Intervista a Chiara Montecchiari, italiana in Finlandia

di Matteo Melani 

Cosmopoliti, digitali, autonomi. I giovani di oggi nella vita e nel lavoro non conoscono barriere. Chiara Montecchiari, già da adolescente ha fatto esperienze di studio all’estero e oggi vive in Finlandia, dove lavora come responsabile del marketing per un’azienda di software pubblicitari e gestisce l’e-commerce Monves, dove si possono acquistare gioielli senza nichel. “Durante le chiusure da pandemia le vendite sono cresciute in maniera esponenziale”, dice Chiara a Voglioviverecosi.com. “Negli ultimi anni – continua – abbiamo partecipato a molti eventi a Helsinki che hanno contribuito alla visibilità del marchio”.

→ Ti potrebbe interessare: la Guida con idee e opportunità per inventarsi un lavoro

Nata a Corridonia, in provincia di Macerata, a soli 27 anni Chiara conserva un bagaglio di esperienze e conoscenze in diversi settori.

Cosmopolita già da adolescente 

Se per la maggior parte delle persone, l’età della prima esperienza all’esterno è quella intorno ai vent’anni, per Chiara è stata quella dell’adolescenza. Infatti a 15 anni, grazie a una borsa di studio, trascorre 3 settimane in Irlanda in cui studia la lingua inglese. “Quella – spiega – è stata la mia prima esperienza all’estero e è stata così bella che da lì ho capito che volevo studiare le lingue e viaggiare il più possibile nella vita”.

 EXTRA! ✎ Le nostre linee guida su come scrivere un buon curriculum di lavoro

Infatti, dopo il diploma superiore si iscrive alla facoltà di lingue all’Università Ca’ Foscari di Venezia, e dopo il primo anno le arriva l’opportunità di lavorare come cameriera da una famiglia svedese che Chiara prende al volo. “Era un buon accordo perché mi offrivano vitto e alloggio e arrotondavo facendo la cameriera nei loro ristoranti”, afferma Chiara. Anche in Italia lavora come commessa part-time in un negozio di ottica.

Il desiderio di trasferirsi all’estero è sempre più forte, così dopo la laurea si trasferisce temporaneamente a Stoccolma dove lavora come ragazza alla pari. Insomma, per essere così giovane, Chiara Montecchiari ha già alle spalle diverse esperienze.

Il trasferimento in Finlandia

Ma il periodo in Svezia non è l’unico che Chiara ha trascorso all’estero. Durante l’università conosce degli studenti finlandesi che si trovavano a Venezia per il progetto Erasmus e che le raccontano della vita nel loro paese. Affascinata dalle loro parole, a settembre del 2014 decide di fare un viaggio a Helsinki e rimane colpita dalla città. 

✎ Scopri come organizzare il tuo tempo al lavoro le migliori tecniche di time management!⌛

Dopo un anno si trasferisce nella capitale finlandese, dove inizia a lavorare come commessa in un negozio di lusso.  Dagli edifici medioevali di Corridonia, la nuova vita di Chiara comincia fra gli edifici moderni di Helsinki.

Dopo l’esperienza da commessa sostiene un colloquio per lavorare come hostess per Finnair, la compagnia di bandiera finlandese e  ottiene il posto. “Per me – dichiara-  è stata un’esperienza di lavoro stancante. A volte non dormivo per quasi due giorni di fila, e quando si lavora come assistente di volo è impossibile fare dei piani perché non sai mai quando hai orari e giorni liberi”.Però – continua – quell’esperienza mi ha dato tanto, ad esempio ho visitato mete che con un lavoro normale non avrei mai visto”.

L’e-commerce e il futuro 

Da sempre Chiara è allergica al nichel e nella sua vita ha avuto difficoltà a trovare gioielli adatti a lei. Un giorno inizia a disegnare orecchini e collane che, oltre a portare, regala a familiari e amici. Ascoltando i commenti positivi sui suoi accessori, assieme a una sua amica decide di aprire un sito di vendita online di gioielli nichel free. “Era il marzo del 2019 -ricorda – e nel giro di poco tempo abbiamo ricevuto ordini e abbiamo firmato contratto di distribuzione con negozi in Finlandia e in Italia”.   

Se per molte persone la pandemia ha rappresentato un’epoca di buio, per Chiara è stata l’occasione per espandere il proprio business. Infatti, dopo aver lasciato il suo posto da hostess, si concentra su Monves che, con i negozi chiusi e la gente a casa, aumenta le proprie vendite.

A Chiara la Finlandia ha dato lavoro, amicizie e anche l’amore, dato che da due anni vive insieme a un ragazzo portoghese. “Ormai Helsinki è la mia casa e – conclude – per il futuro vorrei lavorare a tempo pieno su Monves, con un negozio fisico e dei collaboratori”.