Dove è più facile trovare un impiego in Europa

 

Stai cercando lavoro all’estero? Bene, prendi carta e penna e segna questi paesi: è proprio qui che si trova più facilmente. Almeno in Europa.

Secondo l’ultimo rapporto Migrantes sono sempre più numerosi gli italiani, giovani ma anche over 50, che fanno le valigie in cerca di nuove opportunità professionali fuori dai nostri confini.

Non sempre, però, le mete preferite corrispondono a un’offerta di lavoro adeguata. Spagna e Grecia, ad esempio, a livello di disoccupazione ultimamente non se la passano meglio dell’Italia.

☞ Curiosità: la Classifica dei Paesi dove si vive meglio in Europa

A dirci quali sono i posti dove è più facile trovare lavoro all’estero ci pensa Eures, piattaforma online che aiuta i candidati a trasferirsi all’estero e a trovare un impiego in Europa.

Secondo il portale, 3 in particolare sono i paesi in cui è possibile avere maggiori chance lavorative. E in un caso non serve spostarsi nemmeno di molto. Pensate basteranno poche ore di volo, oppure un’ora di traghetto se si parte dalla Sicilia.

Stiamo parlando di Malta, isola con 460mila abitanti, dove il tasso di occupazione è salito dal 66% a oltre il 72% dal 2013 al 2017 e quello di disoccupazione è passato – nello stesso periodo – dal 6,1 al 4%. Le posizioni aperte sul portale Eures sono oltre 600, quasi tutte full-time.

Sull’isola ci sono opportunità per traduttori, dirigenti nei servizi delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, contabili, dirigenti dell’edilizia e dei servizi finanziari, avvocati, ingegneri meccanici e sviluppatori web e multimediali.

▶ Approfondimento: scopri le classifiche sulla pressione fiscale in Europa

Requisito fondamentale è naturalmente l’ottimo livello di inglese.

Occasioni anche nel settore dei servizi, oppure come impiegati nei numerosi centri commerciali presenti sull’isola. Senza dimenticare il comparto della ristorazione e del turismo che vede Malta segnare un boom di presenze costanti ormai da sette anni consecutivi.

Da un’isola ad un’altra, questa volta un po’ più fredda. Perché il secondo paese dove è più facile trovare lavoro in Europa è l’Islanda, una delle nazioni che offre anche la qualità della vita migliore.

Con poco più di 300mila abitanti, l’isola è prima per tasso di occupazione europeo (88,7%) e anche per livello di disoccupati, con un tasso dimezzato – dal 5,4% al 2,7% – dal 2013 al 2017. Qui si cercano soprattutto chef e camerieri, agenti per security, addetti al controllo vendite, ma anche manovali per l’edilizia e installatori di impianti di refrigerazione.

A differenza di Malta, in Islanda è molto più facile trovare un lavoro stagionale per il quale basta dimostrare la conoscenza dell’inglese e avere un curriculum in linea con i requisiti professionali richiesti, piuttosto che trovare subito un lavoro a tempo indeterminato che presuppone spesso la conoscenza dell’islandese.

Terza nel podio è la sempre ambita Gran Bretagna, dove il tasso di occupazione è del 77,6% e quello di disoccupazione è di poco superiore al 4%. In particolare nella terra della Regina Elisabetta è più facile trovare un lavoro in ambito sanitario: medici, infermieri e figure socio-assistenziali sono molto richieste e a tutti è offerto un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Per informazioni e vedere tutte le offerte di lavoro questo il sito ufficiale del portale Eures:

https://ec.europa.eu/eures/public/it/homepage.