Nadia: sapevo che sarei andata a vivere in Tunisia e ora ho realizzato il mio sogno!

A cura di Maricla Pannocchia

Nadia, originaria della Lombardia, adesso si sente a casa in Tunisia. Vive a Mahdia, un piccolo paese turistico che “non ha molto da offrire, ma va bene così”. La vita in Tunisia è per certi versi diversa da quella italiana, molto più tranquilla e serena. “Adoro il caldo e il mare”, racconta Nadia, “E non c’è un giorno in cui non ci vada, anche perché è vicinissimo a casa nostra!”

Nadia si dedica al figlio, a volte insegna italiano agli studenti e poi si gode la sua Tunisia, “A volte le persone mi chiedono se non mi annoi con questo stile di vita, ma la risposta è: assolutamente no!”. Sempre più presa di mira dai pensionati europei, secondo Nadia la Tunisia è un luogo perfetto per vivere in serenità. “Spero di rimanerci per sempre” racconta la donna, “E che la mia vita non cambi di una virgola. È perfetta così com’è!”

✍ VVC consiglia: i Pro e Contro e tutto quello che c'è da sapere per andare a vivere in Africa

nadia-shiavi-tunisia

Ciao Nadia, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Ciao, mi chiamo Nadia, ho 42 anni e sono originaria di un piccolo paese in collina in provincia di Pavia, in Lombardia. Vivo in Tunisia dal 2012 ma tutto ha inizio nel lontano 2001. Allora avevo 21 anni e fui mandata come animatrice turistica in un hotel di Mahdia. Quella è stata la mia prima destinazione, dopo ci furono altre stagioni in Tunisia ma anche in Egitto e in Marocco. Essendo un’educatrice infantile, ho sempre lavorato nei baby e mini clubs.

Cosa ti ha spinta a vivere in Tunisia?

Mi sono innamorata subito della Tunisia. Mi fa sempre ridere raccontarlo ma ero ancora sulla scaletta dell’aereo, quindi non avevo ancora visto nulla di nulla, ma sentendo il caldo avvolgermi e annusando l’aria mi sono detta che un giorno sarei venuta a vivere qua al caldo!  Detto fatto, anche se molti anni dopo…

In hotel ho conosciuto il mio attuale marito. Lui era capo animazione diurno e dj notturno. Anche grazie a lui ho deciso di venire a vivere qua in forma definitiva. Ci siamo frequentati per anni poi è diventato difficile e ci siamo lasciati, ma senza alcun rancore. Ho vissuto in giro per il mondo, fatto mille lavori e viaggiato poi, nel 2012, ho ripreso per caso i contatti con lui, nel 2013 ci siamo sposati e ho deciso di venire a vivere stabilmente in Tunisia. Nel 2015 è nato il nostro bambino, che ora ha 7 anni e frequenta la seconda elementare qua.

☞☞☞ Scopri la nostra Guida su come vivere da pensionati in Tunisia ☜☜☜

Quando è nato il bambino abbiamo deciso che sarei stata a casa a seguirlo in tutto e per tutto, cosa che non mi sarei potuta permettere se fossimo stati in Italia. A volte do lezioni private d’italiano agli studenti di scuole private e università.

Come sei stata accolta dalla gente del posto?

Sono stata accolta molto bene dai locali e dalla famiglia di mio marito. Mi hanno adorata dal primo giorno e la cosa è reciproca. Sono davvero delle persone fantastiche.

Quali difficoltà hai dovuto superare?

Non ho avuto problemi particolari conoscendo già da anni la Tunisia, anche se a volte faccio ancora fatica ad adattarmi al loro modo di vivere gli orari quando, per esempio, devono andare a un appuntamento. Io non sono puntuale per carattere ma arrivo sempre in anticipo e qua invece…. 

Quali sono, secondo te, le differenze e quali gli eventuali punti d’incontro fra lo stile di vita italiano e quello tunisino?

Lo stile di vita tunisino per tanti aspetti è molto diverso da quello che si vive in Italia in termini di cultura locale ed educazione ma io mi sono adattata molto bene. Riesco ad adattarmi facilmente.

I tunisini sono molto accoglienti, come quasi tutti i popoli arabi. La vita qua scorre lenta ed io, abituata alla vita frenetica dell’ Italia del Nord, non ho fatto fatica a cambiare me stessa! Sembra di essere sempre in vacanza! Tante volte mi chiedono se non mi stufo ma assolutamente no!

Raccontaci la tua vita quotidiana…

Le mie giornate iniziano con il portare mio figlio a scuola poi vado in un locale sul mare a bermi il caffè e a fare due chiacchiere con amici italiani, francesi, tedeschi, olandesi ecc. Leggo molto, cammino, mi piace anche stare a casa mia.

→ Leggi il nostro articolo e scopri quali sono le 5 cose utili per un viaggio in aereo! ✈

Diciamo che faccio una vita da pensionata giovane! Alle 17 prendo mio figlio da scuola e lo porto al tennis club dove si allena, poi cena e a letto presto!

Che luoghi del Paese consiglieresti ai viaggiatori?

Mahdia è un piccolo paese turistico ma non c’è molto da fare e a me piace per questo. Detesto le grandi città! Vengono spesso parenti e amici a farci visita e noi andiamo almeno una volta l’anno in Italia ma io resto massimo un mese, poi voglio scappare qua a casa mia!

Negli ultimi anni la Tunisia si sta riempiendo sempre più di pensionati europei, sia per il clima sia per defiscalizzare le pensioni, data anche la vicinanza all’Italia. Un volo Tunisi – Milano dura un’ora e mezzo. Il costo della vita qua è molto basso e si vive bene con poco ma quello che adoro di più sono il caldo e il mare. Non passa giorno in cui non ci vada, anche perché il mare si trova a un chilometro e mezzo da casa mia!

Progetti per il futuro?

Spero di vivere qua per sempre e che la mia vita non cambi di una virgola, per me è perfetta così!

Per fortuna a mio marito non interessa nulla dell’ Europa, al contrario di moltissimi tunisini. Lui ha il suo lavoro, i suoi amici, i suoi divertimenti ed è un tipo molto tranquillo. Ci siamo trovati!

Per contattare e seguire Nadia:

Facebook: https://www.facebook.com/nadia.schiavi