Canarie: 9 isole per 9 vacanze diverse

Arcipelago spagnolo tra i più amati dai turisti, le Canarie rappresentano i tipici paradisi tropicali per chi è alla ricerca di mare, sole e bellissime spiagge. Una vacanza qui è il sogno di tanti viaggiatori desiderosi di godere delle bellezze tipiche di luoghi caldi e assolati e, perché no, di quanti stanno pensando a un trasferimento definitivo.

Lanzarote, Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, La Palma, La Gomera, El Hierro, Lobos e La Graciosa sono le nove isole che formano l’arcipelago. Quale scegliere per una vacanza indimenticabile? La risposta è molto soggettiva. Ognuna di loro è bella a modo suo e – come fa notare il magazine di Expedia in un post dedicato proprio alle Canarie – tutte hanno un’indole molto personale.

Vediamo insieme le diverse caratteristiche di ogni isola così da potervi aiutare nella scelta.

cartina isole canarie

✈ Viaggiare all'estero nel 2020? Scopri i Paesi dove si può viaggiare dall'Italia in epoca di Coronavirus! ✈

Tenerife: l’isola dove c’è tutto

Tempo bello, con 300 giorni di sole all’anno, e tante cose da fare per tutti: non stupisce che Tenerife sia l’isola delle Canarie più amata dai turisti. Perfetta anche per i bambini, ci sono 2 grandi parchi acquatici, 3 grandi parchi animali, e un sottomarino dove immergervi alla scoperta dei fondali. Con i bambini felici e indaffarati, i genitori avranno il tempo per godersi un cocktail in uno dei tanti fantastici bar dell’isola.

Dalle spiagge ai sentieri escursionistici, Tenerife ha proprio tutto, compresa la vetta più alta della Spagna: il Monte Teide. La spiaggia più bella? È Playa de las Teresitas, una lunga lingua di sabbia dorata che sorge a pochi chilometri a nord-est di Santa Cruz de Tenerife.

▶ Qui trovi la nostra guida completa per trasferirsi a vivere alle isole Canarie  ◀

Gran Canaria: per le coppie e i nomadi digitali

Gran Canaria è un’ottima destinazione di viaggio per le coppie, grazie alla sua vivace vita notturna, alle tante feste e festival che vengono organizzati, in particolare nella zona sud di Maspalomas e Playa del Inglés.

Si tratta, inoltre, di una meta molto interessante per i nomadi digitali e , in particolare la capitale Las Palmas, dove esiste già una comunità di lavoratori in remoto che tra una task e l’altra si godono il caldo sole delle Canarie.

Lanzarote: piccola e a misura di famiglia

Perfetta per quanti vogliono vedere tutto, l’isola di Lanzarote è abbastanza piccola da poterla visitare in pochi giorni. Come piccola e accogliente è la sua spiaggia più famosa: Playa Papagayo. Si tratta di una caletta a mezzaluna con acqua cristallina e calma, quasi come fosse una piscina. Molto frequentata, è il posto ideale per fare snorkeling a Lanzarote e per i bambini.

Il periodo migliore per una vacanza a Lanzarote è in autunno, quando l’acqua dell’Oceano è alla sua massima temperatura così da nuotare e trascorrere intere giornate in spiaggia.

Fuerteventura: per chi ama le spiagge e il mare

Fuerteventura vanta alcune delle più belle spiagge di tutte le Isole Canarie e non solo. Corralejo, El Cotillo, Cofete, Sotavento sono state incluse nella classifica delle migliori spiagge del mondo da numerosi siti e magazine, Tripadvisor e National Geographic su tutti.

Vuoi lavorare alle Canarie? Leggi la nostra Guida!

Se ciò che volete è godervi il relax, sdraiarvi sulla spiaggia e nuotare in acque cristalline, Fuerteventura è ciò che state cercando. Corralejo è probabilmente la località più popolare, seguita da Caleta de Fuste. Il consiglio è di noleggiare un’auto per vedere quante più spiagge possibile. Hanno tutte un fascino diverso e dune di sabbia meravigliose.

EL COTILLO FUERTEVENTURA

La Gomera e La Palma: ideali per gli sportivi

Se vi piace tenervi in movimento e l’idea di una vacanza all’insegna dello sport e delle escursioni è ciò che desiderate, La Palma e La Gomera rappresentano le vostre isole ideali. Entrambe hanno molti sentieri e paesaggi meravigliosi. Isole vulcaniche, sono perfette per una vacanza nella natura e lontano dalla folla.

El Hierro: paradiso per i subacquei

Voglia di scappare da tutto e da tutti? El Hierro è la destinazione giusta per voi! La più piccola delle isole Canarie e anche la più remota e solitaria. Essendo la più sud-occidentale dell’arcipelago, è molto meno visitata, frequentata per lo più da subacquei ed escursionisti.

Il simbolo naturale dell’isola è il Roque de Bonanza, un affioramento vulcanico la cui forma ricorda un abbraccio tra rocce. A El Hierro ammirerete il Parco Rurale di Frontera, il Belvedere di Las Playas, apprezzando un piatto di “vieja”, il ‘pesce pappagallo’, con patate e salsa mojo.

✴ La nostra guida con tutte le info per vivere alle isole Canarie da pensionato

EL HIERRO CANARIE

La Graciosa: selvaggia e piccola

La Graciosa è una piccola isola semi-deserta formata da sabbia e coni vulcanici. È lunga circa 8 chilometri e larga 4.

Ci sono due piccoli villaggi, Pedro Barba e Caleta del Sebo, che ospitano la popolazione dell’isola. La Playa de las Conchas, selvaggia e sferzata dall’Atlantico, è una tappa imperdibile su quest’isola di appena 600 abitanti.

Lobos: luogo ideale per chi cerca il silenzio

Completamente disabitata, nonché riserva naturale protetta, Lobos è l’isola perfetta per chi cerca un luogo remoto immerso nel silenzio. Dista ad appena 15 minuti dal porto di Corralejo a Fuerteventura.

Per visitarla tutta sarà sufficiente un’ora; in alternativa, potrete salire in cima al vulcano o rilassarvi al sole sulla spiaggia bianca. Lobos ha un’area riservata al campeggio, tuttavia è necessario richiedere l’autorizzazione al centro informazioni turistiche di Corralejo.

Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta e, a nostro avviso, nonostante queste isole siano così diverse l’una dall’altra, vale la pena visitarle tutte.