Chiara Talin, un’italiana a Malta

A cura di Enza Petruzziello

«Sapevo che l’Italia non mi avrebbe dato più un futuro dignitoso». A parlare è Chiara Talin, milanese, che da due anni ormai ha cambiato la sua vita trasferendosi insieme al marito e ai suoi gatti nella bellissima isola di Malta. Burocrazia impossibile, una vita che le stava stretta e tanto stress sono stati determinanti per la sua decisione. In più desiderava un posto dove poter vivere meglio in tutti i sensi, avere un bel clima tutto l’anno, pagare meno tasse e contare su una buona qualità della vita. Da sempre appassionata di viaggi, erano diversi anni che insieme al suo Marco cercava un Paese nuovo dove poter ricominciare daccapo. Intenzionata ad allontanarsi dall’Italia, ma non troppo, dopo una breve vacanza ha scelto Malta. Merito della vicinanza dell’isola al nostro Paese, della grande comunità italiana presente qui, dei servizi e delle opportunità offerte. Adesso dopo due anni sull’isola può dire di aver trovato la sua seconda casa.

chiara tallin malta

Chiara ormai vivi stabilmente a Malta da un paio di anni insieme a tuo marito. Un’avventura iniziata già durante il viaggio che vi ha portati sull’isola. Che esperienza è stata?

«Eh, sì sono già 2 anni che abbiamo toccato terra straniera. Ricordo ancora il lungo tragitto che abbiamo fatto per trasferirci a Malta, perché avendo 3 gatti, diventava complicato portarli in aereo. C’è stato un momento in cui abbiamo pensato di noleggiare un camper, così eravamo più attrezzati, chiedendo anche consiglio alla nostra vecchia veterinaria in Italia. Purtroppo non c’era la possibilità di lasciare il camper in Sicilia e quindi alla fine abbiamo optato per la macchina, percorrendo tutta l’Italia dal momento che partivamo da Vergiate in provincia di Varese. Un viaggio incredibile, per la prima volta abbiamo tutta l’Italia. Nonostante i 5 giorni di viaggio e le diverse tappe, sia per riposarci sia soprattutto per i nostri gatti, è stata proprio all’avventura, ci siamo divertiti e, non vedevamo l’ora di arrivare a destinazione. Finalmente il 5 ottobre 2016 siamo arrivati sull’isola».

Un bilancio di questi primi anni sull’isola?

★ Non perderti la nostra guida completa per trovare lavoro a Malta

«Devo dire che questi 2 anni sono volati, le giornate e il tempo qui scorrono ancora più velocemente. Un bilancio? Siamo contenti di vivere a Malta visto che lo avevamo desiderato tanto. Nonostante ostacoli insormontabili con forza, determinazione e amore alla fine siamo riusciti a realizzare il nostro sogno. Lavoriamo online con il web marketing, realizzando siti, scrivendo libri su Malta, etc. Appena possiamo visitiamo le altre isole, ci rilassiamo e ci svaghiamo. La vita a Malta è più calma, rilassata. I maltesi e gli inglesi sono tranquilli, per nulla frenetici. Il sole sorge presto, la gente si sveglia di buon’ora per lavorare, ma poi nei weekend si rilassa, si gode il mare e la vita. Non come eravamo abituati in Italia, dove tutti corrono e la gente è sempre stressata. Siamo vicini all’Italia eppure mi sembra di essere su un altro pianeta, di vivere non so dove. Non so come spiegare, ma è la sensazione che ho avuto quando siamo venuti qui a vedere e visitare l’isola per la prima volta, ormai circa 7 anni fa. Malta ci ha affascinato, ci ha stregato, ci ha colpito tanto. Per capirlo bisogna provare questa sensazione sulla propria pelle. Beh, non ti nego che l’Italia, gli amici, i parenti ci mancano, però ci si vede ogni tot mesi all’anno. Ovviamente preferiscono venire loro da noi, anche perché qui la temperatura è estiva e mite quasi tutto l’anno. A Malta il freddo gelido, il ghiaccio, la neve sono lontani ricordi. Le tasse sono molto più basse rispetto all’Italia, ed è anche per questo motivo che l’abbiamo scelta, per pagare poche tasse, giustamente. In Italia quello che guadagni lo devi dare quasi tutto allo Stato e a noi quella situazione ci stava stretta, ci eravamo stancati di come andavano e ancora vanno le cose nel Bel Paese. Malta offre molti benefici, inoltre i maltesi e gli inglesi sono accoglienti, cortesi e se hai bisogno di aiuto, di qualsiasi genere, non si tirano mai indietro. Qui non sei solo, anzi quando capiscono che sei italiano sono contenti, gli piace l’Italia e ne parlano bene, seguono la tv italiana, ci tengono agli italiani e apprezzano le bellezze del nostro Paese. Insomma siamo contenti e ci sentiamo più liberi. Adesso poi viviamo in una casa grande con vista sul mare… più di così!».

Come è la qualità e il costo della vita a Malta?

«Il costo della vita a Malta è molto meno caro rispetto all’Italia. Ancora ricordo quando siamo venuti la prima volta. Sotto l’albergo dove alloggiavamo, nei classici chioschi sparsi su tutta l’isola che chiamano Pastizzi, avevamo chiesto al ragazzo 2 porzioni di riso col sugo, più da bere, più 2 arancini spendendo appena 5 euro. Non ti immagini neanche che faccia abbiamo fatto e come eravamo perplessi e increduli per il prezzo. Può sembrare una piccola cosa, eppure ci ha colpito. Già in quel momento, dentro di me ho pensato: “è Malta la nostra isola”. Il cibo è molto buono, ovviamente particolare perché è tipico maltese. Se vuoi mangiare italiano basta andare nei normali centri commerciali, dove si trovano numerose marche di cibo italiano. Il pesce costa un po’, ma in compenso è molto buono. Ai maltesi e agli inglesi piace mangiare, sono abituati a mangiare tanto e le porzioni (questo lo abbiamo imparato e capito vivendoci) sono molto abbondanti. Poi si mangia a qualsiasi ora, non hanno solo un orario fisso, se sei in giro alle 21-22 di sera ti capita di vedere le persone che mangiano la pizza o altro. Un altro aspetto interessante è che qui puoi prendere frutta e verdura direttamente dai contadini che trovi nelle stradine e piazzette con i loro furgoncini pieni di cibo. Un cibo molto più sano e si sente. Non che quello che si compra al centro commerciale non lo sia, però si sente il gusto, il sapore che è diverso. L’unica cosa che negli anni è aumentato purtroppo è il costo degli affitti dovuto all’afflusso di italiani sull’isola. Ma se si fanno contratti lunghi (ad esempio 2-3 anni), tendono a scendere di prezzo. Per il resto il costo della vita a differenza dell’Italia è buono, noi riusciamo a mantenerci tranquillamente nell’arco del mese, mentre in Italia facevamo sempre fatica ad arrivare a fine mese, sempre in ansia se e quando arrivavano i soldi, sempre in attesa dello stipendio, aspettando i comodi dei capi per poter pagare tutte le bollette che c’erano da pagare. A Malta paghi solo l’affitto, l’acqua e la luce che costano molto meno rispetto all’Italia. La qualità della vita è migliore: c’e un’aria buona, non esistono i caloriferi, quindi niente inquinamento, o senti solo un po’ di quello delle macchine».

Quali sono gli aspetti che ti piacciono di più dell’isola?

«È molto dura dire quali aspetti mi piacciono di più dell’isola. Per me è troppo bella, ne sono innamorata, forse perché amo il mare, la natura, la campagna. Probabilmente quello che mi piace di Malta sono le persone che ci vivono: gentili, accoglienti, e, questo mi stupisce ancora. In fondo siamo nella loro terra e dovrebbero essere più scettici, invece sono disponibilissimi. Se hai bisogno ti aiutano e di questo ne siamo contenti. Mi viene in mente un aneddoto. Un giorno mio marito stava andando al lavoro e a un certo punto ha trovato un pezzo di asfalto un po’ scivoloso che era davanti ad un garage dove, proprio in quel momento, stava uscendo una persona in macchina. Mio marito è caduto per terra, nulla di serio, solo una botta alle ginocchia, ma la persona anziana che stava uscendo dal suo garage, ha visto la scena, è uscito dalla macchina e lo ha soccorso. Sembra banale, però ti fa capire come una persona molto più anziana si metta a disposizione e corra subito a soccorrerti».

A parte la disponibilità delle persone, hai notato differenze con l’Italia?

«Tante. Ad esempio le luci della macchina quelle anabaglianti, che in Italia siamo obbligati a tenere accese anche di giorno, qui non lo sono. Infatti ogni volta che andiamo in giro e per caso ci dimentichiamo le luci accese, le persone ci fanno i segni per dirci di spegnerle. Poi come dicevo le tasse sono basse, non devi pagare quelle sui rifiuti, e altre tasse che trovi in Italia. Il clima è molto bello, il mare altrettanto stupendo, mare molto pulito. I maltesi tengono molto alla pulizia, alla cura del verde e al giardinaggio. Ci sono rotonde molto grandi, molto curate e con tanti fiori e piante. Un altro aspetto interessante è che festeggiano ogni ricorrenza in modo plateale, soprattutto quelle religiose. Vedi le vie tutte addobbate, con statue enormi dei Santi. Venerano molto il Santo che si festeggia, cantando, ballando, applaudendolo, poi c’è la banda, i fuochi d’artificio. A Malta la criminalità è davvero molto bassa, la polizia gira sempre vigilando sull’isola, sia di giorno che di notte, facendoti sentire sicura, protetta e libera di passeggiare anche di sera. Perfetta dunque per le famiglie con bambini. Senza dimenticare le diverse culture e le tante lingue che hai modo di sentire quando passeggi per Malta: dall’italiano all’arabo fino all’inglese. Essendo un’isola con tanto turismo, vedi e senti sempre molti tedeschi, cinesi, spagnoli, etc… persone di ogni nazionalità. È bello passeggiare e sentire diverse lingue, anche se poi non ci capisci nulla di quello che dicono, però è bello».

☞ Scopri la nostra Guida su come trasferirsi a vivere a Malta

Hai prima parlato degli affitti, come è in generale la situazione sull’isola per quanto riguarda il settore immobiliare?

«Un aspetto positivo di Malta è che se vuoi comprare casa, non devi pagare l’IMU e altre tasse, ma solo una tassa che paghi al momento dell’acquisto e poi basta. Riguardo l’affitto devi solo pagare 2 mesi, ovvero il mese di cauzione, più il mese anticipato, più mezzo mese delle agenzie. Le case di solito si trovano già tutte arredate. Certo, se vuoi fare qualche cambiamento alla casa portando qualche tuo mobile lo puoi fare, basta dirlo al padrone».

I posti di Malta che ti piacciono di più?

«L’isola mi piace tutta: Malta, Comino, che è l’isoletta che sta in mezzo, e Gozo. Le cittadine dell’isola sono molto belle, una più dell’altra perché ognuna ha il suo fascino, la sua storia, le sue caratteristiche, il suo borgo, il suo perché, con promontori, scogliere e viste mozzafiato che ogni volta mi fanno rimanere senza parole. Un altro aspetto riguarda gli animali, soprattutto i gatti. Qui sull’isola sono molto amanti dei gatti, infatti quando vai in giro, sicuramente ti capiterà di vedere qualche gatto girovagare. In alcune zone ci sono aree destinate esclusivamente a loro, con tanto di cuccette, e tutto il necessario per vivere tranquillamente, con mangiare, bere, giochini. Non sono i classici gatti randagi, sporchi, denutriti e malconci che vedi in Italia. Qui anche se girano per strada, li tengono bene, sono ben cicciottelli, ben nutriti, molto amati, e ogni tanto capita che qualche gatto si avvicina e si fa fare un bel po’ di coccole a tal punto che poi non ti molla più seguendoti fino casa. Insomma è proprio bella Malta, un paradiso nel centro del Mar Mediterraneo, dal vivo poi è tutta un’altra cosa».

Dal punto di vista lavorativo come ti ha accolto Malta?

«Prima di venire qui, o meglio mio marito, aveva trovato un lavoro, quindi siamo partiti dall’Italia già con una sicurezza lavorativa, anche se dopo un po’ di tempo per problemi vari ha mollato la ditta. Ma comunque ne ha trovato subito un altro nel settore Gaming. A Malta di certo riesci a trovare lavoro più facilmente rispetto all’Italia e anche in breve tempo. Oltre a questo lavoro, lavoriamo anche online, quindi facendo formazione, Seo, web marketing, siti, campagne Facebook etc, tutto online e non ci lamentiamo, ne siamo contenti visto la mole di clienti e di lavoro che c’è. In generale il lavoro a Malta non manca, anzi è possibile trovarlo in diversi settori: turismo, ristorazione, pulizie, gaming, e tanti altri. Ovviamente molte posizioni riguardano il turismo. Magari l’offerta può calare nei periodi invernali, da gennaio a marzo, ma se fai domanda a Malta vedrai che nel giro di breve tempo trovi qualcosa, basta rispettare la legge e tutto il resto».

Quali sono i posti che consiglieresti di visitare a chi sta programmando un viaggio a Malta?

«Per noi che viviamo a Malta è difficile dire quali posti visitare, ce ne sono davvero tanti. Anche se geograficamente è piccola, una volta che ci vivi ti rendi conto che tanto piccola non lo è, perché ti offre molte cose da vedere. Oltre ai paesaggi, ha molti monumenti, musei, attrazioni per grandi e piccini come quella dedicata ai delfini. Dovendo scegliere i posti che consiglio di visitare sono sicuramente Mdina, una cittadina medioevale dentro le mura di un castello, molto bella e suggestiva. Situata sul promontorio puoi vedere tutta la vallata e la campagna, in lontananza si vedono altri paesini, cittadine e il mare. Poi la Valletta, la capitale di Malta, dove oltre alla bella veduta del mare, ai locali, ci sono tanti negozietti di souvenir in cui sbizzarrirti. Ancora, il Blue Grotto, un paesino sul mare, ricco di scogliere molto belle e suggestive, e di grotte dove perdersi nel blu del mare stupendo. Poi c’è Birgu, famoso per il castello e dove le mura fanno da cornice al paesino, anche lui molto bello e particolare. Qui nel secondo weekend di ottobre, fanno la festa del Birgufest, molto conosciuta e rinomata dove tutte le vie, le strade, il castello, l’interno delle case, dappertutto, sono illuminate solo dalle migliaia di candele senza illuminazione artificiale. Infine c’è Marsaxlokk chiamata anche la città dei pescatori, dove vedi tanti pescatori che con le loro barchette colorate vanno a pescare i pesci. Naturalmente da non perdere Comino che è l’isoletta più piccola dell’arcipelago maltese con spiagge, scorci e baie stupende, e con un mare da far invidia. Merita una visita anche Gozo, l’altra isola, dove ci sono le spiagge con la sabbia rossa e la grotta di Calipso. Sono davvero tanti i luoghi in cui perdersi, Malta è piena di posti meravigliosi da visitare».

☞ Potrebbe interessarti anche ☞ Come lavorare nel gaming a Malta

Invece a chi consiglieresti Malta come nuova destinazione per un trasferimento definitivo?

«Può venire a vivere chiunque intende cambiare e migliorare la propria qualità di vita, pagare meno tasse e stare bene in tutti i sensi. La consiglio a persone di qualunque età, dai giovani studenti così da fare un’esperienza lavorativa e di studio all’estero, alle coppie che vogliono lavorare, vivere bene e trascorrere la loro vita in modo sano e tranquillo. Va bene anche per le persone anziane e i pensionati, che qui possono godersi la vita e la loro pensione al netto delle tasse. Direi proprio che sull’isola si può trasferire chiunque voglia, senza limiti di età. Anzi, il governo maltese se hai bisogno dà la possibilità a chiunque di lavorare, senza distinzioni e senza dire che sei troppo vecchio per farlo. Sull’isola si sta talmente bene che diversi italiani che vengono in vacanza a Malta poi dopo qualche mese ritornano stabilendosi definitivamente».

Come è cambiata la tua vita da quando vivi sull’isola?

«Dal punto di vista lavorativo facciamo le stesse cose che svolgevamo anche in Italia, forse con meno stress, e con meno preoccupazioni. In più siamo su un’isola dove abbiamo la fortuna di pagare poche tasse, il clima è stupendo quasi tutto l’anno, non ci si congela con temperature al di sotto allo zero come eravamo abituati al nord. A Malta ci godiamo più la vita, giriamo più spesso, siamo più motivati e ci piace visitare le isole e svagarci. Quando abbiamo voglia di vedere il mare e farci il bagno, basta prendere la macchina, decidere dove andare e nel giro di una mezz’ora siamo arrivati. E che dire delle passeggiate in riva al mare, sentendo la brezza del mare, il profumo della salsedine, l’aria buona e respirabile, senza pensare sempre e solo al lavoro. La dolcezza del clima si ripercuote anche sul nostro benessere fisico senza allergie e senza pollini. Viviamo in un posto dove stiamo bene in tutti i sensi, sentendoci liberi e non in gabbia senza che nessuno ci impedisca di fare qualcosa».

Per contattare Chiara Talin questa è la sua mail: chiara.talin@copygirlonline.com.

Qui invece è possibile scaricare l’ebook/ guida “Come trasferirsi a Malta senza stress”: http://copygirlonline.com/Sales/l-d-v-come-trasferirsi-a-malta-senza-stress/. La sua pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiara.talin, e il suo account Linkedin: https://www.linkedin.com/in/chiara-talin-6354a461/.

Questo invece il suo sito web aperto da poco: www.maltaforever.com.

Qui troverete molte informazioni su Malta e una pagina “Appuntamento su Skype” per parlare direttamente con lei.