Visitare la Thailandia a bordo di uno scooter

È uno dei paradisi tropicali per eccellenza, dove mare cristallino e spiagge bianchissime la fanno da padrone. Amata dai turisti di tutto il mondo, rappresenta una meta perfetta in ogni periodo dell’anno grazie al clima sempre caldo e all’ospitalità del suo popolo.

È la Thailandia, l’antico Siam, la terra del sorriso. Uno dei luoghi più incantevoli da visitare e scoprire, almeno stando alle classifiche delle destinazioni turistiche più in voga che ogni anno la vede ai primissimi posti. Dalla caotica e affascinante Bangkok fino alle rilassanti ed esotiche Phuket, Krabi e Ko Samui, la Thailandia conquista fin da subito attraverso la sua esplosione di colori, odori, sapori e la gentilezza degli abitanti, sempre pronti a dare una mano o a regalare un sorriso con la loro semplicità e umanità.

Tante le località e le isole che vale la pena conoscere. Tanti i piccoli gioielli nascosti e non ancora “contaminati” dai turisti che circondano lo Stato del sud-est asiatico. In che modo scoprirli? Affittando uno scooter, uno dei mezzi migliori, se non il migliore, per visitare la Thailandia e godersi il territorio in tutti i suoi aspetti. Molto più pratico e comodo per curiosare in giro e ammirare le tante bellezze naturalistiche che circondano il Paese, il motorino è un valido alleato per essere completamente indipendenti durante il proprio tour. Ci permette, infatti, di decidere in autonomia quando e dove andare senza sottostare a vincoli organizzativi di gruppo. Ogni traversa è poi una sorpresa, e vale la pena godere appieno di tutto ciò che è possibile vedere. Attenzione però, per chi decide di affittare uno scooter non tutto è così semplice. Ci sono alcuni aspetti che non vanno sottovalutati: il troppo traffico rispetto alla scarsa rete stradale, l’asfalto sabbioso vicino alle zone di mare o bagnato e scivoloso nell’entroterra, molta gente pronta a truffare il malcapitato turista.

Tante, dunque, le cose da sapere per non incappare in brutte sorprese. Innanzitutto è indispensabile essere in possesso di patente A internazionale (Modello Ginevra 1949) o patente Thailandese. Qui non esistono gli scooter 50 cc, sono minimo 110 cc e generalmente 125 cc e in base alla legge Thai tutti i mezzi a 2 ruote, esclusa la bici, necessitano di patente A.

Fondamentale inoltre disporre di un’assicurazione sanitaria che copra in caso di cadute/incidenti. Pochi sanno, infatti, che i motorini in Thailandia non hanno l’assicurazione e in caso di incidente si deve pagare tutto e tutti, inclusi gli estremi ricarichi. Qui la sanità non è pubblica come in Italia, e anche un piccolo inconveniente fisico può richiedere tantissimo esborso di denaro che nessuno ci risarcirà più. Molti anche i furbetti che simulano incidenti per “spillare” soldi ai turisti. Ecco perché diventa così importante assicurare il proprio scooter a noleggio, magari attraverso un’azienda specializzata.

Come la Siam Solution Insurance, società di brokeraggio assicurativo, dell’italiano Massimo Veneselli. La prima, e attualmente l’unica, a offrire ai turisti la polizza per i motorini a noleggio su tutto il territorio thailandese. Oltre a tutelare la persona fisica, l’assicurazione si occupa di tre aspetti importanti: costo di riparazione del motorino; danni a terzi in caso di incidente e cauzione penale. E il tutto a dei costi contenuti. A partire da 150 THB al giorno – più o meno 3.75 euro – potrai infatti goderti in tutta tranquillità il tuo soggiorno thailandese senza essere vittima di brutte sorprese.

Per sottoscrivere l’assicurazione, basteranno pochi e semplici click. Ancor prima di partire, attraverso il portale, sarà possibile confrontare le varie polizze, inserire la data di inizio e fine noleggio, selezionare quella che più ci soddisfa e procedere al pagamento. Successivamente comunicheremo il numero di telaio del motorino alla compagnia. Insomma una bella comodità, ma soprattutto una tutela per noi stessi e per la nostra vacanza. Nessuno di noi, vuole avere imprevisti quando è in viaggio. E nemmeno limitarsi nei propri spostamenti.

Meglio perciò affidarsi a persone serie e competenti che possano aiutarci in caso di bisogno. Siam Solution si occupa inoltre di fornire ogni tipo di assicurazione a famiglie, singoli individui, aziende e turisti in Thailandia. Come si legge sul sito: “la società dà alla propria clientela l’attenzione che merita attraverso un approccio attento a risolvere tutti i bisogni di assicurazione”.

Vasta è la gamma di opzioni tra cui scegliere, anche grazie a un portale di confronto completo e facile da usare per tutti i tipi di assicurazione. Lo staff sarà sempre a disposizione per trovare la migliore offerta. Un bel modo dunque per risparmiare tempo e denaro, avendo al contempo la libertà di scegliere cosa è meglio per noi e vivere così in serenità la nostra vacanza in Thailandia.

Ecco i nostri consigli per trasferirsi a vivere e lavorare in Thailandia