Luigi: vado regolarmente a Cuba da 30 anni

A cura di Maricla Pannocchia

Con moglie cubana che vive in Italia con lui e un “fare il pendolare” fra il suo Paese natale e Cuba per 30 anni, spesso rimanendo nel Paese per oltre un mese per volta, ci sarebbe da aspettarsi che Luigi, 73 anni, dentista, sia determinato a fare il grande passo, ovvero a trasferirsi a L’Avana ma l’uomo dice, “ci sono degli aspetti della vita qui che, già dopo un mese, cominciano ad andarmi stretti. Mi mancano anche delle cose dell’Italia, fra cui il mio lavoro.”

A chi vorrebbe trasferirsi a Cuba, Luigi suggerisce di scegliere una città e fermarsi lì per 3 mesi, ma senza vivere da turista. Il popolo cubano è allegro e accogliente ma, ricorda Luigi, “siamo degli stranieri e molte persone vogliono approfittarsene.” Avviare un’impresa o muoversi nell’ambito del commercio è molto complicato e comprare casa, per uno straniero, è praticamente impossibile. A chi sogna un viaggio a Cuba, Luigi suggerisce, infine, di lasciarsi alle spalle le zone turistiche e di esplorare anche i posti meno gettonati.

Luigi Colletti Cuba

▶ Stai pensando di trasferirti al caldo? Leggi la nostra guida e scopri come andare a vivere a Cuba! ☀

Ciao Luigi, raccontaci qualcosa di te. Chi sei, da dove vieni…

Mi chiamo Luigi Colletti, ho 73 anni e sono medico di professione.

Da quanto tempo vai regolarmente a Cuba?

Vado a Cuba da 30 anni. Ci vado più volte l’anno e a volte rimango per più di un mese.

A Guanabo (Havana del Est) ho conosciuto mia moglie Aimara e siamo sposati da oltre 25 anni.

Aimara risiede con me in Italia.

Dove abiti precisamente?

Normalmente ad Avana vivo in casa di mia moglie e della sua famiglia.

Come hanno reagito amici, parenti e conoscenti davanti alla tua scelta?

I miei familiari conoscono bene la mia passione per i viaggi e l’avventura e non si sono meravigliati troppo della mia scelta di vita.

Che cosa consigli di visitare fra i posti meno conosciuti dai turisti, che però ti hanno colpito?

Non posso essere molto di aiuto sulle località da conoscere a Cuba. Non viaggiamo molto fuori della capitale. Suggerirei, comunque, una visita di almeno due giorni a Trinidad e lo stesso a Viñales.

La tanto decantata Varadero è un mortorio e merita solo per il mare. Lì si fa la vita da club e a me non piace.

Come si vive a L’Havana?

La vera Havana è frenetica ma mi piace tantissimo, soprattutto la sera. Habana vieja è un dedalo ma molto affascinante. Se si gira da turisti e senza esibire ricchezza è molto sicura anche di sera

Come sei stato accolto dalla gente del posto?

Il popolo cubano è molto allegro e socievole ma bisogna sempre ricordarsi che siamo stranieri e i locals spesso tendono ad approfittarsene

Ti piacerebbe trasferirti lì in pianta stabile?

No, non credo che riuscirei a viverci stabilmente. Ci sono delle cose che, dopo un mese, già mi pesano. Ci sono, poi, aspetti dell’Italia che mi mancano, come il caffè e le brioches o ancora i giornali e le partite allo stadio. Mi manca anche il mio lavoro (sono un dentista privato) che non potrei svolgere lì, in quanto straniero.

È facile, per un italiano, avviare un’impresa lì?

Ho provato, negli anni, a fare qualche commercio o ad avviare delle attività ma è durissima. Il vero problema è che non sai mai chi comanda e prende le decisioni. C’è da scontrarsi sempre contro un muro di gomma. Per esempio, anche quando credi di aver risolto una questione, scopri che c’è sempre qualcun altro che devi consultare. Lo stesso vale per il commercio.

☞ Leggi la nostra guida e scopri come investire, comprare casa o aprire un’attività a Cuba

È facile trovare un alloggio lì?

Comprare casa è complicato (per un cubano). Per me, in quanto straniero, è impossibile.

Che consigli daresti a chi vorrebbe trasferirsi a Cuba?

Gli suggerirei di scegliere una città e di fermarsi lì per tre mesi, ma senza fare il turista.

Come valuteresti la qualità della vita?

La qualità della vita per un cubano che non ha aiuti all’estero non è molto alta, anzi, la definirei precaria. Tenete presente che, con circa 50 Euro, che è già un buon stipendio mensile, puoi mangiare per tre/ quattro giorni, non di più. Con la “libreta” di aiuti statali si fa la fame: 4 uova al mese e un pane al giorno e così via.

Quali sono i costi medi per gli alloggi?

Le “case particular” costano mediamente sui 25 Euro al giorno e si trovano senza problemi ad Avana e Guanabo.

Come valuteresti la sanità e i mezzi pubblici?

La sanità teoricamente è buona ma senza mezzi e medicine. Fortunatamente non ho mai visto un reparto ospedaliero da ricoverato, pertanto, non saprei esprimermi in merito. I mezzi pubblici sono buoni, tuttavia bisogna conoscerli. Io non li ho mai presi.

Ti sei mai sentito in pericolo?

Non mi sono mai, e dico mai, sentito in pericolo.

Per seguire e contattare Luigi:

Facebook: https://www.facebook.com/luigi.colletti.3