Medici e infermieri: nuove opportunità di lavoro all’estero

Nuove opportunità di lavoro all’estero per medici e infermieri. Lo dichiara il Sole 24 Ore con un’indagine condotta incrociando dati ed offerte sul web. Sarebbero, infatti, oltre 28 mila le opportunità lavorative per le professioni sanitarie nel Vecchio Continente, senza contare le ulteriori 200 posizioni aperte nell’hub tecnologico a Dubai.

Il Regno Unito rappresenta il Paese con maggiori opportunità lavorative. Infatti, il servizio sanitario britannico aggiorna di volta in volta il proprio portale con oltre 25 mila offerte di lavoro, tra cui chirurghi, infermieri, tecnici di laboratorio, ma anche responsabili It e marketing. Numeri simili possiamo ritrovarli anche in Germania; sul portale realizzato dal governo, Make it in Germany, è possibile infatti trovare oltre 11 mila annunci di lavoro legati alle professioni sanitarie, tra cui 4.400 rivolte a infermieri, ostetriche e personale paramedico, 4 mila rivolte a personale geriatrico e circa 2.600 a medici, come anestesisti, chirurghi e medici di base. Lo stipendio offerto può arrivare a 40 mila euro annui, con possibilità di crescita professionale. Unico neo, la padronanza della lingua tedesca, richiesta a livelli medio-alti. Anche nel Paese delle baguette, al momento vi è richiesta di personale medico e paramedico, per un totale di oltre mille posizioni aperte. Seguono i Paesi Bassi (con 450 offerte di lavoro) e l’Irlanda (con 149 offerte), dove le figure maggiormente ricercate sono strettamente legate al settore hi-tech; quindi si tratta di professionisti della sanità, ma anche dell’innovazione. Numeri importanti anche in Svizzera, sul cui portale jobs.ch, si possono trovare 1.435 posizioni aperte nel settore della sanità.

Nell’indagine condotta dal Sole 24 Ore, emergono, come già accennato, gli Emirati Arabi dove risultano aperte 180 posizioni registrate dal Global Medical careers a Dubai.

Ma quali sono i requisiti da possedere se si desidera svolgere la propria professione sanitaria in uno dei Paesi sopra citati? Partiamo dalla Germania, dove l’esercizio della professione negli ospedali richiede l’abilitazione rilasciata da un’organizzazione statale, oltre ad una buona padronanza della lingua. Nel Regno Unito, invece, è necessario ottenere una licenza dal General medical council, che deve essere rinnovata periodicamente; inoltre è richiesto il certificato Ielts con un voto minimo di 7,5. In Francia, è indispensabile registrarsi al Conseil National de l’Ordre des Medecins; si parte dal livello “medico a contratto” che inizia con due mesi di prova e può durare fino a due anni. Ed ancora, nei Paesi Bassi, è necessario registrarsi al Ministero della Sanità, dove i candidati laureatisi all’interno dell’Ue, entrano nella sezione Big. In Svezia, invece, è necessario ottenere una licenza, indice di competenza e affidabilità; tra le voci obbligatorie c’è anche la conoscenza della lingua. In Irlanda, è indispensabile registrarsi presso il Medical Council locale dove, i laureati dell’Ue possono contare su un riconoscimento del proprio titolo di studio. Ancora, in Svizzera tutto dipende dal riconoscimento dei titoli da parte del Mebeko, la commissione che presiede al lavoro medico. Oltre ai titoli, però, qui è di fondamentale importanza conoscere la lingua. Infine, negli Emirati Arabi, è indispensabile ottenere un riconoscimento da parte del Dubai Health Authority, l’ente che si occupa di selezionare il personale medico.

A Dubai, il settore medico-ospedaliero, è costituito da una fitta rete di organizzazioni sanitarie private che hanno dato vita ad una concorrenza spietata, che si traduce in una costante ricerca dei migliori professionisti. Oltre alle strutture private, c’è anche il Dubai Healthcare City, uno dei progetti più all’avanguardia mai realizzati. Proprio alla luce quanto detto, Dubai è meta di quello che viene comunemente definito turismo medico. Per questo motivo, la DHA, cioè l’Autorità per la Sanità, ha dato vita a tutta una serie di progetti che mirano ad espandere le strutture sanitarie. Si tratta di un vero e proprio programma strategico che sarà messo in atto entro il 2025 e che punterà alla realizzazione di tre nuovi presidi ospedalieri, oltre ad un progressivo aumento dei posti letto nelle strutture già esistenti. Quindi, lavorare a Dubai nel settore sanitario può rappresentare una grande opportunità di crescita professionale.

Cliccando sul seguente link: www.imsrecruitment.com/italia/index.html, è possibile ottenere maggiori informazioni riguardo le opportunità lavorative in ambito sanitario all’estero. L’ IMS, infatti, è una società specialista in assunzioni che fornisce personale medico qualificato, proveniente da tutta Europa agli ospedali del Regno Unito, dell’Irlanda, della Germania, della Francia e del Medio Oriente. Nel Regno Unito, la Primary Care Recruitment è alla continua ricerca di infermieri, ovviamente con una buona conoscenza della lingua, da inserire in tutte le sezioni ospedaliere pubbliche. La stessa agenzia si occupa di collocare infermieri anche in Belgio francofono, Germania, Irlanda e Olanda. E’ possibile inviare il proprio curriculum al seguente indirizzo mail: info@primarycarerec.com. Un’altra agenzia inglese che si occupa di reclutare personale sanitario temporaneo a case di cura e ospedali del Regno Unito è la Newcross Healthcare, con oltre 30 sedi in tutto il Paese.

In Francia, sono diverse le agenzie che si occupano di selezione di personale sanitario, tra queste ci sono la RH Santé e RH Santé Manage, facenti parte del Gruppo Adecco Medical. La prima, ricerca medici specializzati e infermieri, invece la seconda ricerca tutte le altre figure che operano nelle istituzioni sanitarie (amministratori, dirigenti sanitari), da impiegare in tutto il territorio nazionale. Per informazioni e candidature scrivere a [email protected] o a [email protected]. Nella città della Torre Eiffel, ha sede anche Persuaders Riviere Consulting, che seleziona medici specialisti per posizioni lavorative in vari dipartimenti francesi, presso organizzazioni sanitarie, pubbliche e private, e studi medici già avviati; e Euromotion Medicals che si occupa di selezionare medici italiani per ospedali sia pubblici che privati in tutto il territorio francese. E’ ovviamente richiesta la conoscenza della lingua.

 EXTRA! ✎ Le nostre linee guida su come scrivere un buon curriculum di lavoro

Per quanto riguarda il territorio italiano questi di seguito sono i link di due siti ricchi di annunci di lavoro nel settore infermieristico: Infermieri Attivi e The Daily Nurse.

Infine, questa di seguito è una completa lista di siti web dove è possibile trovare interessanti offerte di lavoro nel settore sanitario all’estero, suddivisi per Paese:

AUSTRIA

www.medicare.at
www.medicarrera.com

GERMANIA

www.kliniken.de/
https://venturacareer.wordpress.com/
www.agilemc.eu
www.parus-ps.de/italiano/home/

REGNO UNITO e IRLANDA

www.jobs.nhs.uk
http://careers.bmj.com
www.nhscareers.nhs.uk
www.rochehealthcare.co.uk/job/
www.hclnursing.com/
http://vkrecruitment.co.uk/
www.primarycarerecruitment.ie/en/
www.newcrosshealthcare.com/jobs/search
www.vkrecruitment.co.uk/

FRANCIA

www.staffsante.fr
www.medicis-consult.com
www.emploisoignant.com
www.euromotion-medical.com
www.hospitalier.com
www.ifrhos.com
www.appelmedica.com
www.pnp-conseil.com
www.persuadersrh.com
www.medicis-jobboard.com

SVEZIA

www.lakartidningen.se
www.slf.se/Info-in-English/Finding-a-post/

GIAPPONE

http://medicalassocia.jp

PAESI BASSI

www.medischevacaturebank.nl

PAESI ARABI

www.arabiancareers.com

USA

www.medindia.net
www.HealthCareSource.com
www.healthecareers.com
http://doctorsaccess.com/
www.medhunters.com

AUSTRALIA e NUOVA ZELANDA

www.kiwihealthjobs.com/
www.imrmedical.com/
www.medicalstaffing.co.nz/
www.wave.com.au

 

A cura di Nicole Cascione