Personal Digital Vip, Sara Caminati

La faccia, sì, loro ce la mettono. Ma è quella costruita da Sara Caminati. E così giornalisti, cantanti, attori, politici, possono cambiarla spesso. Averne una più o meno briosa, accattivante.

Di sicuro, modulare. Eh, sì, perché da aprile scorso Sara, 26, anni, milanese, laureata in Scienze della Comunicazione, di professione fa la Personal Digital VIP. Un’attività talmente innovativa nel campo del marketing che ha ottenuto vari riconoscimenti, tra cui il Premio Nazionale dell’Innovazione di Confcommercio, alla presenza di Giorgio Napolitano, Capo dello Stato e quello di professionista del web in occasione del Premio Donna è Web.

 

Per il momento Sara non ha concorrenti.

Il Personal Digital VIP è una professione che, da ricerche e analisi effettuate, non esiste nel resto del mondo. In Italia e in altri Paesi esistono i professionisti delle Digital PR, ma fanno un lavoro diverso. Il Personal Digital VIP, infatti, non offre solo al cliente delle soluzioni strategiche, “ma si sporca le mani- afferma Sara- con gli strumenti della rete. In alcuni casi è il ghost writer del personaggio pubblico o dell’azienda. Preciso, però, una cosa: questo non significa ingannare gli utenti con un rapporto one-to-one falso e innaturale, anzi. Il Personal Digital VIP si sostituisce al cliente nelle comunicazioni generiche sugli eventi. Ad esempio, rappresenta un supporto tecnologico per quelle realtà che non hanno dimestichezza con gli strumenti del web”.

Ma come è nata l’idea? Da molti anni Sara si occupa della comunicazione web di persone o aziende. Dalla gestione del sito web, all’article marketing, all’aggiornamento di blog. “Ovvio che con Facebook- spiega- ed i social network, quello che facevo prima si è adattato alle nuove tendenze. Così ho pensato a questa nuova attività. Ed il riscontro ottenuto finora è ottimo. Perché? Alle aziende, in modo particolare, non basta più qualcuno che fornisca una strategia. Le imprese oggi hanno bisogno di una figura professionale in grado di migliorare il loro posizionamento sul mercato, in grado di risolvere problemi”.

Dunque, Sara costruisce l’immagine del suo committente o ne cambia il posizionamento. Se si tratta di un’azienda, agisce sul brand.

“La gestione dei contenuti- aggiunge- di un sito viene fatta per raggiungere degli obiettivi di comunicazione e marketing. Da quando sono nati i social ho pensato di completare quello che facevo con la nuova attività”.

Il personal digital vip mette la sua professionalità a disposizione di personaggi pubblici, che variano: dall’attore, al giornalista, alle aziende, piccole e grandi.

“Non si può identificare un settore in particolare- chiarisce- Tutti sono potenziali clienti”.

Il contatto avviene tramite passaparola nella maggior parte dei casi. Persone che già si avvalgono delle competenze di Innovation Marketing, ne parlano ad altri. Dopo il contatto c’e’ una fase di monitoraggio del cliente. Segue una proposta di strategia, costruita sulla base di obiettivi concordati.

Le strategie vengono studiate tramite mail o a tavolino insieme?Grazie alle tecnologie disponibili – chiarisce- non c’e’ la necessità di mettersi a tavolino. Tutto avviene tramite mail e telefono. A volte ricorriamo alla videoconferenza. Quando è possibile, si preferisce vedere il prodotto o provare il servizio”.

Per svolgere questa attività, è importante conoscere molto bene quello che si promuove e non solo nelle attività di social media marketing.

Ma cosa propone il Professional Digital Vip? Strategie di marketing, soluzioni semplici, ma efficaci che vogliono portare dei risultati concreti a chi richiede il servizio. Gli obiettivi in genere sono: incrementare il traffico nel proprio sito o blog, migliorare l’interazione con il proprio pubblico, rendere più accattivante la propria immagine pubblica o migliorarla.

Approfondimento: scopri quali sono i lavori più richiesti nel futuro

Quanto costa il servizio? “Il costo del servizio- risponde- varia in base all’attività che occorre svolgere. Vorrei dire in base al cliente, ma non sarebbe corretto. Un marchio noto a livello internazionale ha lo stesso valore di quello di un piccolo artigiano, solo che per il primo c’e’ un maggior lavoro di monitoraggio, più piattaforme sulle quali essere costantemente attivi. Obiettivi diversi, costi diversi. Per allinearci allo scenario attuale di crisi, siamo partiti con dei costi bassissimi.

A partire da 100 euro al mese. La soluzione si è rivelata vincente. Abbiamo quindi investimenti nelle attività di social media marketing e buzz marketing da poche centinaia di euro a qualche migliaio al mese”.

Per i tempi, Sara consiglia almeno tre mesi di attività per valutare il riscontro. “E’ il cliente- aggiunge- che sente la necessità di rinnovare il servizio, perché si rende conto dei risultati.
Dipende, comunque, da quello che si cerca di promuovere attraverso il web. Non tutti i servizi/prodotti hanno lo stesso appeal sull’utenza. La mission può essere anche stagionale. Un nostro cliente, il parco divertimenti Aqualandia di Jesolo, lavora solo nei mesi estivi, ma facciamo mantenimento anche negli altri mesi con un impegno più leggero.”.

I clienti di Sara si rivolgono al mercato internazionale. Ci sono, poi, aziende estere che le affidano la comunicazione per il mercato italiano.

Come vive una che fa il PDV? Con pc e telefono sempre a portata di mano. E per fare questo lavoro, fa sapere, servono “competenze tecniche e umanistiche. Una grande curiosità e il desiderio di mettersi in gioco, anche quando le sfide sembrano davvero difficili. Gli aspetti di questa professione sono, comunque, positivi. Si entra in contatto con realtà diverse l’una dall’altra. Si conoscono persone e si allacciano relazioni. Di sicuro, non ci si annoia mai. Questa è la cosa migliore. I lati negativi? Sono soprattutto legati alla selezione e alla formazione del personale. Non è un lavoro meccanico. Ci vuole testa e sensibilità per entrare in empatia con il cliente. Il sacrificio più grande è quello di dover rinunciare ad una vita normale. Ma non ci penso spesso. Più che guardare al passato sono proiettata verso il domani”.

Aver ricevuto dei prestigiosi riconoscimenti le fa capire che ha percorso la strada giusta.

Quella del PDV può essere una delle professioni del futuro, perché i budget delle aziende si stanno spostando sempre di più sul web e stanno abbandonando le più antiche strade dell’advertising classico. Non resta che provare.

Sara Caminati

Cell. 320/2598971

Responsabile Comunicazione & Personal Digital Vip

INNOVATION MARKETING

www.innovationmarketing.it

[email protected]

[email protected]

ID skype: scaminati

Via Lutero, 4 Milano

tel. 02/3984.1408

fax.  178.2744.889