Investire e fare impresa in Paraguay

Di Enza Petruzziello per Voglio Vivere Così Magazine

Vanta il sistema fiscale più competitivo del Sud America e del mondo intero. La moneta presenta una sua stabilità con una inflazione intorno al 5%. L’economia di mercato è solida, e la crescita si attesta intorno al 5% l’anno. Stiamo parlando del Paraguay, 400.000 km al centro della America Latina e destinato a diventare il booster dell’area. Merito anche del florido governo democratico e di una sicurezza davvero eccellente.

Al primo posto per la produzione di energie rinnovabili e al secondo per la produzione di stevia, il Paraguay è il sesto esportatore di carne al mondo. Inoltre è un Paese giovane con il 70% della popolazione inferiore ai 35 anni, che sta facendo ogni sforzo possibile per guadagnarsi un posto al sole nell’America Latina. Piace ai giovani, e non solo: basti pensare che nell’ultimo triennio gli investimenti stranieri sono stati il 58% del totale, grazie anche a politiche di semplificazione amministrativa e fiscale che attraggono imprenditori e investitori.

【 Scopri i nostri consigli su come investire 10.000 euro

E che sembrano destinate ad ampliarsi attraverso una lotta costante alla burocrazia. Senza dimenticare una posizione geograficamente strategica, che facilita i commerci con le varie realtà latinoamericane, comprese le altre potenze regionali che formano il Mercosur (Mercato comune dell’America Meridionale).

Sono queste le ragioni che spingono molti imprenditori a trasferirsi in Paraguay per aprire le loro imprese. A ciò si aggiunge una fiscalità tra le più vantaggiose al mondo tanto che il paese può essere considerato un vero e proprio paradiso in tutti i sensi.

Come abbiamo detto il Paraguay offre molte opportunità agli imprenditori e a tutti coloro che desiderano iniziare una nuova vita. Sono tante le start up che ospita grazie alla politica di accoglienza verso gli stranieri e che lo rendono un luogo ideale per gli investimenti. Infatti, l’utile sul capitale investito è pari al 20/22%. Inoltre, il Paraguay ha un tasso di inflazione molto basso: meno del 5% negli ultimi 5 anni.

SETTORI SU CUI PUNTARE

Agricoltura e allevamento sono i motori dell’economia paraguayana. Il Paese è un importante esportatore di soia e di girasoli. Tra i settori di punta c’è l’allevamento dei bovini, cui sono destinati ben venticinque milioni di ettari. Anche l’industria sta cominciando a svilupparsi: non soltanto quella tessile, ma anche quella concernente pellami, legname e a prodotti chimici e farmaceutici. Puntare su uno di questi settori potrebbe rivelarsi vantaggioso. Stesso dicasi per il turismo che negli ultimi anni ha subito un’impennata: nel 2017 il numero dei turisti è praticamente raddoppiato e il Paraguay offre ottime opportunità legate allo sviluppo del turismo in molte splendide regioni del Paese. In Paraguay è possibile acquistare e possedere terreni, investire nel settore dei prodotti agricoli e acquistare azioni di zuccherifici, cementifici oppure di industrie tessili, solamente per citarne alcune.

Non solo. Il Paraguay potrebbe risultare una localizzazione eccellente per la realizzazione di progetti di investimento nel settore dei biocombustibili, da tempo oggetto dell’attenzione del governo che ne promuove la produzione e l’utilizzo. Opportunità potrebbero aprirsi nel campo dello sviluppo sostenibile e della rinnovata attenzione ai problemi ambientali. Potrebbe risultare una localizzazione interessante per eventuali accordi in materia di scambio di quote di emissione di gas ad effetto serra, con riferimento ai meccanismi del Protocollo di Kyoto. Presenta, infine, potenzialità di sviluppo anche il settore delle produzioni organiche, dal momento che il Paraguay é il primo esportatore mondiale di zucchero organico.

DOCUMENTI PER APRIRE UNA SOCIETA’

Il primo passo da compiere è ottenere la residenza in Paraguay. Ci vorranno più o meno 6 mesi. Le procedure, infatti, sono semplici e non richiedono impegni particolari se ci si affida a seri professionisti. Una volta ottenuta la residenza è possibile aprire subito un conto corrente bancario. Con la residenza permanente, inoltre, è possibile attraversare facilmente il confine, solo con la carta di identità paraguayana e recarsi in Argentina, Brasile, Uruguay, investendo anche in questi Stati.

☛ Investire all'estero? Scopri tutto quello che devi sapere per evitare l'esterovestizione societaria

A questo punto il passo successivo è registrare la società, presso la “Junta Commercial”. I documenti che occorrono variano in base al tipo di società che si vuole aprire e dalla zona in cui si andrà a operare. Questa registrazione rappresenta il certificato di nascita della società. Subito dopo dobbiamo iscrivere la società nella “Receta Federal” cioè il registro nazionale delle persone giuridiche (CNPJ) e anche presso la “Secretaria da Fazenda Estadual” (IE). Inoltre siamo obbligati a effettuare l’iscrizione municipale. Per iniziare ad operare nella società, dobbiamo ottenere gli “Alvaras”, cioè le “Licenze di funzionamento”, necessarie per il tipo di società che dobbiamo aprire.

CONCLUSIONI

Certo, sono molti i passaggi da compiere. Se non si è esperti e non si ha dimestichezza con la lingua, meglio non avventurarsi da soli. Piuttosto il consiglio è di rivolgervi a dei professionisti, possibilmente già presenti sul posto, che possano accompagnarvi in questo nuovo percorso professionale e di vita. La più accredita e anche l’unica europea presente in Paraguay, è Living in Paraguay”, società di consulenza legale, amministrativa e finanziaria che saprà offrirvi tutta l’assistenza di cui avete bisogno per il vostro trasferimento in questo meraviglioso Paese del Sud America.