Vivere in Finlandia: i siti e le info per trovare lavoro

Se siete in cerca di un luogo dove la democrazia è pienamente applicata e i diritti sono ben tutelati, allora dovreste vivere in Finlandia.

Un Paese che si piazza al nono posto del Democracy Index dell’Economist, indice che misura il livello di democrazia in un Paese, con una qualità della vita tra le più alte del mondo.

Ma la Finlandia svetta tra i primi posti anche per quel che riguarda l’innovazione e la competitività, basti pensare che è diventato un polo tecnologico di primo livello mondiale, soprattutto nel settore delle Itc, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Ma è bene sapere che tra i Paesi scandinavi è quello con il clima più rigido, infatti le temperature medie di gennaio variano tra i -5 °C della fascia costiera sudoccidentale e i -14 °C delle zone più fredde della Lapponia, ma non è impossibile che la temperatura scenda addirittura a -30 gradi.

Un secondo problema contro cui bisogna fare i conti se si decide di trasferirsi in Finlandia alla ricerca di un’occupazione, è l’alto costo della vita.

Per rendere l’idea, una colazione con brioche e cappuccino costa in media 7€. Inoltre, ha un livello di tassazione molto alto.

Di contro però, il reddito medio finlandese risulta essere tra i più alti al mondo. Le tasse, obbligatorie anche per chi vive nel Paese per più di sei mesi, sono ovviamente usate per finanziare i servizi, che sono anch’essi di un livello superiore alla media.

 

In Finlandia i settori che offrono maggiori opportunità di lavoro sono quello industriale, edilizio, ma anche il settore commerciale e turistico, alberghiero e ristorativo.

Le figure professionali maggiormente ricercate sono: infermieri, medici, rappresentanti di vendita, insegnanti, assistenti sociali, ragionieri commercialisti, psicologi, dentisti e addetti alla pulizia. Un dato senza dubbio rassicurante è stato registrato nel 2012, quando il numero dei posti di lavoro è cresciuto soprattutto nel settore della sanità e dei servizi sociali (circa 13.000 posti in più).

 EXTRA! ✎ Le nostre linee guida su come scrivere un buon curriculum di lavoro

Per ottenere maggiori informazioni riguardo il mondo del lavoro e i settori più prolifici e ricchi di opportunità, è possibile cliccare sul seguente link, da cui è possibile accedere al portale Eures dedicato alla Finlandia:

https://ec.europa.eu/eures/main.jsp?countryId=FI&acro=lw&lang=it&parentId=0&catId=0®ionIdForAdvisor=®ionIdForSE=®ionString=FI0|%20.

Per trovare lavoro in Finlandia si possono consultare numerosi siti, primo fra tutti www.mol.fi, il sito del Ministero del Lavoro in Finlandia, che raccoglie gli annunci lavorativi dai più noti siti finlandesi.

Se invece si ricerca un’occupazione lavorativa in ambito tecnico, commerciale o marketing, cliccando sul seguente link: www.monster.fi, sarà possibile consultare una serie di annunci.

URANUS.fi: Il sito, oltre ad offrire un lungo elenco di offerte di lavoro, fornisce anche un elenco di link che trattano il mondo del lavoro finlandese.

ENTERPRISE FINLAND: Un portale di servizi e informazioni per le persone che desiderano iniziare un business in Finlandia.

SUOMI.fi: Informazioni e link utili per chi cerca lavoro e vive in Finlandia.

E’ consigliabile anche rivolgersi a qualche agenzia di collocamento o lavoro interinale. Tra le più note ci sono Eilakaisla, Barona e Manpower.

E’ bene sapere che in Finlandia viene data molta importanza ai titoli posseduti e all’esperienza professionale, elementi questi che incidono notevolmente sull’importo retributivo.

 

La conoscenza della lingua finlandese ovviamente è un punto a favore del candidato, purtroppo il finnico è una lingua molto difficile da imparare, ma in alcuni settori, come quello tecnico, un inglese fluente può essere sufficiente.

Basti pensare che la maggior parte delle grandi aziende finlandesi come Nokia, Wärtsilä o ABB, usano l’inglese come lingua aziendale. Nel caso si venga assunti è preferibile stipulare un contratto di lavoro che sia scritto, per una maggiore garanzia.

E’ previsto un periodo di prova che non può superare i sei mesi.

Per quanto riguarda invece il permesso di soggiorno, i cittadini dell’Unione Europea non ne hanno bisogno se la permanenza nel Paese dura meno di tre mesi; oltre questo periodo dovranno recarsi presso il Commissariato di Polizia che provvederà a registrare il soggiorno nel registro degli stranieri, rilasciando un certificato attestante l’avvenuta registrazione.

Al contrario per una permanenza superiore ai tre mesi, è necessario richiederlo e può essere rilasciato per i seguenti motivi: ricongiungimento familiare, studio, lavoro o altri motivi specifici.

Approfondimento consigliato → Tutto sul lavoro di magazziniere: corsi, offerte di lavoro, ecc.

Si possono ottenere maggiori informazioni visitando il sito dell’Ufficio Stranieri (www.migri.fi) o il sito della Polizia di Stato (www.poliisi.fi). Per quel che riguarda il permesso di soggiorno per lavoro, è importante sapere che la decisione sarà presa dall’Ufficio di collocamento della zona dove verrà svolto il lavoro, il quale darà la priorità ai cittadini UE e a tutti i residenti nella zona, disponibili al lavoro in questione.

Per presentare una richiesta di soggiorno per la Finlandia, è necessario rivolgersi all’Ambasciata finlandese con sede a Roma (Via Lisbona 3, tel. 06-852231, fax 06-8540362) che riceve il richiedente, previo appuntamento.

Dopo aver inoltrato la richiesta è indispensabile restare in Italia, fino all’approvazione della stessa. Solo a quel punto si potrà procedere con il trasferimento.

Il permesso di soggiorno ha una validità di cinque anni. Il rinnovo invece potrà essere richiesto presso il Commissariato in Finlandia.

I documenti necessari per richiedere il permesso di soggiorno sono i seguenti:documento d’identità; carta sanitaria europea; una fototessera e nel caso in cui si richieda il permesso per gli studi, è necessaria anche la lettera di accettazione dell’università finlandese e i documenti comprovanti la possibilità di sostentamento per tutta la durata degli studi.

Per quel che riguarda invece la ricerca di un alloggio, la disponibilità varia da una località all’altra, così come anche i prezzi, molto alti nelle grandi città come Helsinki e Greater. Se si parte già con un contratto di lavoro, si può richiedere al proprio datore la disponibilità di un alloggio, altrimenti un valido aiuto viene offerto dal sito più utilizzato dai finlandesi: Oikotie (www.oikotie.fi).

Oppure dalle agenzie immobiliari, quali:

www.huoneistokeskus.fi

www.kiinteistomaailma.fi

www.meidankotilkv.fi

www.sato.fi

A cura di Nicole Cascione