Alex: da Roma a Playa del Carmen, in Messico

A cura di Maricla Pannocchia

Alex ha pianificato il suo trasferimento a Playa del Carmen, cittadina messicana che le ha rubato il cuore, per ben 10 anni, durante i quali ha fatto avanti e indietro fra la sua Roma e il quella che reputa la sua nuova casa. Adesso, la donna vive a Playa con il figlio e il marito messicano. “Amo questo posto ma dico a chi vuole trasferirsi qui di passarci almeno 6 mesi l’anno, per valutare” racconta Alex, “Purtroppo tante persone vengono qui senza un piano, soprattutto economico,finiscono i soldi e vanno via, dando la colpa al Paese.”

Alex aggiunge che è anche importante sapere che Playa non è più un villaggio di pescatori ma una cittadina turistica, “più costosa di altri posti in Messico”, e che la vita lì è differente da quella in Europa. “Bisogna essere pronti per questo. Io penso che per vivere qui bisogna volerlo veramente. Io sono perdutamente innamorata di Playa, ho realizzato il mio sogno di vivere qui e ora voglio godermela!”

Alex: da Roma a Playa del Carmen, in Messico. I consigli per trasferirsi qui

Ciao Alex, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Ciao, sono Alex e vengo da Roma, dove ho vissuto tutta la mia vita fino al giorno in cui ho capito che la mia città mi stava stretta per motivazioni varie ma sopratutto perché nel 2002, a 42 anni, mi sono follemente innamorata di un luogo che allora era incantevole, la mia Playa del Carmen nella Riviera Maya, nello stato del Quintana Roo, nella penisola dello Yucatan – in Messico!

Ho iniziato a pianificare il mio sogno di poter vivere qui e avere una piccola proprietà in cui vivo con il mio attuale marito messicano, per poter ricevere ospiti da tutto il mondo, come Airbnb.

Come mai hai deciso di lasciare l’Italia?

Come dicevo mi sono follemente innamorata della città in cui vivo ormai come residente dal 2012 ma in realtà tutto è iniziato nel 2002. Ci sono voluti 10 anni di sacrifici, viaggi e pianificazione per realizzare del tutto il mio sogno di lasciare definitivamente l’Italia.

Adesso vivi in Messico. Cosa ti ha portato proprio lì?

Come dicevo mi ha portato qui l’amore folle verso questo luogo, Playa del Carmen, il suo mare, le spiagge, la vita semplice di allora e – dal 2002 al 2012 – ogni due mesi ho preso un volo che mi portava qui e ogni volta dover tornare in Italia era un buco nel cuore ma non ho potuto fare altrimenti fino al 2012.

Come cambiare vita? Ecco 10 consigli che ti permetteranno di farlo veramente ✓

Dove abiti precisamente?

Vivo a Playa del Carmen con mio marito messicano, che ho conosciuto nel 2002 quando ancora non sapevo che la nostra sarebbe diventata una storia a lungo termine e non passeggera, un grande amore nato a poco a poco, tra un viaggio e l’altro e che per i primi 10 anni ha resistito a tutte le intemperie.

Come ti sei organizzata prima della partenza?

Per 10 anni, ho pianificato la realizzazione del mio sogno, aspettando di poter finalmente vivere qui definitivamente.

Come hanno reagito amici, parenti e conoscenti davanti alla tua scelta?

All’inizio, nel 2002, è stato un disastro, ho avuto tutti contro. Adesso tutti mi dicono che avevo ragione e vorrebbero aver fatto la mia scelta. Non tutti mi dicono così, ma tanti amici sì.

Ricordi il primo periodo trascorso lì? Come ti sentivi?

Mi sentivo benissimo, era tutto quello che avevo desiderato e pianificato per i primi 10 anni con mio marito messicano e mio figlio ha deciso, a 15 anni, di vivere questa avventura con me, qui in Messico.

Come sei stata accolta dalla gente del posto?

Mi sono sempre trovata bene anche se non ho amici messicani, le mie migliori amiche sono state italiane anche qui.

Come funziona, dal punto di vista burocratico, per vivere e lavorare in Messico?

Dal 2002 sono cambiate molte cose. Prima era molto più semplice prendere la residenza qui ma dopo il 2012 la legge di migrazione è cambiata e ora per poter prendere la residenza bisogna presentare il tramite all’ambasciata messicana in Italia con tutti i requisiti richiesti poi ti chiamano per il colloquio e decidono se sei idoneo per la residenza. È una pratica che si può fare anche da qui pagando un avvocato e andando poi a fare il colloquio all’ambasciata messicana di Miami.

★ Ecco le TOP 10 destinazioni per mollare tutto e cambiare vita ★

È facile, per un italiano, trovare lavoro o avviare un’impresa lì?

Non direi che sia proprio facile. Trovare lavoro è difficile e, più che altro, gli stipendi sono generalmente molto bassi. Ecco perché qui è bene dare le mance. Molti lavoratori vivono di quelle.

È necessario sapere bene la lingua?

Io avevo fatto un corso di spagnolo nel 2002 e poi con gli anni ho appreso la lingua stando qui.

C’è una comunità d’italiani? Ne fai parte?

Siamo più di 10mila italiani ma purtroppo la comunità non è mai stata unita, anche se ci abbiamo provato in varie occasioni alla fine ognuno sta bene per conto suo, frequentando le poche amicizie che ognuno si è fatto con il tempo.

Com’è la situazione alloggi? È facile trovarli e quali sono i costi medi?

Di alloggi ce ne sono tantissimi, sono triplicati negli anni, la maggioranza vengono affittati per vacanze come Airbnb, mentre per affittare a largo plazo si trovano studio a partire da 7/8000 pesos e appartamenti da 10mila in su, ovviamente dipende dalla zona. Al centro, vicino alla 5th e a Playacar, sono molto più cari.

Alex: da Roma a Playa del Carmen, in Messico. I consigli per trasferirsi qui

Potrebbe interessarti anche ☞ Come trovare lavoro in Messico: la guida completa

Come valuteresti, invece, servizi come la sanità, la burocrazia e i mezzi pubblici?

I mezzi pubblici qui si chiamano ‘combi’ o ‘tucsa’ sono pulmini o autobus molto fatiscenti e nella maggior parte dei casi quasi sempre pieni. Ce ne sono tanti che sfrecciano nelle strade ma non arrivano sulla 5th, passano dalla 30, dalla juarez , dalla Constituyentes eccetera fino ad arrivare alle varie colonie o fraccionamientos.

Per la sanità c’è l’IMSS per i lavoratori, una specie della nostra Asl oppure ci sono l’ospedale generale e le cliniche private.

La burocrazia ha qualche difetto, come in ogni parte del mondo, ma il detto qui è ‘en mexico todo se puede’.

Com’è, in generale, il costo della vita? Quanto pensi che sia necessario avere, il mese, per vivere senza troppe rinunce?

Per vivere dignitosamente pagando un affitto e senza tante rinunce ci voglio almeno 1300 Euro il mese, circa 25000 pesos in due, ma dipende da dove si vuol vivere e da quanto si paga di affitto.

Che consigli daresti a chi sta pianificando il primo viaggio in Messico?

Dipende da che tipo di viaggio si vuol fare, se per vacanza o per trasferirsi!

Per vacanza tutta la penisola dello Yucatan vale la pena di essere vista mentre per trasferirsi il discorso è più complicato. Consiglierei pianificare bene, indagare, vivere qui almeno 6 mesi, se possibile, prima di prendere questa decisione.

➤➤➤ Vorresti trovare lavoro a Roma? Leggi la nostra Guida Completa! ✔

Puoi consigliare dei posti o delle esperienze solitamente sconosciute ai turisti che, secondo te, valgono la pena?

Ormai tutti conoscono tutto qui, Playa del Carmen, Tulum, Isla Mujeres, Coba , Holbox … Forse El Cuyo è meno conosciuto ma vale la pena visitarlo. La spiaggia di Xpuha vale la pena di essere vista, si trova a 20 km da Playa sulla carretera per Tulum.

Che suggerimenti hai per chi, invece, vorrebbe trasferirsi lì?

Come dicevo, per chi vuol trasferirsi qui dico di non venire alla carlona perche poi si trovano male, gli finiscono i soldi, se ne vanno e danno al colpa al luogo quando invece la colpa è solo del fatto che non hanno pianificato bene il loro progetto e sono venuti senza aver e un piano ben definito, sopratutto economico. Playa del Carmen ormai è una città, non più un villaggio di pescatori come in passato, quindi tutto costa e tutto è più caro che in altre zone del Messico, in quanto zona prettamente turistica.

Cos’hai imparato, finora, vivendo in Messico?

Ho imparato che per vivere qui bisogna davvero volerlo altrimenti si rischia di pentirsene come molti hanno fatto, devono capire che qui non è l’Europa, le abitudini sono differenti, la cultura è differente, tutto è differente da ciò cui siamo abituati ma è proprio per questo che ci s’innamora di questo luogo, almeno per me e, per molti altri, è stato così.

Progetti per il futuro?

Ho quasi 63 anni e ho realizzato il mio sogno. I miei progetti per il futuro sono vivere serenamente e godermi il più possibile la mia Playa!

Per seguire e contattare Alex:

Facebook: https://www.facebook.com/unaitalianaaplayadelcarmenmessico/

Instagram: passmoremexicoenlapiel

Sito web: www.acasadialexplayadelcarmen.com