricerca di nuove occasioni lavorative. Secondo l’ultimo rapporto Migrantes, infatti, in dieci anni a lasciare l’Italia sono stati ben 5 milioni di nostri connazionali. Uomini e donne, adulti e anziani. A fare i bagagli però è soprattutto la “meglio gioventù”, i cosiddetti “millennials” ragazzi che erano appena nati o adolescenti allo scoccare del Duemila. Oggi hanno tra i 18 e i 34 anni e si trovano protagonisti dei nuovi flussi migratori.

Partire sì, ma per dove? A dire quali sono i Paesi al mondo che offrono le maggiori opportunità lavorative ci ha pensato il “Talent Shortage 2016”, una ricerca condotta da ManpowerGroup, multinazionale americana specializzata in consulenze sulle risorse umane. L’idea è nata dalla necessità di mettere in evidenza le lacune del mercato del lavoro su scala globale e di poter così contribuire a rimettere in equilibrio domanda e offerta. La multinazionale, dopo aver contattato 42mila responsabili di risorse umane in 42 Paesi diversi, ha dunque scoperto che sono soprattutto Giappone, Taiwan, Romania, Hong Kong e Turchia a non trovare sui loro mercati le qualifiche di cui, invece, avrebbero particolarmente bisogno.

Come si legge nel report: “La carenza di talenti è diventata tra il 2015 e il 2016 un problema in 6 delle 9 maggiori economie globali”. Come nel 2014 e nel 2015, i datori di lavoro giapponesi segnalano la maggiore difficoltà nel riempire le posizioni vacanti, mentre quelli della Cina registrano solo un 10% di difficoltà di assunzione. In generale sono gli Stati Uniti, però, ad avere avuto l’aumento più notevole di difficoltà di assunzione salendo dal 32% del 2015 al 45% di quest’anno.

 EXTRA! ✎ Le nostre linee guida su come scrivere un buon curriculum di lavoro

Per molte di queste nazioni, la ricerca ha stilato un elenco molto utile relativo alle professionalità maggiormente richieste. Vediamo nel dettaglio la top ten dei posti in cui conviene lavorare e quali figure sono le più richieste.

GIAPPONE – La palma d’oro va al Giappone che per il secondo anno consecutivo risulta essere il Paese che ha le difficoltà maggiori a reperire personale, con una percentuale dell’86%. Qui si cercano soprattutto di agenti di commercio, ingegneri, medici, infermiere, operai, ma anche esperti di contabilità e segretarie.

TAIWAN – Al secondo posto troviamo il Taiwan che non riesce a trovare più del 73% delle professionalità di cui avrebbe bisogno. Quest’isola della Repubblica cinese stupisce per la sua modernità e per essere uno dei posti che negli ultimi anni ha attratto molti expat, anche italiani. Ebbene se volete cercare lavoro in Taiwan sappiate che a mancare sono soprattutto agenti di commercio, tecnici, ingegneri, ricercatori e autisti. Potrebbe dunque essere una destinazione per chi è alla ricerca di un’occupazione ed è qualificato in una di queste professioni.

ROMANIA – Medaglia di bronzo per la Romania, meta negli ultimi anni soprattutto di investitori e pensionati. A quanto si apprende dalla ricerca di ManpowerGroup, la Romania ha bisogno soprattutto di artigiani specializzati, ingegneri, autisti, dirigenti e tecnici informatici.

HONG KONG – Carenza, invece, di agenti di commercio, ingegneri, operatori informatici, addetti alle vendite, esperti di contabilità, collaboratori domestici e autisti ad Hong Kong.

TURCHIA – Quinto posto per la Turchia che probabilmente sconta il difficile momento storico e politico che sta attraversando, soprattutto per via dei rapporti tesi tra il Paese e gli Stati Uniti. In Turchia si rileva una difficoltà crescente a reperire ingegneri, tecnici, esperti di contabilità e finanza, operai, autisti e operatori per il comparto dell’hospitality.

BULGARIA – Situata nel cuore dell’Europa Orientale, anche in Bulgaria le figure più richieste sono esperti dell’IT, ingegneri, autisti, tecnici, operai, personale di ristoranti e hotel, dirigenti, medici e infermieri, operai specializzati.

Potrebbe interessarti anche → 👔 Come capire il tuo lavoro ideale 🛠️

ARGENTINA – Dalla Bulgaria arriviamo in America Latina, più precisamente in Argentina che si classica al settimo posto della top ten con una difficoltà a reperire personale del 59%. Nel Paese, che in passato è stata una delle mete predilette degli italiani, si cercano attualmente tecnici, ingegneri, personale contabile e finanziario, rappresentanti di vendita, segretari, accompagnatori, addetti alla reception, assistenti amministrativi e personale di supporto dell’ufficio, personale IT, autisti e responsabili vendite.

GRECIA – Da anni impegnata ad affrontare una delle più grandi crisi economica europee, adesso la Grecia deve vedersela anche con la mancanza di forza lavoro qualificata. Se siete interessati a trasferirvi in Grecia, sappiate che il Paese è alla ricerca principalmente di agenti di commercio e segretarie, ma anche di dirigenti e ingegneri. Senza dimenticare le opportunità nel settore del turismo e delle strutture ricettive: da chef a camerieri, fino al personale amministrativo addetto alla reception e agli uffici amministrativi e contabili, sono tante le figure professionali di cui ha bisogno la Grecia in questo momento.

UNGHERIA – Ancora Europa. Al nono posto, con il 57% di difficoltà a reperire personale qualificato, troviamo infatti l’Ungheria. Quali sono i lavori piú richiesti? Autisti, ingegneri, personale di ristoranti e hotel, medici e altri operatori sanitari, personale IT, autorità di vigilanza, esperti del settore contabile e finanziario, infermieri e operai.

ISRAELE – La top ten si conclude con Israele, stato del Medio Oriente affacciato sul Mediterraneo. Qui a restare scoperto è il 56% delle figure richieste dal mercato. Nel dettaglio si tratta di ingegneri, autisti, operai, rappresentanti di vendita, tecnici, personale IT, infermieri e medici.

Per prendere visione della ricerca e di tutti gli altri Paesi che in questo momento hanno bisogno di figure professionali è possibile collegarsi a questo indirizzo:

MANPOWERGROUP