Come ordinare nei bar spagnoli una Cerveza

Che la traduzione in spagnolo di birra sia cerveza è cosa nota. Ma, entrando in un Bar a Madrid (o a Barcellona, a Siviglia, a Bilbao …), basterà dire: “una cerveza, por favor?”.

La risposta, soprattutto per noi guiris – così sono chiamati nella Penisola Iberica gli stranieri o i turisti che funzionano per stereotipi – non è così semplice. Il bar è un po’ come il salotto buono di casa. È impossibile, quando si vive in Spagna, non essere contagiati dalla joie de vivre degli Spagnoli che sanno sfruttare al meglio gli spazi pubblici (piazze e strade) e trascorrono la maggiore parte della loro vita sociale al bar sorseggiando, spesso e volentieri, una birra fresca.

Nessun autoctono, tuttavia, si sognerebbe mai di andare alla “barra” e ordinare semplicemente una “cerveza”. Ma, di solito, punta direttamente sulla quantità di birra che ha voglia di bere.

Una delle opzioni più comuni inizia con la parola Caña. Questa è la misura per eccellenza e corrisponde a un bicchiere normale.

✮ Se sogni la penisola iberica, scopri la nostra guida per vivere in Spagna! ✮

In seconda posizione arriva la Doble che, come dice il nome, rappresenta una quantità doppia della caña. Tenete presente che in molte zone della Spagna, sicuramente nella capitale e nel Sud, la caña va sempre accompagnata da una tapa, compresa nel prezzo. Per cui, se avete molta sete, ordinate varie “cañas”; è conveniente, perché per lo stesso prezzo, vi arriva anche la cena, fatta di stuzzichini e abbastanza saziante.

Se siete aficionados della bottiglia di birra preferita, il Quinto corrisponde a una da 20 cl, mentre il Tercio è la bottiglietta da 30.

chiedere una birra in spagna

Non finisce qui e per coloro ai quali …“la birra non basta mai” … esiste direttamente la Jarra (mezzo litro), detta anche Media. Quando il gioco si fa veramente duro si passa alla Mini. Non fatevi ingannare dal nome, se ordinate una mini vi troverete davanti a un boccale enorme da un litro e, contemporaneamente, sarete proiettati nel mondo dei festival e/o dei tipici ritrovi etilici estivi: i cosiddetti botellones.

Questi sono raggruppamenti spontanei in un luogo pubblico, che vanno avanti fino a una certa ora della notte (o fino a che la polizia non intervenga). Inutile a dirsi, è proprio qui che enormi quantità di Mini, da condividere in allegra brigata, vengono ordinate nei bar limitrofi.

☞ Scopri come cercare lavoro in Spagna: opportunità, offerte e consigli

Infine, se siete stati in vacanza a Formentera, Ibiza, Minorca o Maiorca…avrete sicuramente sentito risuonare la parola Clara. Sempre di birra stiamo parlando. In questo caso, però, non si tratta della misura ma di una combinazione molto classica. Quando le temperature si fanno più elevate, la birra (una caña, di solito) è mescolata alla limonata o alla gassosa.

Ci sono poi le distinzioni locali che nascono dalle 4 lingue ufficiali spagnole e dalle diverse culture ma già infilando nello zaino o in valigia questi piccoli distinguo potete partire un po’ più tranquilli per la vostra vacanza spagnola e ricordate: al bar ordinate pure una caña e nessuno – a colpo d’occhio – potrà “accusarvi” di comportarvi come un guiri!

E se siete dei veri appassionati di birra, vi consigliamo inoltre due attività imperdibili nelle due città principali della Spagna: il Beer Bike a Madrid e la visita alla fabbrica Estrella Damm a Barcellona.

Di Paola Grieco