Melbourne Australia

La città ha dimensioni enormi con raggio medio di 30 chilometri ed è costruita secondo un modello statunitense. Vi è un Central Business District pieno di grattacieli e dove si concentra gran parte del mercato del lavoro ed una marea di sobborghi che lo circondano dove vive la maggior parte della popolazione.

Per gli Italiani Melbourne è molto accogliente grazie all’enorme immigrazione italiana avvenuta nel dopoguerra. Gli Italiani hanno lavorato duramente ed hanno contribuito a fare di Melbourne una delle città con la migliore qualità di vita al mondo. A Melbourne si mangia bene (spesso, non sempre) grazie soprattutto all’impatto della cucina italiana che ha introdotto prodotti e cibi sconosciuti fino prima degli anni 50.

☞ Leggi la nostra Guida Completa per trasferirsi a vivere in Australia

Oltre all’immigrazione italiana, Melbourne ha accolto l’immigrazione da parte di tutte le altre nazioni del mondo, facendone una delle città più multiculturali al mondo.

Questo consente di imparare facilmente altre lingue, mangiare cucine diverse ogni giorno e lavorare in un ufficio che sembra le Nazioni Unite. Se vi piacciono queste cose Melbourne e le altre capitali australiane fanno per voi.

Melbourne

Per chi ha voglia di lavorare e raggiungere risultati in base alle proprie capacità il mondo lavorativo australiano offre molto. Esiste un dinamismo sconosciuto in Italia nel bene e nel male: le opportunità si presentano più facilmente ma le ditte non ci pensano due volte a lasciarti a casa.

In cosa pecca Melbourne? Come l’Australia più in generale, non offre storia essendo stata colonizzata dagli Occidentali solo poco più di 200 anni fa. Arrivando dall’Italia o dall’Europa è molto difficile adattarsi ad una vita meno vivace dal punto di vista culturale.

L’uniformità dei sobborghi è un altro lato che colpisce in modo negativo arrivando dall’Italia dove sia città che paesini hanno una personalità diversa ed individuale.

✈✈✈ Trovare lavoro in Australia: ecco tutti i consigli utili da seguire

La lontananza dal resto del mondo è impressionante. Dall’Italia ci vogliono 24 ore di volo e, ve lo assicuro, dopo un paio di voli così vi passa la voglia. Per uscire dall’Australia ci vogliono 3 ore e mezzo di volo ed arrivate solo dai cugini della Nuova Zelanda. Per arrivare in Asia da Melbourne ci voglio 6 – 8 ore. Insomma l’isolamento di Melbourne è notevole.

Allora perchè emigrare a Melbourne?

Per le prospettive di lavoro. Per la vita all’aria aperta. Per lo sport. Per il clima, non perfetto ma più caldo dell’Europa. Per regalare ai vostri figli una vita migliore di quella che non possa offrire l’Italia.

Un solo dato per farvi riflettere: degli immigrati italiani a Melbourne,la stragrande maggioranza si è stabilita quì in modo permanente e non è tornata in Italia. Un motivo ci sarà?

Aldo Mencaraglia scrive di Australia ed altro su www.italiansinfuga.com

Per scrivere ad Aldo:

[email protected]