Ilaria: da Londra ad Amsterdam con marito e figli piccoli

A cura di Maricla Pannocchia

Quando il marito ha avuto una proposta lavorativa “che non potevamo rifiutare”, Ilaria e la sua famiglia, composta anche da due bambini piccoli, si sono trasferiti ad Amsterdam.

Dopo l’esperienza a Londra, così grande e sempre attiva, per Ilaria i primi tempi in Olanda non sono stati facili ma pian piano si è adattata e ora ama Amsterdam, tanto da essere l’unica in famiglia a parlare l’olandese.

➤ Scopri la nostra guida su come trovare lavoro in Olanda

Il consiglio per le famiglie con bambini è di organizzare bene il trasferimento e poi goderselo perché i più piccoli si adattano molto bene e di solito non hanno problemi a imparare una lingua straniera.

I suoi progetti per il futuro? Sono tanti ma, per ora, non c’è quello di andare altrove. “Abbiamo comprato casa”, dice Ilaria, “E abbiamo messo radici”.

☞ Investimenti all'estero? Scopri come fare per aprire un'attività a Londra! ♕

Ilaria Turrisi

Ciao Ilaria, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Ciao, sono Ilaria, ho 41 anni, sono romana e vivo ad Amsterdam da 4 anni. Sono una farmacista, una make-up artist, ho un piccolo business di prodotto artigianali plastic free e mi sono appena iscritta nuovamente all’università per conseguire la seconda laurea in scienze della nutrizione umana- indirizzo nutraceutica. Sono mamma di 2 bambini, Leonardo di 9 anni e Dafne di 5 anni.

Potrebbe interessarti: tutto ciò che c'è da sapere per frequentare un Master a Londra

Cosa ti ha spinta a lasciare l’Italia?

Mio marito Carlo ha ricevuto un’offerta di lavoro che non potevamo rifiutare… la nostra qualità di vita sarebbe migliorata molto in termini di tempo libero e da passare con la famiglia.

Ti sei trasferita all’estero con la tua famiglia, prima a Londra e poi ad Amsterdam, dove ancora ti trovi. Che consigli daresti alle famiglie che vorrebbero fare lo stesso ma non sanno da dove cominciare?

➤ Approfondimento: ecco come cercare lavoro ad Amsterdam

Sicuramente, se si hanno dei figli, partire dopo aver ottenuto un buon lavoro e aver individuato una zona dove cercare casa è la cosa più giusta da fare. I bambini si adattano molto facilmente al cambio di lingua e gli adulti possono migliorarla sul posto.

Quali sono, secondo te, i punti in comune e quali le differenze fra la vita a Londra e quella ad Amsterdam?

Londra è molto frenetica, simile a Roma. Bellissima ma anche molto difficile. Offre qualsiasi cosa si possa immaginare ma è molto difficile costruire rapporti perché tutti sono di fretta. Ovviamente è rimasta nel nostro cuore e ci torniamo molto volentieri appena ne avremo occasione.

☞ Qui trovi la Guida Completa per trasferirsi a vivere ad Amsterdam

Amsterdam è un grande villaggio, almeno ai miei occhi. All’inizio l’ho odiata perché troppo piccola per i miei gusti e troppo lenta. Adesso la adoro e ho imparato ad amare anche i suoi ritmi lenti. È facile da vivere e molto sicura per famiglie e bambini. Amo girare con la bakfiets (bici con un vano davanti per portare i bambini).

Le due città sono molto diverse fra loro ma sono entrambe estremamente multiculturali per cui non ci si sente mai fuori posto.

Ilaria Turrisi

☞☞ Leggi la nostra guida per andare a vivere in Olanda: consigli, pro e contro e altre info utili

Com’è la tua vita quotidiana?

Riesco a portare i bambini a scuola, lavoro 2 giorni a settimana in una parafarmacia, studio per l’università e mi dedico a Little Quiet Ideas, il mio piccolo business insieme alla mia collega Elena.

✔ Come si vive e quanto costa vivere a Londra? Ve lo raccontiamo nella nostra guida! ✔

Come sei stata accolta dai locali?

All’inizio gli olandesi sono diffidenti ma apprezzano molto la volontà d’imparare la loro lingua. Io riesco a parlare anche con i muri e con impegno ho imparato la loro lingua per cui non ho problemi.

Com’è il rapporto costo-qualità della vita ad Amsterdam?

Amsterdam è cara ma la qualità della vita è ottima. Non c‘è bisogno dell’automobile, i negozi hanno orari umani (chiudono quasi tutti tra le 18 e le 19; il sabato e la domenica fanno orari ridotti) e le persone hanno molto più tempo libero rispetto all’Italia.

☞ Qui trovi la Guida Completa per trasferirsi a vivere ad Amsterdam

Quali luoghi della città, sconosciuti ai più, consiglieresti a chi sogna di visitarla o sta già programmando un viaggio?

A parte i classici musei (il Moco è imperdibile!) e la casa di Anna Frank (da prenotare con largo anticipo), consiglierei di perdersi nelle vie di Jordaan, un quartiere meraviglioso, farsi una foto in Lomanstraat, famosa per gli alberi intrecciati, visitare l’orto botanico e bere una birra al Brouwerijhetij.

Quali difficoltà hai dovuto affrontare e come le hai superate?

La lingua è un bell’ostacolo, se parliamo di vita quotidiana all’inizio non riuscivo a capire nemmeno le promozioni che c’erano al supermercato!

☞ Scopri tutto ciò che devi sapere per trovare lavoro in Olanda

Quali sono stati i momenti più belli vissuti finora?

Il giorno in cui abbiamo comprato casa.

Che cos’hai imparato dagli olandesi?

Ad essere più rilassata e a difendere il mio tempo libero. Molto spesso per noi italiani il lavoro è molto più importante del resto, invece gli olandesi t’insegnano che il lavoro serve solo per avere soldi da spendere nel tempo libero… ma se non lo hai non ci fai nulla!

Ilaria Turrisi

Come si sono adeguati i tuoi figli alla vita ad Amsterdam? Com’è il sistema scolastico olandese?

Leonardo vive all’estero da quando aveva 2 anni, Dafne è nata a Roma ma già vivevamo a Londra, per cui non ci sono stati problemi. I bambini amano Amsterdam perché possono andare in bici o in monopattino senza problemi visto le pochissime automobili in circolazione. In termini di spazi a disposizione si sentono più liberi rispetto a quando siamo in vacanza a Roma. Ovviamente si lamentano del meteo!

Vanno alla British school per cui non sono nel sistema olandese ma in quello britannico per nostra scelta. Dopo esserci trasferiti non volevamo cambiare di nuovo lingua. Per ora sono l’unica in casa a parlare olandese.

Pensi di rimanere a vivere lì “per sempre”?

Non credo nel “per sempre” ma abbiamo acquistato casa dopo 8 mesi che abitavamo qui, direi che abbiamo messo radici. Al momento non abbiamo in programma altri spostamenti.

Progetti per il futuro?

Laurearmi in nutrizione, fare l’esame di lingua olandese per essere abilitata come farmacista (ho bisogno di un livello C1) e far crescere Little Quiet Ideas , un progetto in cui crediamo molto.

Per seguire e contattare Ilaria:

Instagram:littlequietideas

Sito web:www.littlequietideas.com

E-mail: ilaria_turrisi@yahoo.it