Sulle rive del lago, circondati dalla natura

Carlo Alberto e Rita Rizzini, entrambi di origine veneta hanno lasciato l’Italia anni fa con i loro due figli, Andrea ed Alberto, per una vita in mezzo alla natura in Irlanda. “La voglia di liberta’ e di evadere dai soliti schemi e di realizzare quel sogno che tutti hanno nel cassetto o nel profondo del cuore, ci hanno fatto lasciare la nostra amata patria, ritagliandoci una vita su misura ed occupandoci di cio’ che amiamo, per amare cio’ che realizziamo”.

Dopo aver raccolto l’eredità del bisnonno, grossista di formaggi a Villafranca in provincia di Verona, Carlo Alberto Rizzini sceglie di dare una svolta alla sua vita. Siamo agli inizi degli anni ’80 e Carlo Alberto ha già una famiglia – Rita sua moglie e Andrea ed Alberto, i loro due figli – ed un grande sogno nel cassetto : diventare cacciatore professionista. Questo sogno lo porta per forza di cose alla ricerca di luoghi (per il momento ancora solo di vacanza) in cui la natura sia ancora incontaminata, pura e libera. La famiglia lo segue e quando Carlo Alberto e Rita si ritrovano con due figli entusiasti per aver passato tre settimane di vacanza in piena libertà tra cavalli, cani e battute di caccia e pesca, con la gioia che solo i bambini possono avere, di aver indossato solo stivaloni di gomma tra acqua e fango, iniziano a pensare che forse quell’idea di Carlo Alberto di voler dare una svolta alla loro vita non era poi così male. La loro idea iniziale è quella di trasferirsi in Nuova Zelanda, ma scelgono poi il Canada. Il clima qui non aiuta chi decide di lasciare un paese come il nostro : il freddo lì è troppo anche per un padano! Il luogo adatto a conciliare un clima piuttosto simile al nostro e i sogni del cassetto di Carlo Alberto è l’Irlanda : infatti, dopo diversi sopralluoghi e viaggi – vacanza, decidono di lasciare l’Italia per dedicarsi alle passioni di Carlo Alberto, ormai diventate di famiglia. Il loro progetto parte agli inizi degli anni ’90, quando acquistano uno dei migliori appezzamenti di terreno da dedicare alla caccia, e su cui nel 1993 sorgerà il loro Lodge. Da allora Carlo Alberto, Rita ed Alberto (che ha seguito le orme dei genitori), organizzano battute di caccia a beccacce e beccaccini – quasi in esclusiva – negli oltre 100.000 ettari che gestiscono aiutati da 40 guide e da circa 170 cani. La caccia da loro è quella “vera”, in ambienti naturali e non “facilitati” , gli spazi sono immensi e i soli rumori che accompagnano il cacciatore sono quelli dei movimenti dei cani accompagnati dal soffiare del vento. Oltre a questo anche le battute di pesca in peasaggi splendidi ed incontaminati. La professionalità e la competenza che li contraddistingue in questo campo hanno fatto sì che la loro clientela si sia sempre più affinata fino ad annoverare tra gli ospiti abituali molti nomi illustri nel campo economico e politico, al punto che esiste una lista d’attesa di oltre un anno. Certo la soddisfazione di poter rifiutare una prenotazione per eccesso di richieste è tanta…quasi come quella che dà il tornare nel proprio paese e poter dire : sono partito da una grande passione in cui pochi credevano, ma io oggi vivo il sogno della mia vita !

Il sito web di Casa Rizzini:

sito web di casa rizzini lago