Sao Tomé e Principe: alla scoperta di arcipelago sconosciuto

Hai sentito parlare di Sao Tomé e Principe e vorresti saperne di più? Dove si trova di preciso? Quale lingua viene parlata sulle isole? Come sono geograficamente? Eccoti qualche fatto interessantissimo su queste due perle africane.

Queste due isole si trovano nel Golfo di Guinea, al largo della costa equatoriale occidentale del centro Africa e il nome ufficiale del Paese è Repubblica Democratica di Sao Tomé e Principe.

Sao Tomé e Principe si compone, per l’appunto, di un arcipelago formato dalle due isole principali: Sao Tomé e Príncipe, distanti circa diverse centinaia di chilometri dalla costa nord-occidentale del Gabon.

La lingua ufficiale di queste isole è il portoghese e, a partire dal primo di gennaio 2017, la popolazione di Sao Tomé e Principe si registra attorno ai 196.548 abitanti.

È il 172esimo Paese più grande del Mondo in termini di superficie terrestre con 964 chilometri quadrati e il secondo paese più piccolo in Africa.

Circondata da spiagge orlate di palme, giungle incontaminate ed acque cristalline, la principale città di Sao Tomé e Principe possiede un’atmosfera rilassata e da fare invidia a chiunque. I portoghesi fondarono la città nel 1485 e Sao Tomé conserva ancora molto di quel sapore coloniale.

Sao Tomé e Principe spiagge

L’isola di Sao Tomé, con 854 chilometri quadrati, è l’isola più grande di Sao Tomé e Principe ed ospita circa il 96% della popolazione nazionale. È lunga circa 48 chilometri (da nord a sud) e 32 chilometri da est ad ovest.

L’isola di Principe, invece, ha una superficie di 136 chilometri quadrati ed una lunghezza di circa 30 km e 6 km di larghezza.

Entrambe le isole fanno parte della catena montuosa vulcanica del Camerun, che comprende anche le isole di Annobón a sud-ovest, Bioko a nord-est (entrambe parte della Guinea Equatoriale) e il Monte Camerun sulla costa del Golfo di Guinea.

La cima Sao Tomé, il punto più alto dell’isola principale, si eleva fino a 2.024 metri sul livello del mare, e il picco di Principe raggiunge i 948 metri. L’Obo, una foresta pluviale atlantica di alta quota, copre circa il 30% del paese ed è attraversata da fiumi e cascate.

Le spiagge delle isole sono idilliache e sicure. Ricche di tartarughe marine giganti, queste spiagge sono perfette per chi vorrebbe vivere in una capanna in spiaggia o anche solo passarci qualche settimana. Occhio però perché spesso non c’è elettricità.

Banana Beach è certamente il litorale più tranquillo e perfetto per una vacanza rilassante. Si trova sull’isola di Principe e le sue limpide acque poco profonde sono stimolanti ed energizzanti.

Sao Tomé e Principe

☀ Ecco quali sono le 25 spiagge più belle del mondo

Le aree protette a Sao Tomé e Principe coprono circa il 29% del territorio nazionale. L’Obo Natural Park copre circa 235 chilometri quadrati dell’isola di Sao Tomé a sud e 65 chilometri quadrati dell’isola Principe.

Le isole erano disabitate al tempo dell’arrivo dei portoghesi tra il 1469 e il 1471.

Sao Tomé divenne uno dei i primi paesi africani ad abbracciare la riforma democratica. Le modifiche alla costituzione e la legalizzazione dei partiti di opposizione hanno portato a elezioni non violente, libere e trasparenti nel 1991.

L’economia di Sao Tomé e Principe, tradizionalmente, dipendente dal cacao che rappresenta circa il 95% delle esportazioni agricole. Altre colture da esportazione comprendono noccioli di palma e caffè. Gli altri frutti tropicali (come l’ananas, l’avocado e le banane) vengono utilizzati maggiormente per il mercato locale.