Stefano, una nuova vita ai Caraibi

“Trasferirsi in un altro Paese non deve avere come fine ultimo solo la ricerca del lavoro o dell’investimento, ma deve offrire anche e soprattutto nuove opportunità di vita, in cui ci sia la possibilità di riappropriarsi dei propri spazi e del tempo libero”. Questo il concetto che Stefano e Andrea intendono portare avanti nel loro progetto di vita a Santo Domingo: offrire una panoramica generale di quel che significa vivere ai Caraibi sotto tutti i punti di vista. Ma Stefano e Andrea non si dedicano solo al portale, nella cittadina di Sosua, hanno dato vita ad un progetto ambizioso, la costruzione del Resort “Aqua del Caribe”.

Stefano, parlaci di “Aqua del Caribe”.

“Agua del Caribe” è il nome del Resort che sorge nella cittadina di Sosua al nord dell’isola e che ho deciso di costruire insieme al mio amico di infanzia Andrea. E’ composto da mini alloggi, alloggi da due camere, ville e attici, tutti dotati di cucina, bagno e camere da letto. All’esterno ci sono la piscina, il bar e una piccola boutique dedicata a sole donne, in cui si possono trovare scarpe, borse, ecc. Purtroppo però, dopo l’inizio dei lavori Andrea è dovuto rientrare in Italia per il suo lavoro ed io sono rimasto qui insieme alla mia compagna Alina, per proseguire i lavori.

✈ Stai pensando di comprare casa ai Caraibi? Scopri come! ☜

Una volta trasferito in Repubblica Dominicana, hai deciso di creare un portale in cui vengono offerte informazioni generali su quel che può significare iniziare una nuova vita ai Caraibi. Ce ne parli?

Certamente. All’incirca un anno fa, precisamente nel momento in cui decisi di fondare le basi per un lavoro ed uno stile di vita diverso da quello che conducevo in Italia, decisi di aprire il sito Santo Domingo Case. Sono del parere che trasferirsi in un altro Paese non deve avere come fine ultimo solo la ricerca del lavoro o dell’investimento, ma deve offrire anche e soprattutto nuove opportunità di vita, in cui ci sia la possibilità di riappropriarsi dei propri spazi e del tempo libero, cosa che oggi, nell’Europa della globalizzazione, manca. E’ proprio questo che intendo trasmettere attraverso il sito: una panoramica generale di quello che può significare vivere ai Caraibi.

Quali servizi offrite a chi vi si rivolge?

Io e Andrea offriamo soprattutto esperienza. L’esperienza non si improvvisa. L’esperienza arriva da anni di lavoro associati a tanto altro, come sapere in che modo muoversi, saper parlare, ecc. Ma soprattutto farlo con lungimiranza ed intelligenza. Abbiamo lavorato e continuiamo a farlo in Italia ed abbiamo deciso di diversificare i luoghi del nostro lavoro. Abbiamo creato il nostro Resort “Agua del Caribe” dove, chi decide di venire in Repubblica Dominicana, potrà soggiornare a prezzi minori che negli altri posti. Ad esempio, a tutti coloro che perverranno a noi dal vostro sito, offriamo un canone di affitto di US$25/giorno per il mini alloggio. Nel frattempo, durante la permanenza al Resort potranno, insieme a noi, verificare se esistano i presupposti per un trasferimento o investimento.

➤ Vuoi investire fuori dall'Italia in un luogo paradisiaco? Scopri come investire in Costa Rica! ☀

Ci sono dei costi da sostenere per i vostri servizi?

No, nessun costo aggiuntivo.

Sono molti gli italiani che vi contattano? Quali sono le richieste più comuni?

Sì, sono in molti a contattarci. Tutti con l’idea che la Repubblica Dominicana sia un porto sicuro, un porto dove fermarsi per iniziare una nuova vita, ma…… c’è sempre un ma. Purtroppo molti arrivano in Repubblica Dominicana pensando di giungere in un Paese dove fare impresa è semplice, con la convinzione che la vita sia migliore che nel proprio Paese. Nulla di più sbagliato. Fare impresa non è mai stato semplice, né tantomeno farlo in un Paese come la Repubblica Dominicana. Invece, per quel che riguarda la qualità di vita, senza dubbio è migliore, tenendo presente però alcuni aspetti importanti come scuola e sanità. Qui per avviare un’impresa si deve disporre di un bel capitale, non certo di cifre come richiederebbe il mercato Europeo, però sempre cifre importanti, dai 70.000 ai 100.000 euro. Molti pensano che affittare o rilevare il solito bar sulla spiaggia, ristrutturarlo e chiamarlo con nomi affascinanti o esotici, basti ad incassare cifre consistenti. Nulla di più sbagliato. Come è sbagliato pensare di guadagnare aprendo il solito ristorantino nel “paese dei ristorantini”, dove vige una concorrenza spietata ed orari di lavoro al limite della tollerabilità. Molte volte ho visto susseguirsi locatari diversi al solito bar in spiaggia o al ristorantino, che prendevano a nolo la struttura invogliati dal basso prezzo di subentro (10.000/15.000 Euro) fidandosi delle indicazioni dei precedenti locatari, per poi rendersi conto, i mesi seguenti, di aver preso una grande fregatura e cercando, a loro volta, di rifilare il nolo a qualche altro sventurato, sperando di recuperare i 15.000 euro versati. Diverso invece è trasferirsi ai Caraibi per viverci. Sole, mare e vegetazione sono gli aspetti magnifici di questi posti. Qui si vive rilassati, senza grossi pensieri e si gode ogni giorno del proprio tempo. A patto però di disporre sempre di un capitale di minimo 100.000 euro da depositare in banca, così da vivere con gli interessi che maturano mensilmente, capitale sufficiente per garantire una vita dignitosa per due persone. Se invece parliamo di una famiglia con uno o due figli l’importo da depositare in banca per vivere di rendita deve essere almeno il doppio (le scuole private di buon livello sono costose).

▶ Scopri la Guida Definitiva per andare a vivere a Santo Domingo

In base alla vostra esperienza, per quale motivo gli italiani decidono di trasferirsi in Repubblica Dominicana?

Le persone che decidono di trasferirsi ai Caraibi possono essere divise in due tipologie. La prima è quella delle “famiglie o coppie” che vedono nella Repubblica Dominicana una nuova opportunità di vita e di lavoro. A questi dico: è possibile, ma muovetevi con molta circospezione. La seconda riguarda i famosi “single”, in cerca della donna della propria vita. A questi uomini dico: fate molta ma molta attenzione. Le donne della Repubblica Dominicana sono uguali a tutte le donne del mondo. Non pensate di trovare qualcosa di diverso. Se non siete riusciti a trovare una donna nel vostro Paese, non pensate che in RD sia più semplice. La donna dominicana per taluni versi è molto più “esigente” delle donne europee.

Ci sono buone possibilità di investimento nei Caraibi? In quali settori principalmente?

Sì, ci sono moltissime opportunità di investimento in moltissimi settori. La Repubblica Dominicana necessita di moltissimi prodotti che, non essendo capace di produrli in loco, è costretta ad importare.

E possibilità di lavoro ce ne sono?

Lavorare come dipendente non penso ne valga la pena, poiché lo stipendio medio è di circa 200 euro al mese …se vi accontentate…

E’complicato, da un punto di vista burocratico, avviare un’attività sul posto?

☀☀ Sogni di vivere al caldo tutto l'anno? Ecco la Guida Definitiva per trasferirsi ai Caraibi! ☀☀

No, se ti sai muovere. Se metti il piede nelle sabbie mobili non ne esci più.

E per quanto riguarda la residenza, invece, allo stato attuale è difficile ottenerla?

Due anni fa era più facile ottenerla, oggi invece è più complicato. E qui mi sento di dare il solito consiglio: non fate tutto da soli per risparmiare due pesos e poi ritrovarvi a rifare tutto dall’inizio con l’aiuto di un legale del posto. Affidatevi dal principio ad un legale, che seguirà la pratica per voi dall’inizio alla fine.

Com’è la vita in Repubblica Dominicana? Quali sono i pro e i contro del viverci?

Intanto dovremmo precisare che Santo Domingo è la capitale della Repubblica Dominicana e non ha nulla da invidiare alle altre capitali del mondo. E’ rifornita di tutto. Tutto il denaro della Repubblica Dominicana arriva in capitale ed il livello di vita è medio/alto. Ci sono possibilità di business a qualsiasi livello. Di contro però c’è che è decisamente caotica. Nelle ore di punta non ci si muove nemmeno di un centimetro con l’auto ed è priva di spiagge belle come nel resto dell’isola. Per le spiagge caraibiche è necessario spostarsi in auto e raggiungere le località come Boca Chica che dista circa 45 minuti dalla capitale.

La Repubblica Dominicana è per tutti o per pochi? A chi la sconsigliereste?

La Repubblica Dominicana è per pochi. Ci vuole una grande capacità di adattamento, denaro sufficiente per fare impresa ed ottime capacità imprenditoriali. La consiglierei soprattutto ai pensionati per il clima magnifico, per il basso costo della vita, per le opportunità di acquistare un immobile a prezzi contenuti. La consiglierei anche a chi, disponendo di un capitale minimo (30.000 euro), decide di acquistare un immobile e metterlo a rendita e magari di occuparlo per tre/quattro settimane all’anno per le vacanze.

Nicole Cascione