Intraprendere un viaggio alla ricerca di se stessi

Di Enza Petruzziello

Da sempre associato all’idea di vacanza, il viaggio è però qualcosa di più. Ha un valore simbolico ed allegorico, e molto spesso è intimo e personale. Si può viaggiare anche stando fermi alla ricerca di un cambiamento interiore. Oppure si può decidere di raggiungere luoghi dove ritrovare se stessi, intraprendendo viaggi spirituali nel mondo, completamente da soli.

Attraverso il viaggio, i nostri piedi imparano a formare i propri percorsi e il nostro cuore inizia a battere a un ritmo diverso. Più tempo trascorriamo lontano dalle routine familiari, più impariamo ad abbracciare l’ignoto e ad abbandonarci alla grande vastità dell’universo.

È proprio quello che succede nel film “Mangia prega ama”, dove la protagonista Julia Roberts decide di partire per un viaggio alla ricerca di se stessa. Italia, India, Bali: le sue destinazioni. Ispirato a uno dei libri sul cambiamento più belli, il film ha sdoganato l’idea del viaggio in solitaria dimostrando non solo che viaggiare da soli è possibile, ma che il concetto di viaggio spirituale è davvero ampio.

Significato di viaggio spirituale

Le vacanze spirituali sono un fenomeno che sta assumendo una grande importanza sia dal versante soggettivo che da quello sociale. Perché si fanno e che significato hanno? Innanzitutto diciamo che non necessariamente corrispondono ai viaggi religiosi.

I viaggi spirituali sono una tipologia di vacanze che portano a riflettere, alla ricerca interiore di pace e serenità. È un viaggio dentro se stessi, attraverso percorsi spirituali di meditazione. Grazie a questi itinerari non soltanto si possono trovare soluzioni alternative per affrontare i problemi della quotidianità, ma si può anche avere la possibilità di porsi nuove domande.

I viaggi religiosi, invece, hanno come meta un santuario religioso piuttosto che un luogo simbolico della propria fede. Si possono fare da soli, ma anche in famiglia. Anzi spesso le agenzie organizzano viaggi spirituali in comitiva verso luoghi sacri. Hanno una finalità religiosa, più che sociale.

viaggiare soli per ritrovare se stessi

Vacanze spirituali per famiglie

Le vacanze spirituali per le famiglie sono di solito percorsi e incontri di spiritualità dedicati appositamente ai nuclei familiari. Dalle coppie ai genitori con bambini: esistono proposte per famiglie di ogni età che desiderano camminare insieme in percorsi di condivisione ed amicizia.

Generalmente organizzate da strutture religiose ma anche laiche, questi viaggi offrono attività da fare insieme vivendo momenti di condivisione.

In questo articolo, però, ci soffermeremo sulle vacanze spirituali da fare da soli, iniziando da alcune idee di viaggio.

Potrebbe interessarti anche →  La capacità di ascolto e i suoi benefici ☆

Idee di viaggio per ritrovare se stessi: ecco dove andare

Come abbiamo visto il viaggio spirituale, differente da quello propriamente religioso (anche se nulla vieta che possano coincidere), è un viaggio alla ricerca di se stessi. Ha un fine spirituale, ma questa finalità sottende diverse scelte: può essere una ricerca della verità, l’avvicinamento alla divinità o alla spiritualità al cui termine si raggiunge qualcosa.

In generale chi decide invece di mettersi in viaggio da solo preferisce vacanze spirituali in monasteri piuttosto che in convento. Ma vanno molto bene anche agriturismi e posti di mare. Di seguito una serie di idee e consigli sui luoghi dove ritrovare se stessi:

1. Eremo: molti associano l’eremo all’idea di vacanza spirituale in totale meditazione. In effetti non c’è posto migliore per godere della solitudine e ritrovare se stessi. La scelta di ritirarsi in un eremo è legata a un desiderio atavico di vivere un’esperienza che ci riporti alle origini, riconsegnandoci quella pace persa e dimenticata.

2) Convento e monasteri: anche le vacanze spirituali nei monasteri oppure in convento rappresentano un’ottima idea per ritrovare se stessi. Alcune di queste strutture – le più numerose si trovano proprio in Italia e in Tibet – aprono le proprie celle non solo a sacerdoti e religiosi, ma anche a persone singole o a piccoli gruppi che vogliono approfittare di una breve vacanza per riscoprire il silenzio, l’armonia interiore e la propria dimensione religiosa con l’aiuto di guide spirituali.

Monastero Ortodosso di Rila bulgaria - viaggi spirituali

3) Mare: viaggiare soli per ritrovare se stessi non significa soltanto rinchiudersi in luoghi solitari. È possibile, infatti, anche compiere delle vacanze spirituali al mare, magari su un’isola sperduta a contatto con l’acqua e la sabbia e niente intorno a noi. Un ritiro spirituale durante il quale godere anche di bellissimi panorami.

4) Agriturismi: tra yoga, terra e cielo. La vacanza spirituale in agriturismo è inevitabilmente a contatto con la natura. Molti agriturismi organizzano corsi di yoga, di pittura e di meditazione.

5) Viaggio a piedi: il più famoso è il Cammino di Santiago. Chi lo ha fatto parla di un vero e proprio viaggio spirituale per ritrovare se stessi e la felicità. I motivi per cui si decide di percorrere il Cammino sono differenti e variano da persona a persona: per sfida personale, per ragioni spirituali e religiose, per voglia d’avventura o per inquietudine culturale. Tutti però sono d’accordo su una cosa: si tratta di un viaggio che cambia la vita e dà felicità.

Un viaggio per ritrovare se stessi: 12 mete spirituali

I posti per ritrovare se stessi sono molto diversi, così come sono diverse le mete e le destinazioni. Si può decidere di fare viaggi spirituali in Europa, ma anche di uscire fuori dai confini dell’Unione per visitare zone dal grande fascino mistico.

Per voi abbiamo selezionato i 12 posti più spirituali del mondo, alcuni dei quali vicinissimi a casa nostra.

1. INDIA

L’India è la destinazione spirituale più famosa e popolare al mondo. Molte delle principali religioni del mondo sono nate in India, tra cui induismo, sikhismo, buddismo e giainismo. Il fervore spirituale è palpabile in ogni angolo del Paese. Ci sono mandiri (templi indù), moschee, gurudwaras (luogo di culto sikh) e chiese ovunque nel Paese.

Un viaggio in India è forse tra le migliori soluzioni per ritrovare se stessi. La spiritualità, non solo religiosa, presente qui si esplica anche in diverse attività: le due più conosciute in Occidente sono lo yoga e la meditazione. Ci sono ashram (luoghi di meditazione), ritiri e centri in tutta l’India.

ashram - viaggi spirituali in India

Certo partire da soli può spaventare, ma niente paura: i viaggi spirituali organizzati in India sono piuttosto comuni e non avrete problemi nel partire insieme ad una comitiva.

Un’esperienza decisamente intensa, e unica, ad esempio è quella proposta da Conscious Journeys che organizza viaggi spirituali nella valle dello Spiti, tra le montagne himalayane, in una zona al confine tra India e Tibet tra le meno note e abitate e tra quelle in cui è più forte il buddismo tibetano. Durante questo viaggio si impara a conoscerlo da molto vicino vivendo in un monastero e studiandolo insieme ad esperti nativi.

2. ITALIA

I posti per ritrovare se stessi in Italia sono moltissimi. Anche il nostro Paese, infatti, vanta una lunga storia spirituale e si può realizzare un percorso spirituale senza viaggiare oltreconfine.

I viaggi spirituali in Italia più frequenti sono a Roma, ma anche in Toscana dove esistono moltissimi agriturismi, monasteri e conventi.

La Verna, Santuario Francescano, Toscana - viaggi spirituali in Italia

Amata dai pellegrini di tutto il mondo è Assisi, luogo che ha visto nascere San Francesco. Qui è possibile ripercorre i passi del Santo, passando per i luoghi dove ha pregato e vissuto.

Novecento chilometri da percorrere lentamente, tra eremi, santuari, antiche foreste e borghi medievali per scoprire quell’amore che Francesco provò per la natura in uno dei più tradizionali cammini spirituali della penisola.

3. TIBET

Il Tibet è un’ottima destinazione per un viaggio spirituale. In particolare è il gigantesco monte Kailash a rappresentare un luogo sacro per ben 2 religioni: buddismo e induismo.

Da molti considerato come uno dei più rilevanti centri di energia del mondo, il test finale per raggiungere la felicità spirituale è compiere un “Kora”, un pellegrinaggio circolare intorno alla montagna, riuscendo a salire in vetta.

monte kailash - viaggio spirituale in Tibet

Il percorso è lungo circa 52 km ed è disseminato di postazioni per pregare, meditare e panorami mozzafiato.

I buddisti credono che un kora liberi dal karma negativo, mentre 108 koras portino alla piena illuminazione.

4. NEPAL

È il Nepal uno dei luoghi più adatti per ritrovare se stessi e compiere un viaggio spirituale alla scoperta della parte più profonda di noi.

Racchiuso fra l’India e la Cina, dalla quale lo separa la spettacolare catena dell’Himalaya, il Nepal è da sempre una terra che fa sognare viaggiatori e turisti da tutto il mondo in cerca di pace e spiritualità, attratti dalla cultura buddista e dai numerosi templi.

Per chi ha deciso di fare un viaggio in Nepal alla ricerca di spiritualità, il posto ideale è la valle di Katmandu, la capitale, ricca di una grande quantità di templi ed edifici sacri, agglomerati in tutto il centro urbano.

Katmandu - viaggio spirituale in Nepal

5. BALI

Bali è sicuramente una delle isole più belle ed esotiche di tutta l’Indonesia. I balinesi sono indù e ogni giorno al mattino le donne preparano le loro offerte in cestini fatti di foglie di palma, contenenti fiori, frutta, riso e incenso.

La bellezza, i profumi e il cibo sono fondamentali per connettersi a un “potere superiore”.

bali ashram - viaggio spirituale a Bali

In ogni strada c’è un tempio che rende l’isola di Bali uno dei luoghi più spirituali del mondo.

I tempi più famosi sono il Tanah Lot, l’Uluwatu (noto anche come il “tempio delle scimmie”), il Besakih e l’Ulun Danun. Il viaggio spirituale a Bali non può prescindere da queste destinazioni.

6. GIAPPONE

Un tempo conosciuta come Heian-kyo, “Capitale della pace e della tranquillità“, Kyoto è stata il centro della cultura giapponese per più di mille anni, e lo è ancora oggi.

La città è piena di siti spirituali: 1.660 templi buddisti, 400 santuari shintoisti e 90 chiese cristiane brulicano nelle sue antiche viuzze.

Il Santuario Fushimi Inari-taisha risalente all’ottavo secolo si trova alla periferia di Kyoto.

Fushimi Inari-taisha a Kyoto - viaggio spirituale in Giappone

Famoso per la sua pista di migliaia di torii (cancelli) rossi su una collina, è un buon posto per un viaggio spirituale in Giappone. Sul sito ufficiale del santuario Inari troverete numerose informazioni.

7. CAPE REINGA, NUOVA ZELANDA

Cape Reinga si trova sulla punta settentrionale della Nuova Zelanda. Luogo sacro per il popolo Maori, è considerato come il punto di partenza per le anime dei defunti in viaggio per incontrare i loro antenati nella patria spirituale.

Cape Reinga - viaggio spirituale in Nuova Zelanda

Cape Reinga è un posto incantevole. Le onde si infrangono sugli scogli dove il Mar di Tasmania incontra l’Oceano Pacifico, un faro guida la strada dall’alto e la vista si estende per chilometri.

Dal momento che si tratta di un luogo sacro, i Maori chiedono ai visitatori di non mangiare qui e di lasciare la terra indisturbata.

8. ANGKOR WAT, CAMBOGIA

Costituito da templi risalenti al XII secolo, Angkor Wat è il più grande complesso spirituale del mondo.

Originariamente era un tempio indù che avrebbe dovuto ospitare i resti del re Suryavarman II. Nel tempo, la struttura fu trasformata in un tempio buddista e divenne un luogo di ritrovo per i monaci buddisti.

Angkor Wat - viaggio spirituale in Cambogia

Tra le costruzioni più impressionanti dell’umanità, l’intero complesso di Angkor Wat è energico e stimolante. Da anni, le persone percorrono questo luogo per sperimentare una nuova spiritualità e un’energia profonda.

9. SEDONA, ARIZONA

Famosa anche come la cattedrale senza mura, Sedona, in Arizona, si trova a circa 100 miglia a sud del Grand Canyon, ed è piena di intensi punti energetici, splendidi paesaggi e centri benessere.

sedona - mete spirituali per ritrovare se stessi

Sacra per le tribù indiane, si narra che ospitasse una serie di centri energetici.

Negli anni la popolarità di Sedona è cresciuta e ora è diventata una mecca per il benessere di ogni tipo: cristalli, letture dell’aura, spa, yoga, meditazione, medicina alternativa.

10. MACHU PICCHU, PERÚ

Situato in cima alle Ande del Perù, Machu Picchu è una maestosa opera di ingegneria del XV secolo risalente all’Impero Inca. Il sito ospita molti templi, santuari e grotte, ed è rinomato per il modo in cui gli edifici ritraggono formazioni astronomiche.

Arrampicarsi sulla cima di Machu Picchu è considerato da molte persone un viaggio di profonda spiritualità, dove riconnettersi con antiche energie e ottenere una purificazione fisica e spirituale.

machu pichu - mete spirituali

11. SANTUARIO DI APOLLO, GRECIA

Il Santuario di Apollo, a Delfi, risale al 1500 aC ed è profondamente intriso dell’antica mitologia greca. Non solo il sito di Delfi era considerato dagli antichi il centro del mondo, ma era sede anche del famoso “Oracolo”, che veniva spesso consultato per decisioni importanti.

Il Santuario di Apollo e il sito di Delfi nel loro insieme vi lasceranno senza fiato. Situato sul lato del Monte Parnaso, è una destinazione perfetta per quanti cercano consigli e un’energia divina.

Santuario di Apollo, Grecia - mete spirituali

12. BATANES, FILIPPINE

Situata nella parte più settentrionale delle Filippine, la provincia di Batanes ospita ampie colline ondulate che si affacciano su un Oceano blu profondo. In tutta l’area aleggia un senso di esclusività e solitudine, quindi è il posto perfetto per le persone che cercano pace e isolamento.

Forse uno dei luoghi per eccellenza per ritrovare se stessi. Batenes è remota e lontana e proprio il suo ambiente incontaminato contribuirà a infondere sentimenti ed energia positivi.

batanes filippine - mete spirituali

Le agenzie che organizzano viaggi spirituali

Le agenzie negli ultimi anni si sono sempre più specializzate in viaggi spirituali organizzati, vista l’enorme richiesta da parte di turisti e clienti.

  1. Ananda: è un’agenzia di viaggi spirituali che offre pellegrinaggi nei luoghi sacri dell’India, vacanze benessere e relax in Kerala, avventure in Himalaya e altri viaggi trasformanti.
  2. Holiram: questa agenzia organizza, oltre ai tour, anche attività tipiche culturali nei luoghi d’origine delle stesse: come lo yoga, la meditazione, trattamenti ayurvedici ed energetici, riti tradizionali e spirituali.
  3. Evolution Travel: agenzia di viaggi e tour operator completamente in modalità clouding, che ha dedicato una sezione del suo sito proprio ai viaggi spirituali, di yoga e meditazione. Diverse le proposte e gli itinerari che è possibile prenotare online.

I libri consigliati

In questo percorso interiore alle ricerca di se stessi attraverso un viaggio spirituale, vi consigliamo le seguenti letture:

            

Viaggiare soli per ritrovare se stessi

Può un viaggio spirituale cambiarci la vita? Sì, soprattutto se fatto da soli e in determinati luoghi. Al mondo ci sono posti che hanno il potere di trasformarci, indipendentemente dalla fede o dal sentimento che proviamo nei loro confronti.

“Spirituale” ha infatti significati diversi per persone diverse. Per alcuni rimanda alla folla di pellegrini che si riuniscono a Lourdes per pregare e che ricevono conforto dalla presenza di migliaia di anime simili. Per altri è esattamente il contrario. Per loro un viaggio spirituale consiste nel fuggire dalla folla e rifugiarsi in qualche eremo solitario.

In entrambi i casi è possibile ritrovare se stessi, così come ci si può rigenerare semplicemente osservando il tramonto seduti su una scogliera sperduta di Bali. Perché viaggiare da soli non significa essere soli, ma vuol dire regalarsi tempo, mettersi alla prova, conoscere nuovi luoghi e persone e riscoprire il senso della propria vita.

☞ Ti potrebbe interessare: 10 consigli per viaggiare da soli