Nelle isole Mauritius Fontanesi si è sposato e ha avuto due bambini. Oggi guida un’equipe di 160 persone e lavora per clienti molto ricchi e famosi. Che spesso scelgono le Mauritius non solo per la luna di miele, ma anche per sposarsi. E’ il caso di molti inglesi.

vista del Dinarobin Hotel Golf Mauritius

Ma prima di arrivare a Mauritius lo chef ha vissuto altre esperienze. Da capitano di lungo corso ha fatto il militare sull’Andrea Doria. E poi a 25 anni la prima esperienza nella ristorazione. Apre un locale a Siena, che esiste ancora (ma di cui non è più socio) La Bottega del 30 (guida Michelin). Poi fonda una cooperativa di servizi sempre nella zona del Chianti. Gestisce il cinema, la piscina e il teatro comunali e dava lavoro ad ottanta persone. Ma la voglia di viaggiare è troppa. Dopo qualche anno il primo impiego all’estero. Le Bermuda, dove apre un ristorante per un italiano. Torna in Italia per partecipare all’apertura di un relais in Toscana. Lì uno chef americano gli insegna i segreti del mestiere. Non si ferma. Va a Dubai come chef di un ristorante italiano “Ponte vecchio”, che il primo anno raggiunge i 25 mila coperti. Poi la chiamata. Da un’agenzia di recruitement per un posto alle Mauritius. Era il 1996. Ma prima di arrivare al Dinarobin (dall’arabo “non sicuro”, ndr), apre il ristorante italiano La Palma all’interno del Paradis Hotel un altro cinque stelle sempre della catena Beachcomber. Infine, l’hotel in cui oggi lavora e che sorge laddove c’èra la sua casa.

♕ Ecco la classifica dei 10 migliori chef italiani nel mondo

Vive alle Mauritius da quattordici anni. Pensa di rimanerci ?

“Sì, il posto non è male e ho messo su famiglia, sposando una mauritiana”.

Spiagge delle Mauritius

Ci parli di Mauritius.

Si tratta di un posto molto romantico, con una natura ancora vergine, dove nel mare cristallino puoi veder passare le balene e dove lo sbalzo termico tra estate e inverno è di appena sei gradi. L’estate è molto umida, ma in inverno il termometro scende raramente al di sotto di 25 gradi. Una zona vulcanica, dove ci sono crateri spenti e dove vivi a contatto con persone di diversa religione e cultura. A Mauritius, infatti, si festeggiano il Natale, la Pasqua, l’assunzione di Shiva, il Ramadan, il Capodanno cinese. Le lingue ufficiali sono l’inglese e il francese, ma stanno cercando di insegnare anche il creolo, che ha una radice francese, ostica, però, agli stessi cugini d’Oltralpe.

★ Un MUST! ★ Leggi la nostra guida su come lavorare nella ristorazione in Italia e all'estero

I collegamenti?

Ottimi. Soprattutto aerei. Tante le compagnie che operano sul territorio. Un volo di 11 ore 2 volte la settimana per Milano. Due giornalieri con Parigi. E poi con Dubai.

Altro aspetto interessante?

L’assistenza sanitaria, così come l’educazione, è garantita a tutti. In più i medici provengono quasi tutti dalle migliori università statunitensi ed europee.

E i mauritiani?

Sono persone ospitali, cortesi e per alcuni aspetti simili agli italiani. Amano la famiglia e mangiare in compagnia.

strutture alberghiere alle Mauritius

Un altro posto da visitare?

L’Isola di Rodrigues. Un paradiso che attende i suoi visitatori con spiagge di una bellezza incredibile, coste ancora intatte, mille occasioni di sport acquatici ed escursioni, dove la natura è brulla e dove è possibile fare immersioni a contatto con le tartarughe. Un’atmosfera per turismo basic, che si è conservata proprio grazie alla lontananza dalle rotte turistiche consuete. Situata a 560 chilometri da Mauritius, cui è collegata da un volo giornaliero Air Mauritius e da tre passaggi marittimi settimanali, l’isola di Rodrigues è un mondo incontaminato tutto da scoprire. La barriera corallina, che la circonda quasi interamente, forma una splendida laguna color turchese ideale per appassionati diver che vogliano ammirare le bellezze dei fondali, con le più diverse varietà di pesci, tartarughe e magnifiche gorgonie colorate al largo di Point Coton, Pointe Roche Noire, Pointe Palmiste e Baladirou, nei pressi di Pointe aux Cornes. Bianche spiagge da sogno caratterizzano le coste di Rodrigues: Pointe Coton, St François, Baladirou e Petit Gravier sono tra i lidi più spettacolari. La costa sudorientale offre occasioni da non perdere a chi ama windsurf e kitesurf, grazie a una laguna di oltre 200 chilometri quadrati (il doppio dell’isola stessa!) e al vento costante.

✉ Vivere, lavorare ed investire in Africa: tutto quello che c'è da sapere ✓

Eppure, lei dice, tutto viene a noia!

Mi manca l’Italia. La sua lingua. Le quattro stagioni. Sogno il freddo. La neve. Nel mio Dna è stampata la necessità di cambiare. Sa cosa sognavo da ragazzo?

Prego!

Sognavo di navigare e il mio idolo era Jacques Cousteau.

Si rischia di impigrirsi in posti come le Mauritius?

Magari riuscissi a farlo. Lavoro per quattordici ore al giorno.

Lo Chef Stefano Fontanesi mauritius

Chissà se lo chef rimarrà per sempre a Mauritius. Per il momento si accontenta di tornare nel Belpaese virtualmente, magari tra i fornelli. Miscelando i vini del Chianti con piatti a base di vaniglia e papaya. La cucina che propone è internazionale, non solo italiana. Ma grande spazio ha quella toscana, della zona del Chianti.

Intervista a cura di Cinzia Ficco