Una nuova vita a Bruxelles: ecco le cose da sapere (e da fare)

Voglia di andare a vivere in una delle città più famose della storia europea?

Bruxelles è certamente un punto di riferimento all’interno dell’Europa e, oltre ad essere la capitale del Belgio, è anche la capitale de facto dell’Unione Europea. Situata nel centro del Paese, Bruxelles è più di una semplice città poiché – insieme ad altri 18 comuni circostanti – costituisce una vera e propria regione.

Il patrimonio artistico di questa città è davvero incredibile: oltre ad essere stata la città per eccellenza dell’Art Nouveau all’inizio del ventesimo secolo, è anche quella che ha risentito di più dell’influenza del Surrealismo vantando artisti come Magritte, Scutenaire e Mariën.

L’architettura poi è davvero affascinante: gotico, barocco e rinascimento fiammingo. Un centro città che si divide in due parti, la Città Bassa e la Città Alta, e fatto di antico e moderno allo stesso tempo.

Perciò, se stai pensando a Bruxelles come tua prossima meta, allora ecco quello che devi sapere per cercare casa e le zone da evitare, quanto costa la vita, come trovare lavoro, se sia una buona città per andare a viverci con la famiglia e molto altro ancora.

Pro e contro

Vivere a Bruxelles: quali sono i maggiori vantaggi e svantaggi?

Vediamo prima i pro dello scegliere di espatriare nella capitale belga:

  • multiculturalità: il Belgio stesso e quindi anche la sua capitale è un Paese decisamente multiculturale e dove è possibile trovare moltissime comunità di expat con cui fare amicizia;
  • burocrazia d’espatrio: Bruxelles si trova in Europa e per tale motivo per andare a viverci o per lavorarci non sarà necessario richiedere visti o permessi particolari se si è cittadini europei. Rispettare le norme per vivere a Bruxelles è molto semplice e, una volta arrivati, vi basterà richiedere un paio di documenti e il gioco sarà fatto;
  • economia e possibilità lavorative: il Belgio è in generale un Paese che ha una buona offerta di lavoro e dove ci sono anche buone possibilità di crescita;
  • sanità e servizi pubblici: la sanità in Belgio e quindi anche a Bruxelles, come moltissimi altri servizi statali, è davvero di ottimo livello;
  • clima: non si tratta di certo del clima mite che si può trovare in Italia ma le temperature a Bruxelles sono meno rigide di quello che ci si possa immaginare, l’inverno molto suggestivo e le estati non troppo calde;
  • vicinanza con l’Italia: Bruxelles è collegata in maniera ottima con moltissimi aeroporti italiani ed europei in genere;
  • una città abbastanza pet-friendly: Bruxelles non è la città più pet-friendly del Mondo ma sicuramente la scelta di viverci con un cane non pregiudica assolutamente il vostro stile di vita, anzi. Sono infatti diverse le aree in cui poter portare il proprio amico a 4 zampe a giocare e anche dove poter uscire a cena o a pranzo con lui. Inoltre, per i possessori di casa è vietato negare un affitto se si possiede un animale domestico. Se avete un cane, vi consigliamo una lettura a questa guida per vivere a Bruxelles con il cane (in inglese).
  • nightlife: Bruxelles si tratta di una città davvero attiva dal punto dei divertimenti e delle occasioni di svago. Senza contare che se siete amanti della birra, è la vostra capitale!

Tra i contro di scegliere Bruxelles come meta del prossimo trasferimento, invece, abbiamo:

  • lingua: a Bruxelles si parlano diverse lingue (francese, tedesco e olandese  – anche chiamato nederlandese o neerlandese) e, spesso, viene richiesto di conoscerne il più possibile, specialmente se si desidera trovare un lavoro nel campo diplomatico;
  • costo della vita: il costo della vita in Belgio e nella sua capitale è abbastanza alto in proporzione con l’Italia.

Documenti necessari per trasferirsi

Per andare a vivere a Bruxelles non sono necessari particolari documenti perché, come si anticipava anche nel paragrafo precedente, questa città fa parte dello spazio Schengen e quindi è necessario essere in possesso solo della carta di identità o del passaporto per trasferirsi a vivere e lavorare.

Ad ogni modo, appena si arriva in città – se si ha intenzione di rimanere per più di 3 mesi – allora è necessario registrarsi presso il Municipio locale e quindi seguire le istruzioni presenti sul sito della città di Bruxelles per ottenere una sorta di documento di identità per stranieri.

Un altro documento che consigliamo vivamente di sottoscrivere è poi quello dell’assicurazione statale belga, ovvero la previdenza sociale. Tutte le informazioni possono essere rintracciate su questo sito web https://www.belgium.be/en e sul sito della previdenza sociale.

Costo della vita

Qual è il costo della vita nella città di Bruxelles?

Come già sottolineato in precedenza, il costo della vita della capitale belga è piuttosto elevato anche perché gli stipendi di riferimento comunque sono più alti di quelli italiani.

Ad ogni modo, vediamo i prezzi di alcuni dei più comuni beni di consumo nella città di Bruxelles:

  • Pranzo fuori in un ristorante economico: 16 €;
  • petto di pollo (500 gr): 4,75 €;
  • 1 kg di pomodori: 2,11 €;
  • 1 kg di mele: 2,35 €;
  • Un cappuccino: 3,11 €;
  • Birra locale: 4 €;
  • 1 litro di latte: 1,07 €;
  • 12 uova: 2,87 €;
  • Un pacchetto di sigarette Marlboro: 6,55 €;
  • 1 biglietto per la metro o i bus: 2,10 €;
  • Abbonamento mensile dei trasporti: 49 €;
  • Un litro di benzina al distributore: 1,35 €
  • Bollette mensili (acqua, luce, gas) per un appartamento: 134 €;
  • Internet ADSL (al mese): 31 €;
  • Abbonamento in palestra (al mese): 25 €.

Per quanto riguarda gli affitti, poi, è possibile arrivare a pagare 650 euro circa per un appartamento monolocale fuori dal centro città e fino anche a 1500 euro per un appartamento di tre camere da letto vicino al centro di Bruxelles.

Tali costi sono chiaramente più elevati di quelli italiani, specialmente se si fa una comparazione con alcune città come Torino o Bologna e persino con la capitale italiana che comunque riscontra costi di affitto maggiori rispetto a quella belga. Però bisogna anche specificare che gli stipendi di Bruxelles sono decisamente maggiori rispetto a quelli italiani, di anche più del 55%, e si aggirano in media intorno ai 2300 euro al mese.

Chiaramente, è possibile arrivare anche a guadagnare più di 3000 euro al mese per lavori specializzati o se si ha molta esperienza a curriculum ma, al contrario, vivere con 800 euro o poco più di stipendio a Bruxelles potrebbe essere un po’ complicato specialmente visti i costi di affitto.

In conclusione, risparmiare qualche cosa al mese comunque è possibile, specialmente scegliendo di non utilizzare sempre i mezzi pubblici. Infatti, la maggior parte degli abitanti di Bruxelles si sposta in bicicletta ed usa i mezzi pubblici solo quando piove incessantemente o quando è strettamente necessario.

I quartieri migliori dove vivere a Bruxelles

Una delle prime informazioni da reperire quando si ha intenzione di trasferirsi a Bruxelles è certamente quella del dove andare a vivere esattamente e dove cercare casa.

Infatti, di primo acchito, questa città potrebbe sembrare quasi tutta grigia e noiosa ma, in realtà, si tratta di una capitale davvero entusiasmante e che nasconde tra i suoi vicoli multietnici una serie di locali, negozi o attività davvero interessanti.

Un esempio è il quartiere di Ixelles, caratterizzato da splendidi palazzi decorati in stile Art Nouveau affacciati su uno stagno circondato da alberi maestosi.

Questo è certamente uno dei quartieri più chic della città e, per tale motivo, anche molto caro rispetto ad altri, come ad esempio Saint-Gilles, Flagey e Etterbeek.

Ad ogni modo tutte queste zone sono abbastanza vicine tra di loro e con i mezzi pubblici non distano più di 10 minuti l’una dall’altra.

A Louise e Porte de Namur ci sono invece quasi solo case di lusso e centri commerciali, mentre la zona molto centrale di Saint-Catherine è quella più frequentata dai giovani della città.

Andando in zone un po’ più periferiche della città, invece, troviamo quartieri come Forest e Uccle, molto residenziali e perfetti per chi desidera vivere a Bruxelles con i bambini. Ancora più lontano si trova anche la cittadina di Diegem che, essendo ben collegata con Bruxelles, accoglie a vivere diversi expat.

Se si stanno cercando i migliori quartieri dove vivere, consigliamo anche di evitare le zone di Jette, Botanique, Anderlecht e Molenbeek i quali spesso sono caratterizzate da storie di spaccio e scippo e quindi relativamente sicure.

Cercare casa

Nel momento in cui dovrai cercare casa a Bruxelles, in affitto o in vendita, ricordiamo che il prezzo di un affitto in questa città va dai 600 euro circa fino anche a più di 1500 euro per una casa abbastanza centrica e con almeno tre camere da letto.

Per quanto invece riguarda il costo del mattone, anche qui si varia dai 3000 fino anche ai 7000 euro al metro quadrato.

L’intera città è connotata di meravigliosi edifici neoclassici e grandi parchi verdi, il che la rende ideale sia per giovani, coppie o anche famiglie con bambini che desiderano trasferirsi qui a vivere.

Se quindi hai deciso di vivere a Bruxelles ed hai abbastanza bene in mente un budget di riferimento per trovare casa, allora ti consigliamo di controllare questi principali siti web per cercare un appartamento o una stanza in affitto ma anche in vendita:

Vivere e lavorare a Bruxelles

Scegliere di lavorare a Bruxelles è una opzione che non solo moltissimi italiani fanno da anni ma anche altri expat da tutto il Mondo e questo specialmente perché sono moltissimi i settori lavorativi che si possono esplorare in questa città.

Il caposaldo del cercare e trovare lavoro in questa città però è sicuramente quello di conoscere almeno una delle lingue ufficiali del Paese, ovvero francese, olandese o tedesco. Inoltre, se si desidera lavorare in campo amministrativo o diplomatico, si dovrà per forza conoscere anche l’inglese.

I settori lavorativi che offrono le maggiori opportunità di lavoro a Bruxelles sono:

  • finanziario
  • commercio
  • turismo
  • farmaceutico
  • energie rinnovabili
  • diplomatico

Tra i migliori siti web per cercare un impiego invece vediamo:

Scegliere di studiare a Bruxelles

Vivere e studiare a Bruxelles è una decisione che tantissimi expat ed italiani compiono ogni anno, specialmente per quanto riguarda gli studenti Erasmus.

La capitale belga, infatti, accoglie da moltissimo tempo migliaia di studenti stranieri che, molto spesso, o sfruttano dei programmi di scambio formativo come, per l’appunto, il programma Erasmus, oppure la possibilità di iscriversi a costo zero o quasi zero a moltissime Università.

L’istruzione superiore, infatti, in Belgio è gratis a meno che non si scelga un particolare Istituto o Università privata.

Tra le migliori Università della città tra cui scegliere vediamo:

https://www.ulb.be/

https://www.vub.be/

https://exed.solvay.edu/fr/

http://www.usaintlouis.be/

https://www.vlerick.com/en

https://www.vesalius.edu/

Trasferirsi a Bruxelles con la famiglia

Scegliere di andare a vivere a Bruxelles con i bambini, come già si sottolineava, è un’ottima idea, sia dal punto di vista della sicurezza e dei servizi che offre la città ed il Belgio, sia perché si potrà far crescere i propri figli in un ambiente davvero stimolante ed internazionale nonché multietnico.

Le attività che poi si possono fare con i propri figli in questa città sono moltissime e spaziano dai musei, ai centri ricreativi fino alle gite fuori porta. Il tutto anche e soprattutto utilizzando gli ottimi mezzi pubblici, molto a misura di bambino e di famiglia, che si possono trovare in città e comunque in tutto il Paese.

Relativamente ai costi, invece, l’asilo a Bruxelles non costa molto di più rispetto a quanto potrebbe essere in Italia e nella sua capitale, infatti è più o meno di 600 euro al mese. Ad ogni modo, esistono degli aiuti statali per chi ha figli in Belgio e che, a seconda di quanti bambini si hanno in famiglia, vanno dai 100 fino ai 300 euro al mese.

Le scuole pubbliche in Belgio non sono particolarmente esose e, più o meno, si assestano sui costi italiani; mentre, se si ha intenzione di mandare i propri figli ad una scuola o Istituto privato (anche internazionale) i costi saranno molto alti ed anche di più di 6000 euro all’anno fino anche a 30.000 euro per un solo anno di corso.

Com’è vivere a Bruxelles?

Come si vive nella capitale del Belgio e quali sono i migliori consigli per chi vuole cambiare vita ed andare a vivere in una delle capitali per eccellenza dell’Europa?

Se vuoi sapere come si vive a Bruxelles da expat e dove trovare altri italiani che vivono già in questa città, ti consigliamo di controllare tutti questi gruppi di Facebook:

Italiani a Bruxelles

ItalianiABruxelles

Giovani italiani a Bruxelles

Italiani in Belgio

Per invece trovare recensioni sulla città e sulla sua vita ed ottenere altri consigli, ti invitiamo a leggere le nostre interviste.

Claudia ed il suo Master a Bruxelles

Sara: da tre anni a Bruxelles

Ornella e la sua vita in Belgio