Lavoro, la Germania a caccia di infermieri

Di Gianluca Ricci per Voglio Vivere Così Magazine

 

Che quella dell’infermiere sia una professione ricercata in ogni angolo della terra è ormai risaputo, tanto che molti di coloro che completano il corso di studi escono dall’università con più di un’offerta di lavoro in tasca.

Dev’essere questo uno dei motivi principali per cui i giovani neolaureati in questa disciplina difficilmente prendono in considerazione l’idea di fare il grande salto e provare un’esperienza professionale al di fuori dei confini.

⇢  Leggi la nostra GUIDA per trovare lavoro in Germania ⇠

Eppure validi motivi non mancano: con un po’ di coraggio, per esempio, e un minimo di conoscenza della lingua la Germania potrebbe diventare un vero e proprio Eldorado.

Basti pensare che da quelle parti solo il 20% dei posti vacanti riesce ad essere coperto in tempi brevi, senza fare ricorso a selezioni in Paesi stranieri.

 EXTRA! ✎ Le nostre linee guida su come scrivere un buon curriculum di lavoro

Il che significa che sarebbe addirittura possibile, pur con le dovute cautele legate alle singole contingenze, scegliere dove trasferirsi a seconda delle proprie inclinazioni, dei propri interessi e, perché no?, delle proprie amicizie.

Un trasloco in terra tedesca permetterebbe di partire da subito con uno stipendio considerevolmente più elevato: se la media lorda degli stipendi del settore ruota intorno ai 1900 euro al mese, a Monaco o a Berlino è possibile iniziare da quote intorno ai 2800 euro, a cui però possono aggiungersi ulteriori incentivi a seconda dell’aderenza al profilo richiesto dalla singola istituzione.

Inoltre le strutture, pubbliche o private che siano poco importa, sono tenute a rispettare norme deontologiche e professionali ben precise, in particolare per quanto riguarda l’organizzazione dei turni di lavoro, aspetto da non trascurare in un’eventuale scelta, visto che programmando con intelligenza il proprio tempo lavoro è possibile ritagliarsi orari in sintonia con le proprie esigenze.

➤ Costo della vita, pro e contro e molto altro... Scopri come vivere in Germania ! ✔

Non serve inoltre aggiungere che il rispetto della normativa legata all’orario di lavoro è ferreo, ragion per cui difficilmente può capitare, come da noi, che qualche turno difficile duri anche 14 ore al giorno.

L’avanzamento di carriera, infine, è agevolato dal fatto che la frequenza ai corsi specializzanti è garantita dal datore di lavoro, che ha tutto l’interesse che i propri dipendenti esprimano al meglio le loro capacità.

Un’opportunità dunque sulla quale tergiversare il meno possibile: la Germania, tutto sommato, non è poi così lontana.