Addio posto fisso, aumenta il numero di liberi professionisti

di Enza Petruzziello

Il posto fisso? È ormai un lontano ricordo. O un lontano miraggio. Dipende dai punti di vista. Eh già, perché il nostro Paese si divide in due schieramenti. Da un lato coloro ancorati al vecchio retaggio del contratto a tempo interminato. La schiera dei tanti “Checco Zalone”, che pur di non perdere il privilegio di lavorare nel settore pubblico ed avere un posto fisso sono disposti a tutto.

ღ Sogni di vivere a Dubai? Leggi come fare nella nostra Guida! ღ

E dall’altro la fronda, sempre più numerosa, che ha fatto del lavoro autonomo la sua scelta di vita. Forse una scelta obbligata, ma che sta ripagando in termini di qualità della vita. Alla sicurezza finanziaria, si preferisce infatti la flessibilità. Essere a capo di se stessi, del resto, non ha prezzo.

Lo dimostra una recente ricerca secondo cui i freelance in Italia stanno aumentando a dismisura. Si parla di 3 milioni e 500 mila liberi professionisti registrati solamente nel 2020. Complice anche il Covid che ha fatto scoprire a tanti i pregi di lavorare in smart working.

L’Italia? Non è un Paese per freelance

Eppure nonostante l’aumento esponenziale di nomadi digitali, l’Italia non è ancora un Paese per freelance. Colpa della mancanza di un sistema di regole in grado di tutelarli. Il risultato è che, per molti, lavorare in autonomia significa percepire compensi più bassi senza peraltro poter accedere agli ammortizzatori sociali previsti per i dipendenti.

➥➥➥ Scopri tutto sulle Free Zone di Dubai nella nostra guida dedicata

E allora, che si fa? Si guarda all’estero per svolgere in autonomia e con maggiori tutele e agevolazioni il proprio lavoro, magari in un Paese in cui ci siano sgravi fiscali e incentivi per chi ha scelto di essere un imprenditore di se stesso. L’unico attuale paradiso per i freelance è sicuramente Dubai. Scopriamo il perché.

Dubai: nuovo paradiso per i nomadi digitali

Al giorno d’oggi, chiunque abbia un laptop e una connessione Wi-Fi può lavorare da Dubai. Il sito web del governo della città suggerisce che lavorare a distanza qui è praticamente come una vacanza: la pubblicità che mostra una donna sorridente dietro il suo pc accanto a una piscina evoca immediatamente i vantaggi di una città piena di servizi basati su app.

☞ Scopri come trovare lavoro a Dubai nella nostra Guida Completa! ✔

L’immagine è stata vincente: più di 55.000 persone sono state attratte dai servizi di lusso e dallo stile di vita degli Emirati Arabi Uniti trasferendosi a Dubai nel corso della pandemia.

Al fine di creare maggiori opportunità di lavoro nel Paese, negli ultimi mesi gli Emirati Arabi Uniti hanno aperto una nuova categoria di permessi di lavoroFreelance Visa Dubai – dedicata proprio ai liberi professionisti impegnati nei seguenti settori:

  • Media e Pubbliche relazioni: il Freelance Visa verrà rilasciato da Dubai Media City;
  • Tecnologia: il Freelance Visa verrà rilasciato da Dubai Internet City;
  • Educazione: il permesso verrà rilasciato dal Dubai Knowledge Park;
  • Imprese creative: il permesso di libero professionista verrà rilasciato dal Dubai Design District.

Con il sole tutto l’anno, l’assenza di tasse sui propri cittadini e sulle imprese, infrastrutture moderne nonché un tasso di criminalità pressoché inesistente, i vantaggi di andare a vivere a Dubai non lasciano indifferenti, facendo anche gli occhi dolci a molti influencer internazionali che vi si sono stabiliti in massa negli ultimi mesi.

➥➥➥ Ecco i vantaggi di investire a Dubai

Freelance Visa: che cos’è e in quali aree è possibile operare

Con lo 0% di imposta sul reddito, Dubai è il Paese migliore per la tassazione dei liberi professionisti. Offre inoltre un’aliquota fiscale dello 0% per le plusvalenze, rendendolo un luogo ideale sia per lavorare che per investire.

Sono tante le Free Zone degli Emirati Arabi Uniti che rilasciano licenze per i freelance, tra queste ci sono:

⌚ Vorresti essere più produttivo? Scopri come migliorare la tua capacità di gestione del tempo! ⌛

  • Dubai Internet City
  • Dubai Media City
  • Ajman Free Zone
  • Dubai Knowledge Park
  • Fujairah Creative City Free Zone
  • Dubai Design District
  • Ras Al Khaimah Economic Free Zone

I vantaggi del Visa Dubai Freelance

I titolari di visto freelance a Dubai hanno diritto a numerosi vantaggi come:

  1. Flessibilità di lavorare per più aziende.
  2. Offrire i tuoi servizi a prezzi più bassi, aumentando l’accessibilità.
  3. Soggiornare e lavorare legalmente negli Emirati e persino portare con sé le proprie famiglie e/o persone a carico (non è invece possibile sponsorizzare dipendenti con il proprio visto freelance).
  4. Lavorare come appaltatore indipendente.
  5. Ottenere l’accesso al business center della zona franca.
  6. Sponsorizzare i membri della famiglia affinché vengano a vivere con te.

Come ottenere un visto freelance a Dubai?

➤ Scopri come fare per lavorare da casa: i vantaggi e svantaggi, che lavori svolgere e molto altro ➤➤➤

Per poter sfruttare i vantaggi del Freelance Visa a Dubai, dovrai naturalmente ottenere il tuo permesso di libero professionista rilasciato da una zona franca di Dubai, che ti aiuterà anche a ottenere il visto di residenza. Per un permesso freelance, non hai necessariamente bisogno di uno sponsor o di essere assunto da una società negli Emirati Arabi Uniti.

Sebbene possa sembrare una procedura semplice, si tratta di un processo complesso e impegnativo, soprattutto se non si ha familiarità con le procedure e le normative locali. In questo contesto, rivolgersi a professionisti esperti può fare la differenza, evitando errori costosi e ritardi.

Daniele Pescara è un consulente esperto che fornisce assistenza ai freelance che desiderano ottenere il Freelance Visa a Dubai. Con la sua vasta conoscenza e competenza nel campo delle procedure di visto e delle normative locali, la Daniele Pescara Consultancy offre un supporto affidabile e personalizzato per agevolare il processo di ottenimento del visto freelance.

La sua consulenza professionale copre diversi aspetti, tra cui: l’analisi dei requisiti, la preparazione della documentazione necessaria e l’assistenza nella compilazione delle domande. Con il servizio a 360 gradi proposto dal Team di Daniele Pescara, che opera direttamente dal DIFC il Distretto Finanziario di Dubai, trasferirsi a Dubai diviene facile e veloce!