Cosa vedere a Barcellona

Barcellona è una delle grandi città più interessanti di tutta Europa, e infatti ogni anno attira numerosissimi turisti da tutto il mondo. Le cose da vedere sono molte, tanto che sarebbe opportuno fermarsi in città da per un minimo di 3-4 giorni. Una visita di un week end può già essere sufficiente, anche se non permette di godersi appieno la città e le sue bellezze.

Gli edifici storici

Barcellona è una città antica, che conserva numerosi edifici e quartieri medioevali. In particolare in centro non possiamo non visitare il barrìo gotico, il quartiere più antico della città. Le strade pedonali invitano a una lunga passeggiata, durante la quale è possibile ammirare alcuni edifici, così come approfittare dei ristoranti che offrono tapas, i tradizionali assaggini di Barcellona, da gustare per pranzo o anche come veloce snack durante la visita della città.

Nel quartiere è presente la Cattedrale di Barcellona, dedicata a Santa Eulalia. Da visitare anche la pizza reale e il Museo di Picasso, dove sono presenti innumerevoli opere giovanili dell’artista spagnolo.

Sagrada familia

Tra i simboli di Barcellona il più noto e conosciuto è di certo la Sagrada Familia, la basilica progettata da Antoni Gaudì verso la fine dell’800, ad oggi ancora in fase di costruzione. Sembra che il termine dell’opera sia però vicino, le maestranze hanno infatti indicato nel 2026 la data di fine dei lavori.

☞ Vuoi investire in Spagna? Ti spieghiamo come aprire un'attività a Barcellona! ☜

SAGRADA FAMILIA

La Sagrada Familia è una grande basilica che spicca per la sua originale architettura; Gaudì l’ha voluta completamente decorata, con statue, intarsi e lavorazioni che si estendono per tutta la sua superficie. La chiesa è visitabile e percorribile al suo interno, mentre le maestranze ne stanno terminando gli esterni.

Di particolare pregio sono i portali, soprattutto quello principale, così come le 18 torri che si elevano al di sopra della copertura. Fu Gaudì a volerne così tante e così alte, a suo dire per fare in modo che la chiesa fosse visibile da qualsiasi parte della città.

► Leggi la Guida Definitiva per trasferirti a vivere a Barcellona! ◀

Le altre opere di Gaudì

Antoni Gaudì ha vissuto per vari anni a Barcellona, lasciando sulla città il suo segno distintivo. A Barcellona sono oggi visibili ben 7 opere architettoniche di Gaudì iscritte nel patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO. Tra queste ovviamente spicca la Sagrada Familia, ma non possiamo dimenticare le case private progettate dall’architetto. Come ad esempio Casa Batlló.

Si tratta di un grande palazzo posto sul passeig de Gràcia, una delle vie più importanti della città, insieme con la Rambla. La casa sembra un drago satollo che riposa ai bordi della strada ed è completamente visitabile al suo interno. Una costante opera di restauro conservativo permette infatti di godere oggi della casa proprio come se fosse stata terminata ieri, con anche rifiniture e arredi dell’epoca.

BATLO INSIDE

☞ Ecco tutto quello che devi sapere per trovare lavoro in Spagna

Parc Guell

Tra le opere di Gaudì Barcellona si fregia anche di un ampio parco. Inizialmente era stato pensato come luogo in cui inserire circa 60 ville singole, con un grande giardino attorno. Il piano però non ebbe alcun successo all’epoca e Gaudì stesso visse nel parco per alcuni anni. Oggi Parc Guell è di proprietà del Comune di Barcellona ed è una meta perfetta durante una giornata di sole. Lungo i sentieri e le lunghe vie si possono ammirare varie architetture di Gaudì, al limite tra il sogno e la realtà.

Passeggiare a Barcellona

Questa città invita alla passeggiata; sulla Rambla, la via che dalla collina arriva sino alla statua di Colombo sul mare; sul passseig de Gràcia, il viale lussuoso della città; alla Barceloneta. Quest’ultimo è il quartiere sul mare, recuperato negli ultimi decenni da un degrado che durava da tempo. Oggi sono presenti zone pedonali, parchi verdi e strutture di nuova costruzione che rendono piacevole una visita pomeridiana o serale.