Fare impresa a Natal – Brasile

Fare impresa e costruire case popolari nella metropoli di Natal, in Brasile. Questo è il progetto che Dorella Sassetti condivide insieme ad un gruppo di imprenditori con cui ha costituito un consorzio. Dorella è alla ricerca di nuovi partner per far diventare il suo gruppo sempre più forte, offrendo un progetto con un alto indice di successo, in un Paese quale Natal, che oltre ad essere la capitale dello Stato del Rio grande do norte (nel Nordeste), è soprattutto una meta turistica.

Dorella, raccontaci quali sono state le tappe fondamentali della tua carriera professionale?

Per me l’eccellenza, cresciuta in un ambiente familiare che la seguiva, è diventata un’abitudine e così la ricerco in tutti i progetti che nella mia vita ho seguito e continuo a seguire. Imprenditrice per tutta la vita, prima nel settore moda, poi in quello della formazione per aiutare le PMI del benessere a raggiungere il massimo del loro potenziale aziendale. Il business mi ha permesso di creare un cammino di vita all’estero, ho lavorato con grandi soddisfazioni prima in Francia, poi negli Stati Uniti. Dell’azienda statunitense ho avuto il privilegio di essere l’esploratrice di nuovi mercati, alla ricerca di fornitori competitivi, quindi ho avuto la fortuna di visitare il Messico, la Cina e il Canada. Tutto ciò ha allargato immensamente i miei orizzonti e ha tolto molte ansie legate alle diverse paure di vivere in un Paese diverso dal mio; ho imparato dalle diverse culture usi e costumi e sono diventare ciò che sono oggi.

Dorella Sassetti

Leggi ☞ Vivere in Brasile: pro e contro, costo della vita e altri consigli

Attualmente sei l’ambasciatrice di un interessante progetto sviluppato in Brasile. Di cosa si tratta nello specifico?

Sì, sono orgogliosa di esserlo, perché prima di tutto ho investito personalmente nel progetto, quindi quello che consiglio è qualcosa che ho prima studiato e analizzato, per poi investire lì parte dei miei risparmi. Voglio che si sappia che non importa essere ricchi, certo servono soldi, ma neppure troppi, per entrare in questo progetto e ricavarne quel tanto per trascorrere una vita serena. Nella mia etica di imprenditrice e di quella delle persone che lavorano al progetto, vige la regola della condivisione, tutti infatti pensiamo che: “Affinché la ricchezza si moltiplichi, è importante condividerla”. Alla luce di questo, presento con orgoglio il mio progetto ad altre persone che vogliono investire o magari trascorrere parte del tempo in quella meravigliosa terra che è il nord est del Brasile.

Come funziona?

Il progetto partecipa al programma governativo Miha Casa Minha Vida che è stato lanciato in Brasile, nel 2009, dall’allora presidente Luiz Inácio Lula da Silva; si punta a regalare a tanti cittadini meno abbienti il sogno – prima negato – di possedere una casa propria. I beneficiari si dividono in tre fasce di reddito. Io, insieme al mio consorzio, mi occupo delle cosiddette Faixa 2 e 3: i futuri proprietari delle case percepiscono cioè un reddito che va dai 1.600 ai cinquemila real. Gli interessati all’acquisto scelgono gli immobili, quindi accedono ai finanziamenti concessi dalla Caixa econômica federal o dal Banco do Brasil. L’organizzazione entra in contatto con l’acquirente e gli fornisce, attraverso i corrispondenti bancari di quegli istituti, tutta l’assistenza per ottenere il finanziamento. Il pagamento dell’abitazione viene rilasciato direttamente e per intero nelle casse della sociedade limitada costruttrice.

Dorella Sassetti

In che modo sei entrata a far parte di questo progetto?

Era da un bel po’ di tempo che stavo cercando un progetto che mi ridesse l’adrenalina che ho sempre avuto nella mia vita professionale e personale. Lavorare per aziende italiane spesso in deficit economico, mi stava deprimendo; avevo bisogno proprio di un’idea imprenditoriale che mi entusiasmasse. Così, assieme ad altre persone, anche loro imprenditori ed amici, abbiamo iniziato a fare, seduti ad un tavolo, brain storming, alla ricerca di un nuovo business che possedesse caratteristiche precise: etica ed un ottimo ritorno di utili.

Abbiamo quindi analizzato svariati progetti, ma in tutti trovavamo qualcosa che ci faceva desistere e continuare la ricerca. Eravamo quasi decisi a provare di nuovo il mercato immobiliare USA, che prima della bolla immobiliare mi aveva dato delle soddisfazioni. Mentre parlavo della Florida con una persona speciale, Fabrizio Marino, quest’ultimo nominò il Brasile e il progetto Minha Casa Minha Vida, dicendomi che il suo investimento in Florida aveva dato un ROI del 10%, ma che era tornato da un viaggio in Brasile, dove aveva messo a fuoco un business, che avrebbe volentieri condiviso con noi. Riportato quello di cui ero venuta a conoscenza, al tavolo del brain storming, due dei miei interlocutori mi dissero che già un anno prima l’avevano conosciuto e valutato, ma poi scartato perché le fonti delle informazioni non erano state troppo attendibili, ma che senz’altro il progetto in questione aveva le caratteristiche che stavamo cercando e valeva quindi la pena di approfondire. Abbiamo così iniziato a studiare tutti i vari aspetti e svolto un percorso informativo, reso attuabile dalle informazioni dateci in primis da Fabrizio, che ci ha poi messo in contatto con Massimo, italiano torinese che vive in Brasile da quattro anni, preparato e capace interlocutore e amministratore logistico del gruppo a cui ci siamo uniti. Acquisite tutte le informazioni, abbiamo acquistato un biglietto aereo per il Brasile, direzione città di Natal. Una volta arrivati, siamo stati accolti e ospitati da Massimo nella sua residenza, e con lui abbiamo vissuto le sue giornate lavorative e accertato che, quello che ci era stato proposto su carta fosse anche una splendida realtà. Abbiamo così iniziato le pratiche per aprire una nostra LTDA, società che corrisponde ad una srl italiana, il tutto in maniera rapida e indolore. In un solo giorno abbiamo aperto la nostra posizione e quando sono ripartita, le pratiche necessarie erano andate a buon fine e il business poteva iniziare.

▷Sogni di investire in Brasile, magari aprendo una tua attività? Leggi la nostra guida! ✓

Dorella Sassetti - costruire in Brasile, Nadal

Con orgoglio posso dire che il nostro gruppo ha maturato una grande esperienza nella costruzione e nello sviluppo immobiliare nella zona di Natal, ma la nostra consulenza e i servizi prestati non si fermano alla sola gestione commerciale. Infatti, tutte le necessità di carattere giuridico, fiscale e finanziario, vengono risolte sempre sulla base di quelle che sono le esigenze del cliente. Il progetto ha una durata stimata di un anno e il rendimento atteso è superiore al 35% del capitale investito, questo sale a seconda della disponibilità dell’investitore. Cerchiamo tutti assieme, ad oggi siamo circa 20 società, di rendere un servizio che definiamo “all inclusive”, quindi facile anche per chi non ha mai sperimentato un lavoro fuori dall’Italia. Se poi ci aggreghiamo come gruppo per l’acquisto di terreni più vasti, il rendimento sale ed è proprio questo uno dei motivi per cui cerchiamo di ampliare i partner del nostro gruppo.

Spero di essere di aiuto a chi voglia provare un’esperienza comprovata da altri imprenditori, che hanno accumulato un’esperienza e che adesso sono pronti a condividerla. Per noi non c’è niente di più bello che si possa fare.

Per quanti fossero interessati a conoscere i dettagli di questo progetto, è possibile contattare la signora Sassetti al suo indirizzo email: dorella@atlantic.net

A cura di Nicole Cascione