Ricominciare da pensionato in Portogallo

A cura di Nicole Cascione

 

Sono ormai diversi mesi che Claudio, pensionato italiano, si è trasferito a Costa de Caparica, una località a circa 20 km da Lisbona. Perchè ha scelto il Portogallo? Soprattutto per motivi socio culturali ed economici.

Prima del trasferimento definitivo Claudio ha effettuato un Viaggio-Studio con con l’agenzia Nuova Vita, per valutare al meglio le possibilità sul posto. Le sue giornate ora scorrono serene e tranquille, tra passeggiate e giri in bici sulla spiaggia.

☞ Scopri come vivere da pensionati a Lisbona

Il suo consiglio a chi vorrebbe compiere il suo stesso passo? Munirsi di tanto spirito di adattamento.

Claudio, cosa l’ha colpita di Lisbona tanto da indurla ad optare per un trasferimento definitivo?

Lisbona e dintorni è una bella zona climatica, anche il paesaggio non è male, la gente è cortese e accetta di buon grado persone come noi che scelgono di trasferirsi sul posto. Io e mia moglie stiamo andando a lezione di portoghese, osserviamo le abitudini dei locali cercando di “imparare” ad apprezzare i loro usi e costumi e la loro cucina, peraltro molto buona.

Prima del trasferimento definitivo ha fatto un Viaggio-Studio con l’agenzia Nuova Vita. Ce ne parla?

Certo. Prima del trasferimento definitivo, oltre ad avvalermi dell’aiuto dell’agenzia Nuova Vita, ho voluto anche vedere da solo varie soluzioni. Nel 2017 ho soggiornato a Lisbona, a Parede e Carcavelos, per periodi di circa 10/15 gg. Ero sempre in contatto con gli accompagnatori di Nuova Vita ma, contestualmente, ho voluto “vedere” queste zone del Portogallo anche da solo.

Con gli accompagnatori di Nuova Vita abbiamo sondato soprattutto il settore immobiliare per la ricerca di un alloggio. Ho deciso di trasferirmi definitivamente una volta trovato l’appartamento a Costa di Caparica. A distanza di un anno circa (dal gennaio 2018) ne sto valutando l’acquisto.

↪ Ecco  i nostri consigli su come trasferirsi all'estero da pensionato

Come era la sua vita in Italia e come e in cosa è cambiata ora che vive a Lisbona?

In Italia abito (visto che periodicamente ci ritorno) in una frazione di un paese di 11 mila abitanti, passo le mie giornate alternando gite in bicicletta, qualche passeggiata e qualche visita alla città di Verona (a 20 km da casa nostra).

In Portogallo faccio praticamente le stesse cose, ma in un luogo dove la presenza dell’Oceano cambia tutto. Mi manca la possibilità di dialogare perfettamente con i locali, ma penso che nel giro di un annetto avrò superato anche questo gap.

Qual è il momento più bello della giornata?

Le giornate scorrono serene e tranquille, le passeggiate o i giri in bici sulla spiaggia occupano buona parte del nostro tempo, ma abbiamo già programmato di visitare il Portogallo da Nord a Sud, con qualche puntatina anche alla vicina Spagna. Una o due volte la settimana andiamo a Lisbona, altrettante volte andiamo anche ad Almada e dintorni, dove ci sono altri italiani che hanno fatto la stessa nostra scelta. Stiamo valutando anche di iscriverci a qualche associazione locale di volontariato per il benessere della popolazione.

Ci racconti ora qualcosa del posto in cui vive. Quali sono i pro e i contro? Cosa ne pensa del costo e della qualità della vita?

Ritengo la qualità della vita migliore rispetto a quella italiana. C’è molta più tolleranza, magari siamo stati fortunati finora, ma lo straniero che viene dall’Africa o dal Brasile è considerato alla pari del locale. La vita nella capitale e dintorni è abbastanza cara.

➤ Vuoi investire in un luogo paradisiaco? Scopri come aprire un'attività o comprare casa in Costa Rica! ☀

Ci dicono sia cresciuta molto negli ultimi 5 anni. Comunque in genere costa meno dell’Italia, soprattutto nei servizi e ristoranti.

In tutti questi mesi ha mai avuto ripensamenti, dubbi sulla scelta fatta?

Al momento no. Non ho ripensamenti, avendo mia madre novantenne in Italia, devo periodicamente (ogni 5/6 settimane) rientrare e fermarmi per circa 3/4 settimane.

Consiglierebbe Lisbona ai tanti pensionati che stanno valutano un trasferimento?

Ai pensionati che vorrebbero trasferirsi dico solo che serve soprattutto un certo spirito di adattamento, ma se come me vengono dalla pianura Padana si troveranno sicuramente meglio.

Da non trascurare anche il vantaggio economico che ognuno può valutare sulla base della propria dichiarazione dei redditi italiana.

Questo paese, inoltre, è un’ottima destinazione per chi decide di trasferirsi a vivere da pensionato in Portogallo.

Ogni info:  Nuova Vita: servizi per pensionati che vogliono trasferirsi all’estero