Quella della generazione Y è l’era della mobilità globale. Dall’Italia e non solo, 4.5 milioni di studenti hanno scelto gli Stati Uniti – e New York City in particolare – come meta preferenziale per studiare all’estero.

All’arrivo, il problema più grande è sicuramente quello di trovare una sistemazione sicura e di qualità. Affidabilità, convenienza e qualità non sono tuttavia le uniche preoccupazioni: trovare un compagno di casa fidato può essere un incubo in una città dispersiva come NYC. Giovani studenti, tirocinanti e giovani professionisti sono infatti troppo spesso lasciati a se stessi nel cercare una sistemazione, per di più senza alcuna conoscenza del mercato immobiliare statunitense.

Al sommarsi di tutti questi problemi, Literati Group Housing – una delle più promettenti startup di NYC- ha voluto dare una soluzione pratica garantendo affidabilità e qualità, assistenza continua e, al tempo stesso, convenienza.

Literati Group Housing nasce nel 2012 su iniziativa di Ed Siu nei pressi di Long Island City (Queens). L’agenzia gestisce più di 110 camere ad Astoria (Queens), garantendo appartamenti completamente arredati e con tempi di affitto flessibili. Sostenitori della cosiddetta co-living community, ovvero di appartamenti condivisi con altri coinquilini ma pur sempre con camere separate, Literati Group è suggerita come soluzione off-campus da molte organizzazioni internazionali ed università, tra cui le Nazioni Unite, CIEE, NYU, Columbia University, Yale e UPenn.

Fare in modo che i giovani possano sentirsi a casa anche a migliaia di chilometri di distanza dal proprio paese natale è da sempre stato un carattere distintivo di Literati Group. Inoltre, grazie ad assidui investimenti in ambito tecnologico, una piattaforma di gestione online garantisce la pronta segnalazione – e quindi risoluzione – di qualsiasi problema si presenti all’interno dell’appartamento. L’agenzia tiene poi di conto i feedback dei cliente per valutare la propria business performance.

Il costo degli appartamenti a Manhattan è spesso un ostacolo invalicabile per realizzare il sogno di studiare o lavorare negli Stati Uniti: in media un appartamento di due camere a Manhattan costa 4.300$ al mese (mentre ad Astoria solo 2500$). Literati Group è all’avanguardia anche sotto questo aspetto, mirando ad essere una delle società più competitive offrendo camere da 900$ al mese. Il Gruppo lavora inoltre in stretta collaborazione con gli istituti di credito per fornire ai propri affittuari la possibilità di costruire la propria storia creditizia in America.

Potersi muovere con comodità è un vero e proprio incubo in grandi città come NYC. Per ovviare anche a questo problema, Literati Group enfatizza il cosiddetto transit-oriented living, scegliendo abitazioni molto vicine alle stazioni (spesso raggiungibili entro i dieci minuti a piedi).  Storicamente il quartiere è stato abitato in prevalenza da Greci ed Italiani, tuttavia adesso possiamo parlare di Astoria come di una micro-città al di fuori di Manhattan che ospita diverse comunità: dalla Russia all’Est Europa, dall’America Latina al Medio Oriente.

☆ Scopri la nostra Guida Completa per trasferirsi a vivere a New York

Più del 10% della popolazione in Astoria continua comunque ad essere Italiana. E’ per questo famosa anche per le numerose pizzerie e trattorie tipicamente italiane (tutti conoscono per esempio la famosa Trattoria L’incontro (Ditmars, Astoria) ed il suo rinomato chef Rocco Sacramone).

Altre cucine rendono Astoria ancora più interessante e piena di vita. I migliori ristoranti Greci includono Taverna Kyclades, Stamatis e la nuova Taverna. Passeggiando lungo la 30th Avenue e Broadway non si può non rimanere affascinati sudamericana, Irish pub, bar dove gustare buon vino, pasticcerie e tanto altro ancora. La famosa Steinway Street si dispiega nel cuore di Astoria e attrae i passanti con i suoi profumi dalle cucine dal Medio Oriente e dalla Turchia.

Oltre ai ristoranti, Astoria ha ancora molto da offrire: discoteche, parchi, musei e visite guidate ne sono solo un esempio. La Bohemian Hall & Beer Garden, Kaufman Studios, Museum of the Moving Image sono un must-see per tutti i veri newyorkesi.

English version written by Jane Park | Translated by Margherita Bafaro

________________________________________________________

Literati.nyc is continually seeking partnerships internationally with educational, media and real estate/hospitality entities worldwide to provide our unique living space concept for globally minded millennials.

For this or any press inquiries, please contact Jane Park, PR Manager at [email protected]