Lavori strani: il mototaxi in Brasile

 

Oggi ci occuperemo di un’attività economica quasi sconosciuta in Italia: il mototaxi.

Qui in Brasile è una attività molto diffusa, complice il clima che lo permette e l’esigenza di sistemi di trasporto a basso costo accessibili a larghe fasce di popolazione. Qualcosa del genere in realtà aveva cominciato ad essere proposta nel nostro paese già negli anni ’80. Mi ricordo ancora il film con Jerry Calà “Il ragazzo del pony express”.

Ma qui, dall’altro lato del mondo, la diffusione di questo servizio è estremamente capillare soprattutto nelle città. Tale servizio può rivolgersi al trasporto di pacchi o buste o di persone. Qui in Brasile per il 90% dei casi si tratta di trasporto di persone laddove in Italia la prevalenza del traffico è relativa a documenti o comunque generi di tipo postale.

lavori strani - mototaxi in Brasile

Il servizio di mototaxi o motoboy come più spesso viene chiamato è organizzato in piccoli locali piano strada (es. ex garages) dove viene sistemata la segreteria che riceve le telefonate dei clienti e le smista ai singoli motociclisti i quali normalmente hanno una uniforme o più spesso una semplice maglietta personalizzata con il marchio dell’impresa.

Leggi ☞ Vivere in Brasile: pro e contro, costo della vita e altri consigli

Il costo del trasporto è molto contenuto rispetto a un taxi a quattro ruote. Ad esempio nella città dove io vivo si va da 1 euro a 3 euro per le corse più lontane con eccezioni che possono arrivare a 5/6 euro nelle periferie a 20/25 km dal centro. La cosa realmente interessante di questo lavoro è che lo può fare chiunque. Non sono previste particolari autorizzazioni. Diciamo che uno che possiede una moto, conosce almeno le direttrici principali del traffico cittadino, sa districarsi bene nella guida e sa parlare un po di portoghese, potrebbe tranquillamente iniziare il mestiere di motoboy.
C’è poi anche un interessante indotto. Infatti da un lato esistono imprese o privati che noleggiano le moto ai motoboy che non se la possono comprare, e dall’altro si sviluppano molte piccole officine specializzate che offrono servizi rapidi di piccole riparazioni o servizi più sofisticati volti a casi più difficili.

Il servizio di mototaxi supplisce alle carenze del sistema pubblico di trasporto che come orari e capillarità lascia parecchio a desiderare.

In alcune città il servizio è omologato in altre solo tollerato ma in ogni caso in tutte funziona attivamente. Dal punto di vista fiscale la cosa è molto semplice basta registrarsi come MEI (Micro Empreendedor Individual) e si pagano 45 reais al mese (meno di 12 euro).

Questo valore include tutto: tasse, contributi ecc. Dopo un periodo di carenza si ha diritto persino a un indennizzo in caso di incidente e alla pensione quando maturano i requisiti. Più di così. … sembra uguale all’Italia..noo?

Stefano Gentile

[email protected]