Lavorare in Svizzera come contadino

A volte il paradiso lo si va a cercare a migliaia di chilometri di distanza, quando invece lo si ha sulla porta di casa, ma se ne ignorano le coordinate. La Svizzera, per esempio, nonostante i beffardi esiti (fortunatamente non vincolanti dal punto di vista legislativo) del recente referendum sui lavoratori frontalieri promosso (e vinto) dai “leghisti” del Canton Ticino.

Nella Confederazione Elvetica la richiesta di personale da adibire a mansioni di carattere agricolo è elevatissima, tanto che, quando l’Unione Svizzera dei Contadini ad inizio estate si servì degli organi di informazione per amplificare l’offerta di posti ben remunerati (all’epoca si parlò di stipendi base da tremila euro mensili), si trovò subissata di domande e fu costretta a diffondere una parziale rettifica volta a mitigare il flusso di potenziali contadini che si sarebbe diretto verso i confini elvetici per rispondere all’appello. Ma spulciando fra i tanti siti che offrono opportunità di lavoro in questo settore, si evince chiaramente come queste ci siano ancora, siano concrete e pure numerose.

☞Approfondimento consigliato: ecco come trovare lavoro a Lugano

Quello del contadino, nonostante una tradizione più che millenaria, è un mestiere che gli svizzeri evidentemente non vogliono più fare e che lasciano volentieri a disposizione di chiunque sia disposto a faticare: è noto infatti che l’attività agricola è una delle più dure, visto che per forza di cose ci si deve confrontare con impegnative attività all’aria aperta, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche, e che si deve fare i conti con orari spesso considerati “impossibili”. Se è vero che così si è sempre fatto per secoli, altrettanto vero è che con il passare degli anni e l’evoluzione del mercato del lavoro, complice il considerevole aumento del tasso di scolarizzazione, chi ha potuto si è dato da fare per trovare impieghi all’altezza delle proprie ambizioni, lasciando di conseguenza scoperti settori anche importanti come quello agricolo per una terra che su allevamento e agricoltura ha basato per decenni le sue fortune.

☞ Scopri la nostra Guida per trasferirsi a vivere in Svizzera: costo della vita e molto altro ☜

Certo, per molti l’idea di cambiare vita non si limita a trovare un impiego fuori dall’Italia; il pensiero solitamente vola ad isole caraibiche con spiagge e mari turchesi, a terre esotiche popolate da animali incontrati fino ad allora solo sui testi enciclopedici. Difficilmente si pensa di poter annoverare la poco esotica Svizzera fra le terre della fantasia, il luogo dove trovare legittima soddisfazione alle proprie aspettative. Eppure si tratta di una meta che presenta una serie di vantaggi di non poco conto, primo fra tutti la vicinanza con la terra d’origine. E poi abitudini di vita, purché si sia disposti ad adattarsi al rigido (e sacro, da quelle parti) rispetto delle regole, decisamente simili a quelle che si fatica un po’ ad abbandonare nel momento del grande salto.

Certo, ci si deve mettere a disposizione senza mezze misure, perché qualsiasi tipologia di attività agricola venga richiesta, deve essere svolta comunque e fino in fondo. Orari, mansioni, varietà possono modificarsi di giorno in giorno, senza dimenticare che si tratta spesso di attività da svolgere in zone isolate, visto che le campagne svizzere si trovano per lo più in zone montane, lontane dunque dalla mondanità delle sue città più affascinanti.

▶▶ Ecco la Guida Definitiva per cercare e trovare lavoro in Svizzera ◀◀

Ma questo, per molti, può trasformarsi in un valore aggiunto: quando si decide di mollare tutto e cambiare vita, spesso si cerca proprio un piccolo paradiso isolato, lontano da tutto e da tutti, dove mettere alla prova le proprie capacità e verificare se fra sogno e realtà c’è tutta questa distanza o, al contrario, i due aspetti finiscono per coincidere. Si tratta dunque di mettersi in cerca dell’occasione più convincente: c’è chi cerca pastori con esperienza nella guida del trattore, chi casari capaci di mungere mucche, chi aiuto contadini in grado di fare il burro o dare da mangiare agli animali. E poi fienagione, raccolta di frutta, attività stagionali ma tutte ben remunerate, anche se bisogna poi tenere in considerazione che il costo della vita in Svizzera è decisamente più elevato rispetto al nostro.

Ma qualche incertezza bisogna pur metterla in conto, se si vuole dare una decisa svolta alla propria esistenza.

Gianluca Ricci